L’ordine dei pediatri USA sostiene che è un diritto dei bambini di cambiare sesso e così ‘essere veramente sé stessi’

“Nonostante le differenze sostanziali tra corpi maschili e femminili, l’American Academy of Pediatrics (AAP), ha dichiarato di “opporsi alle politiche pubbliche” che cercano di dividere la partecipazione allo sport per sesso. Le politiche per garantire che le donne e le ragazze non siano svantaggiate, sono state inquadrate come “dannose per i giovani transgender”.

Tuttavia, non si vede come lo sport e le politiche pubbliche posano essere competenze dei pediatri, perciò sembra giusto chiedersi perché un organismo professionale medico sembri adottare una linea ideologica piuttosto che un approccio basato sull’evidenza.

La dichiarazione dell’AAP si apre in questo modo: “Con allarme e sgomento, i pediatri hanno assistito all’avanzamento di iniziative legislative statali in tutto il paese con l’unico scopo di minacciare la salute e il benessere dei giovani transgender”.

Il documento si chiude lamentando che gli interessi dei “bambini transgender” non dovrebbero essere politicizzati, minando in qualche modo il diritto e promettendo di “combattere stato per stato, nei tribunali e sulla scena nazionale” gli osacoli che si frappongono per un pieno riconoscimento de ‘diritti dei transgender’..

La posizione adottata dai pediatri, è una posizione insolitamente emotiva per un’organizzazione professionale che dovrebbe essere imparziale. L’AAP, che elenca il produttore di farmaci Pfizer come il sostenitore aziendale del programma AAP CATCH, crede chiaramente che l’emergere di bambini transgender sia semplicemente compito della la professione medica per rendere i bambini liberi di essere veramente sé stessi.

Un documento di sintesi pubblicato da AAP, intitolato “Garantire cure complete e supporto per bambini e adolescenti transgender e di genere diverso” afferma che i bloccanti della pubertà sono “trattamenti reversibili”. Lo si afferma nonostante successivamente si evidenzino numerosi rischi tra cui “una minore autostima” e la mancanza di ricerche sull’impatto sul “metabolismo osseo e sulla fertilità”.

Nonostante la scarsità di prove cliniche, la crescente preoccupazione dei legislatori federali e le crescenti comunità di “detransizionisti” in tutto il mondo, l’AAP è risoluto nel sostenere l’idea che i corpi di alcuni bambini necessitano di un intervento medico per abbinare la loro percezione di sé in un altro sesso. Di conseguenza, per l’AAP, indipendentemente dal fatto che un bambino sia arrivato alla età della pubertà maschile o meno, sostiene che dovrebbe essere supportato per competere nello sport in base alla sua “identità di genere” e non al sesso.

Mentre negli Stati Uniti l’AAP agisce attivamente per mutare nella gente la comprensione tramite campagne propagandistiche, nel Regno Unito gli operatori sanitari stanno cercando di prendere le distanze dai gruppi che sostengono campagne transgender. Negli ultimi anni un gran numero di membri del personale dei principali servizi di identità di genere (GIDS) del Regno Unito si è dimesso, con molte preoccupazioni riguardo all’influenza dei gruppi di pressione e all’approccio di “affermazione”. Le loro voci sono state amplificate dalle recenti sfide legali attraverso i tribunali del Regno Unito.”

fonte:  https://thepostmillennial.com/americas-creation-of-th..

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.