Attacco iraniano al Consolato USA in Iraq

Stanotte è stato effettuato un massiccio attacco missilistico contro il nuovo consolato statunitense di Erbil, dove si trova anche la base militare statunitense. Per l’attacco sono stati utilizzati 12 missili balistici Fateh-110. Nello stesso tempo, secondo l’edizione araba di Al Arabiya , i missili sarebbero stati lanciati non dai miliziani, ma direttamente dal territorio iraniano.

“I missili lanciati dall’Iran hanno preso di mira il nuovo consolato statunitense in costruzione a Erbil, nel nord dell’Iraq, domenica mattina presto’, ha riferito il Wall Street Journal, citando funzionari statunitensi. Dodici missili balistici sono stati lanciati dall’esterno dell’Iraq nella città di Erbil, ha riferito l’agenzia di stampa ufficiale, citando la Direzione generale dell’antiterrorismo nella regione del Kurdistan. Il consolato non è stato colpito e non ci sono state vittime o feriti tra le forze armate statunitensi “, riporta l’edizione araba.

Secondo alcuni rapporti, gli Stati Uniti hanno ricevuto un tempestivo avviso dell’attacco a Erbil, a seguito del quale i funzionari dell’esercito e del consolato statunitensi sono stati evacuati. Eppure è il più massiccio attacco alle installazioni statunitensi in Iraq da anni.

Funzionari statunitensi hanno affermato che l’ attacco potrebbe essere stato una rappresaglia per un attacco aereo israeliano in Siria lunedì che ha ucciso due membri del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche (IRGC) dell’Iran. È stato riferito che dopo l’attacco israeliano, un funzionario del ministero degli Esteri iraniano ha affermato che l’Iran avrebbe adottato misure per assicurare Israele alla giustizia “, ​​ha affermato Al Arabiya in una nota.

La stessa Teheran non ha commentato le accuse di attacco contro Erbil.

fonte: Avia.pro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.