Ucraina – Le forze ucraine possono entrare nelle repubbliche DPR e LPR in qualsiasi momento

Oleksandr Kots da Radiorussia: “È molto difficile sospettare che la leadership dell’Ucraina sia indipendente. E se il team proviene da curatori occidentali, semplicemente non avranno scelta”

Lo ha affermato nel corso del programma “Segnali temporali” di Radio Russia dal corrispondente speciale del quotidiano “Komsomolskaya Pravda” Alexander Kots, che ora si trova a Donetsk.

Kots ha detto cosa sta succedendo ora nella DPR e come si stanno sviluppando gli eventi dopo il riconoscimento della sovranità della DPR e della LPR da parte della Russia:

“È stato praticamente tranquillo per tutta la notte, ma al mattino sono iniziati i bombardamenti, di nuovo esplosioni di artiglieria, di nuovo il sabotaggio delle linee elettriche. Sull’autostrada Gorlovka-Donetsk, un’auto civile è stata fatta saltare in aria, uccidendo tre civili, secondo i media locali .”

Ora nella regione stanno lavorando gruppi di sabotaggio, formati da istruttori britannici e americani:

«Questo, infatti, è il risultato del lavoro in Ucraina da parte delle strutture della Nato, perché istruttori stranieri, in particolare britannici, in diversi centri di addestramento impegnano le forze speciali ucraine proprio nel lavoro di sabotaggio dietro le linee nemiche. Non è un segreto chi le addestra – sono strutture per lo più britanniche e americane. Inoltre, dirò che le strutture britanniche stanno già addestrando sabotatori-nuotatori nel centro marittimo di Ochakovo, e fino a poco tempo fa erano presenti fino a un centinaio di istruttori in questo centro. Non capisco quanti studenti dovrebbero avere se ci sono 100 istruttori – in effetti, abbiamo semplicemente a che fare con un’unità di sabotatori subacquei britannici di stanza nel centro di Ochakov, e si stanno preparando solo per operazioni di sabotaggio dietro le linee nemiche, anche in acqua, cioè stanno insegnando attentati terroristici che possono essere effettuati, ad esempio, in Crimea”.

Nello stesso tempo, secondo Kots, i sabotatori che si sono imbattuti a Donetsk sono esclusivamente cittadini ucraini.

Inoltre, nella regione si osservano corazzati pesanti:

“Mi chiedono quando l’Ucraina sarà pronta ad attaccare – L’Ucraina è pronta ad attaccare in questo momento, sta solo aspettando un ordine. Cioè, non sono più necessari ulteriori preparativi, la configurazione offensiva delle truppe è già stata costruita, da tempo l’artiglieria a lungo raggio è pronta, i sistemi di lancio multiplo a lungo raggio sono stati posizionati in posizioni sulla seconda linea. “Un ordine, una chiamata e” andiamo” – L’Ucraina non ha problemi ora a lanciare un’operazione offensiva. Mi sembra che ora ci sia è un grande pericolo di un tale sviluppo degli eventi, perché Zelensky comprende che non ha molto tempo a disposizione per cercare di risolvere il loro problema territoriale con la forza”.

Lyudmila Shaulina e Vasily Belousov.

Radiorus @radiorus

radiorus

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.