Sanzioni EU ed USA alla Russia

Le sanzioni dell’UE includono la limitazione dell’accesso al mercato finanziario e ai servizi europei. 351 deputati della Duma di Stato e 27 persone fisiche e giuridiche saranno colpiti. Tuttavia, non influenzeranno il presidente Vladimir Putin, ha detto il ministro degli esteri EU Borrell.

Le sanzioni dell’UE contro la Russia includono la limitazione dell’accesso al mercato finanziario e ai servizi europei, colpiscono il settore della difesa e alcune banche, ha affermato il capo della diplomazia europea Josep Borrell in una conferenza stampa congiunta con il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian, ha riportato Reuters.

A causa del riconoscimento da parte della Russia di DPR e LPR, 27 persone fisiche e giuridiche ricadranno anche sotto le sanzioni dell’UE, che, secondo Bruxelles, minano l’integrità dell’Ucraina.

Inoltre, le restrizioni riguarderanno i membri della Duma di Stato. Le sanzioni includono in genere divieti di viaggio e congelamento dei beni . Tuttavia, non influenzeranno il presidente Vladimir Putin, ha detto Borrell.

Secondo Borrell, le sanzioni dovrebbero colpire duramente la Russia. Le azioni della Russia non rimarranno senza risposta, le sanzioni sono solo una parte della reazione dell’UE, ha affermato.

Sanzioni USA al debito sovrano della Russia.

Gli Stati Uniti stanno imponendo nuove sanzioni contro la Russia, incideranno sul debito pubblico sovrano, ha affermato il presidente Joe Biden.

Le misure restrittive entrano in vigore da mercoledì. Secondo il leader americano, colpiranno, tra l’altro, i rappresentanti delle élite russe ei membri delle loro famiglie, che “condividono il pericolo di corruzione della politica del Cremlino, e condivideranno il loro dolore”.

Inoltre, sono previste “sanzioni di blocco totale contro due importanti istituzioni finanziarie russe: la VEB e la banca militare”.

“Ieri Putin ha riconosciuto due regioni dell’Ucraina come Stati indipendenti. <…> Secondo me, sta creando una motivazione per conquistare più territorio. Se avete ascoltato il suo discorso di ieri, sta creando una motivazione per andare molto oltre. Questo è l’inizio dell’invasione della Russia in Ucraina”.

Il leader americano ha osservato che questa è “la prima tranche di sanzioni”, in caso di un’escalation della crisi intorno all’Ucraina ne seguiranno di nuove. (RIA Novosti)

Vp News

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.