Preoccupazione nel Regno Unito riguardo per le lezioni di educazione sessuale impartite nelle scuole

SOTT.NET  discute della crescente preoccupazione tra i genitori del Regno Unito riguardo alla mancanza di trasparenza nelle lezioni di educazione sessuale impartite nelle scuole.

Viene esaminato un caso in cui una madre ha cercato di scoprire cosa fosse stato insegnato a sua figlia in una lezione sull’educazione sessuale e ha incontrato resistenza da parte della scuola e dell’ente di beneficenza coinvolto.

L’articolo esplora la decisione controversa dell’Ufficio del Commissario per l’informazione (ICO) di mantenere segreti i dettagli delle lezioni ai genitori, sostenendo gli interessi commerciali dell’ente di beneficenza. La madre coinvolta nel caso sta pianificando un ricorso legale per cercare di ottenere maggiore trasparenza e coinvolgimento dei genitori nell’istruzione dei loro figli:

Perché le scuole del Regno Unito sono così disperate nel nascondere ai genitori ciò che insegnano ai bambini sul sesso?

Un giorno, la figlia quindicenne di Clare Page è tornata a casa da scuola riferendo che una recente lezione di educazione sessuale – che avrebbe dovuto riguardare il consenso – aveva insegnato che l’eteronormatività è dannosa e la positività sessuale è una buona cosa.

Clare era comprensibilmente allarmata. L’Education Act del 1996 impone alle scuole il dovere di “prevenire l’indottrinamento politico e garantire un trattamento equilibrato delle questioni politiche”, e questo è stato un chiaro esempio di un’ideologia contestata – e in effetti dannosa – presentata a sua figlia come un dato di fatto.

La lezione è stata fornita da un ente di beneficenza chiamato School of Sexuality Education (SoSE), che all’epoca aveva quelli che Clare descrive come “piani di lezioni inappropriatamente espliciti” sul suo sito web, inclusi collegamenti a una società privata “che pubblicizza giocattoli sessuali, pornografia e prodotti anali tecniche di masturbazione ai giovani”.

Volendo saperne di più su ciò che veniva insegnato a sua figlia e sui dettagli di eventuali collegamenti a siti Web che promuovevano tali cose, Clare ha presentato alla scuola una richiesta di libertà di informazione. È rimasta scioccata quando l’offerta è stata rifiutata per motivi di segreto commerciale per l’ente di beneficenza e di privacy per l’insegnante.

Clare ha quindi deferito il caso all’Ufficio del Commissario per l’informazione (ICO) e, con una decisione storica che ha fatto notizia a livello nazionale , l’ICO ha appoggiato la scelta della scuola di mantenere segreti i dettagli della lezione ai genitori, dando di fatto priorità all’interesse commerciale di un ente di beneficenza per l’istruzione rispetto ai genitori. ‘ hanno il diritto di sapere cosa viene insegnato ai loro figli.

Clare ritiene che l’ICO abbia preso una decisione illegale che non rispetta i doveri di servizio pubblico della scuola, compromette la tutela e mina la fiducia essenziale per l’istruzione.

Ora sta pianificando di ricorrere in appello contro la decisione in tribunale, con l’obiettivo di ribaltare la decisione dell’ICO e stabilire una sentenza secondo cui le risorse didattiche utilizzate dalle scuole dovrebbero essere pienamente accessibili ai genitori e che gli interessi commerciali non dovrebbero prevalere sui diritti dei genitori.

Puoi donare al crowdfunder legale di Clare Page qui .

(fonte: (https://www.sott.net/article/485698-Why-are-UK-schools-so-desperate-to-hide-what-they-re-teaching-kids-about-sex-from-parents))

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.