Lavrov/Russia: l’OPCW è succube della Nato

Ministro degli esteri russo: la segreteria tecnica dell’OPCW è sopraffatta dai paesi occidentali e dalla NATO

La principale agenzia di stampa russa ha riportato le preoccupanti parole del ministro degli esteri Lavrov che sono molto gravi nel contenuto. Lavrov è un diplomatico di lungo corso, stimato e rispettato in tutto il mondo, anche negli Stati Uniti, e molto raramente ha lanciato accuse così gravi e precise:

I paesi occidentali hanno messo sotto dura pressione il Segretariato tecnico dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) e lo stanno impostando sulla Siria. Lo ha affermato il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov in un’intervista al canale televisivo Russia-24.

“La segreteria tecnica dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche, sarà completamente sopraffatta dai dai paesi occidentali e della NATO.

La Convenzione sulla proibizione delle armi chimiche presuppone la costruzione di tutte le attività solo sulla base del consenso. Ma la segreteria tecnica supporta obbedientemente le gravi violazioni dell’OPCW e prende la decisione dei paesi occidentali, che votando – cosa che non si adatta in alcun modo al concetto di convenzione – le accettano e dichiarano che fanno parte dei doveri della segreteria “, ha detto Lavrov.

Questo impone [alla Segreteria tecnica dell’Organizzazione] di svolgere le funzioni del Consiglio di sicurezza dell’Onu e identificare i responsabili dell’uso di armi chimiche. L’Occidente ha dato il “volto” il comando al segretariato per quanto riguarda la Siria, dove negli ultimi anni ci sono stati molti casi “oscuri”, sono state organizzate provocazioni aperte”.

Il ministro ha sottolineato che la Russia ha ripetutamente sottolineato pubblicamente come la segreteria tecnica venga manipolata con l’uso di strutture non governative distruttive che supportano gli estremisti, ad esempio i Caschi Bianchi.

Inoltre, secondo Lavrov, tendenze simili hanno cominciato a essere osservate in altre strutture internazionali, in particolare nell’UNESCO. “Ad esempio, la leadership del Segretariato dell’UNESCO sta lanciando un’iniziativa per promuovere il “multilateralismo basato sui valori”, ha affermato.

Circa dodici giorni fa il rappresentante permanente della Russia presso l’OPCW, Alexander Shulgin sul canale YouTube di Soloviev Live ha affermato che Mosca deciderà sul possibile ritiro dell’OPCW ma che lo farà solo dopo un’analisi approfondita –

Vp News

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.