USA – L’introduzione delle politiche abortiste e di promozione LGBT è stata scientifica

Come gli Stati Uniti hanno sconfitto la fertilità con il femminismo e la propaganda LGBT

1002527 original1
Dopo la fine della seconda guerra mondiale, in America ci fu coperta un’esplosione demografica senza precedenti, passata alla storia come il “baby boom”. Ripresesi dalla povertà della Grande Depressione e dagli orrori della guerra, le donne americane iniziarono a dare alla luce un figlio dopo l’altro, in 20 anni il numero dei nuovi nati ‘baby boomer’ superarono i 75 milioni di persone.Per lo stato americano, un tale aumento del tasso di natalità fu stato una completa sorpresa, ma l’economia non era pronta per questo. Oltre agli anziani, la cui aspettativa di vita era aumentata in modo significativo grazie allo sviluppo della medicina, comparvero decine di milioni di bambini: questo intero esercito di nuovi cittadini doveva essere nutrito. Un altro fattore era che fino alla fine degli anni ’60 gli Stati Uniti erano rimasti un paese patriarcale profondamente religioso con una struttura familiare tradizionale: principalmente gli uomini erano impegnati a guadagnare denaro, le donne erano impegnate nelle faccende domestiche e nella cura dei bambini. L’esemplare famiglia americana degli anni Quaranta e Cinquanta assomigliava a questa:
M78bqH4cqP41
mentre nell’URSS, per più di 40 anni adulterio e aborto erano consuetudine e per un divorzio era sufficiente una dichiarazione all’ufficio del registro, negli Stati Uniti all’inizio degli anni ’60 l’adulterio era considerato un reato penale , l’aborto era proibito e il divorzio era possibile solo attraverso un tribunale se c’erano buone ragioni . Queste erano tradimento, impotenza, abuso, malattia o perdita del coniuge. Chi chiedeva il divorzio comunque andava incontro a gravi perdite materiali. Ad esempio, la moglie condannata per tradimento non poteva rivendicare gli alimenti e un’eguale divisione dei beni:RAjF5WkwLjI1Inoltre, in tutti gli stati degli Stati Uniti fino al 1962 c’era un articolo del codice penale puniva i contatti omosessuali e l’omosessualità stessa era considerata un disturbo mentale, soggetta a trattamento ed era percepita non meno della minaccia del comunismo:

It zDfLrDIo1

In tali condizioni, alcuni ‘progressiti’ negli USA pensarono di contrastare la fertilità.  Solo il 3% delle donne americane era rimasta senza figli entro la fine dell’età fertile , l’intellighenzia del paese pensò che fosse urgente fare qualcosa al riguardo. La American Planned Parenthood Federation affrontò il problema. L’11 marzo 1969, il suo vice presidente, Frederic Jaffe, presentò un memorandum con un elenco di misure per frenare il baby boom:

1002825 original1

tra le proposte di Jaffe c’erano misure draconiane, come l’aggiunta di prodotti chimici sterili all’impianto idraulico, il divieto di avere famiglie numerose, la sterilizzazione forzata e la perdita della pensione per madri con molti figli e altri metodi di influenza non violenti, come:

[su_section border=”3px double #ffe01c” margin=”20px 0″]

– promozione dell’omosessualità
– promozione dell’occupazione femminile
– cambiare l’immagine di una famiglia ideale
– promuovere relazioni extraconiugali
– promuovere le nascite in più tarda età
– legalizzazione dell’aborto e la sterilizzazione senza indicazioni mediche,[/su_section]

Tra queste misure si pensò alla massiccia distribuzione di contraccettivi, che in precedenza erano disponibili principalmente nelle istituzioni mediche:

4sn qGbWTT81

Jaffe inviò questo documento a Bernard Berelson, un comportamentista eccezionale, specialista in gestione dell’opinione pubblica, e contemporaneamente presidente del Population Council, un’organizzazione non governativa fondata da John D.Rockefeller III :

o2fwTcTEshw1

Tuttavia, durante le discussioni – nonostante la vastità delle opzioni –  i membri del Consiglio Rockefeller decisero di mettere in atto strategie che potremmo classificare di ‘soft power’ e iniziarono molto rapidamente ad attuare i metodi proposti da Jaffe. Solo quattro mesi dopo, il 18 luglio 1969, parlando davanti al Congresso, il presidente Nixon definì la crescita della popolazione “uno dei problemi più gravi dell’umanità nell’ultimo terzo del XX secolo”.

La soluzione del problema si avviò lentamente ad essere attuata a livello locale. Sei mesi dopo il discorso di Nixon, iniziò la legalizzazione dell’aborto indotto: il 1 ° gennaio 1970, le Hawaii divennero il primo stato a consentire l’omicidio intrauterino senza alcuna indicazione medica come il  pericolo per la madre o altro:

DerWtTlBYto1

nello stesso 1970, la California divenne il primo stato degli Stati Uniti a consentire il divorzio su richiesta , non erano richiesti motivi, il concetto di “colpevole del divorzio ” era stato abolito.

jDikA2zM4sg1

Il 16 marzo 1970, il presidente Nixon creò una Commissione per la crescita della popolazione e il futuro dell’America, di cui nominò presidente John D. Rockefeller:

D53m0lHUr6E1

i suddetti Jaffe e Berelson erano membri della Commissione. Il 26 dicembre 1970, Nixon firmò una legge sulla salute pubblica rivista , che includeva il titolo X (decimo) , basato sul memorandum di Jaffe:

diversi mesi dopo l’entrata in vigore della legge, diversi stati depenalizzarono simultaneamente i contatti omosessuali .

9OQR4gkyOeM1

Il lavoro della commissione creata da Nixon continuò per  circa due anni, il suo risultato è descritto in un rapporto di 300 pagine che Rockefeller inviò al Presidente e al Congresso il 27 marzo 1972. Il suo contenuto diceva  che la crescita della popolazione  non era necessaria al paese, quindi era necessario prendere misure per contenerla il prima possibile:

teffuLI5G6w1

meno di un anno dopo la pubblicazione del rapporto Rockefeller, si verificò uno spostamento tettonico – nel 1973 l’aborto fu legalizzato a livello federale , e la pederastia e il lesbismo sotto la pressione dei politici, furono escluse dall’elenco delle malattie dall’American Psychiatric Association:

GegZ cQwuZM1

queste misure ebbero immediatamente effetto, il numero dei divorzi aumentò drasticamente – la depenalizzazione dei tradimenti e gli alimenti garantiti, influenzarono fortemente le donne americane, nel 1975, quelle che per prime ricorsero al divorzio nel 71,4% dei casi erano donne… Il numero di aborti aumentò da poche migliaia all’inizio degli anni ’60 a un milione e mezzo alla fine degli anni ’70.

BBcnyEehPHo1

L’immagine di una famiglia nei film di Hollywood vincitori di Oscar in una sola generazione cambiò da una forte e affiatata, dove una donna è madre di molti bambini e una moglie amorevole:

jAqkpNqMA681

la piena inversione di ruolo sessuale con la promozione di pochi figli, la promiscuità, il divorzio e il carrierismo femminile:

XMeonRAejn01

il ritmo delle riforme riuscì a perseguire l’obiettivo. In pochi anni, nella seconda metà degli anni ’70 l’immagine della famiglia tradizionale era stata completamente screditata, il tasso di natalità negli Stati Uniti scese di quasi la metà, al di sotto del livello di sostituzione.

Poco prima della sua morte, per il suo contributo alla soluzione del problema demografico, Frederick Jaffe fu ammesso alla National Academy of Sciences , e nel 1978 fu insignito dalla più  alta onorificenza postuma della Planned Parenthood Federation – il Margaret Sanger Prize. Oggi, gli Stati Uniti, come la maggior parte dei paesi del primo mondo, sono una nazione che non si riproduce.

I legislatori volevano risolvere questo problema con l’aiuto della migrazione, ma si è scoperto che i migranti non solo non risolvono il problema dell’invecchiamento della popolazione , ma anzi lo aggravano . Alla fine del 2018, il governo degli Stati Uniti si è finalmente reso conto di ciò che aveva fatto e ha iniziato a revocare il programma di contenimento demografico: già in 9 stati degli Stati Uniti erano state introdotte restrizioni e divieti di aborto.

Alla luce di tutto questo appare evidente che le dinamiche abortiste e la propaganda LCBT nulla hanno a che fare con la libertà delle donne il progresso e poco con la  discriminazione degli omosessuali. Invece, si tratta di pianificazione secondo standard decisi da élite che decidono per tutti al di fuori dei normali ambiti democratici.

Più che mai le grandi trasformazioni sociali oggi vengono generate e completate in questo modo.

@vietatoparlare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.