Uno dei giudici della Corte Suprema USA è stato sull’isola di Epstein

I repubblicani hanno cominciato a sospettare qualcosa. John Roberts, uno dei giudici della Corte Suprema degli Stati Uniti che ha votato contro l’esame della causa in Texas che chiedeva l’abolizione dei risultati delle elezioni statunitensi, è stato nominato sotto George W. Bush.
Ma adesso come si è scoperto, era molto probabile che insieme a Clinton & Co. si divertisse sull’isola del miliardario Epstein (che in seguito “accidentalmente” morì in prigione), dove venivano introdotte prostitute minorenni. (vedi qui: https://genzconservative.com/john-roberts-visited-epsteins-island/)
Inoltre, con riferimento ad un anonimo informatore, si segnala che alcuni “stati ” ricattarono Roberts dopo le sue ‘avventure’ sull’isola di Epstein ancor prima che diventasse giudice della Corte Suprema.

Voce del registro di volo in cui “John Roberts” è volato all’isola di Epstein: https://genzconservative.com/john-roberts-visited-epsteins-island/

Non è chiaro se Roberts sia stato ricattato dai suoi rapporti sull’Isola di Epstein o se fosse originariamente con i Democratici. Ora inizia la campagna per cui Roberts (nominato a vita) dovrebbe essere rimosso dalla Corte Suprema e nominato un nuovo giudice al suo posto, ma con riferimento alle elezioni è troppo tardi.

Sarebbe stato necessario scavare su questo prima, e non dopo, quando è diventato improvvisamente chiaro che la Corte Suprema non era così neutrale nei confronti di Trump come  sembrava.
D’altra parte, questo è un esempio abbastanza tipico dell’ “indipendenza” del sistema giudiziario statunitense. Si può anche notare che il desiderio di sconfiggere Trump era così grande che i Democratici, nel fervore della lotta, hanno dato fondo attivamente a tutte le loro leve nel sistema americano, il che è stata  una scoperta per molti americani.

PS. E inoltre:
Il fondatore di Oath Keepers ha esortato a prepararsi per la guerra negli Stati Uniti –  https://www.brighteon.com/cb46e626-f911-479a-83d2-bb309714446f
Hillary Clinton chiede un cambiamento nel sistema elettorale statunitense

Con l’abolizione del collegio elettorale e la legalizzazione di milioni di migranti, i repubblicani semplicemente non avranno scenari per un ritorno al potere. Quindi la perdita di Trump potrebbe rappresentare non solo la perdita personale di Trump, ma anche avere conseguenze a lungo termine per i repubblicani.

fonte. blog Col Cassad
Exit mobile version