È in arrivo una Pandemia che colpisce i Bambini?

Date:

In un contesto globale dove la salute pubblica è diventata un argomento di primaria importanza (ma non solo per una sincera preoccupazione per l’uomo integrale), emergono nuove preoccupazioni riguardanti la salute dei bambini.

Un recente articolo (Liliane Held-Khawam) esplora la possibilità di una pandemia che colpisce principalmente i più piccoli, sollevando interrogativi su tali minacce sanitarie e su quanto spesso altre questioni si nascondono dietro ad esse:

È in arrivo una Pandemia che colpisce i Bambini?

Prima di approfondire, è consigliato leggere questo post: Et si la prochaine pandémie touchait en priorité les tout-petits?

Recentemente, si è osservato un aumento dei casi di malattie respiratorie, con un numero crescente di polmoniti che colpiscono i bambini. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha sollecitato la Cina a prendere misure preventive e a condividere i risultati ottenuti.

In Cina, la rapida diffusione di infezioni respiratorie ha riacceso i timori di una nuova epidemia simile al Covid.

Attualmente, il Paese sta affrontando un’epidemia di malattie respiratorie. Di fronte a questa situazione, l’OMS, il 22 novembre, ha espresso preoccupazione, invitando la popolazione cinese a prendere misure protettive.

Nonostante non si tratti di Covid, gli ospedali, soprattutto i reparti pediatrici, sono al collasso.

Richiesta Ufficiale dell’OMS Il 22 novembre, l’OMS ha inviato una richiesta ufficiale alla Cina per ottenere dettagli sull’aumento delle malattie respiratorie e sui casi di polmonite nei bambini.

L’OMS ha espresso preoccupazione per le “epidemie di polmonite” e per l'”aumento delle malattie respiratorie” nella popolazione generale.

“Polmonite non Diagnosticata”: Dovremmo Preoccuparci? Finora non sono stati segnalati decessi ufficiali. L’origine di questa polmonite rapidamente diffusa rimane sconosciuta.

Promed, il sistema globale di sorveglianza delle malattie, ha segnalato che l’alto numero di bambini contagiati rapidamente non è normale.

Le analisi sono ancora in corso per determinare se si tratti di un nuovo virus. Per questo motivo, l’OMS ha richiesto informazioni alla Cina.

Virologi ed epidemiologi rimangono prudenti in attesa dei primi risultati, ma alcuni ipotizzano una contaminazione da un batterio noto.

Cause Possibili Sebbene la diagnosi non sia ancora stata confermata, potrebbe trattarsi di una contaminazione da Mycoplasma pneumoniae.

Anche in Francia, nelle ultime settimane, si sono registrati diversi casi. Mycoplasma pneumoniae è una causa comune di infezioni del tratto respiratorio inferiore negli esseri umani, specialmente nei bambini, adolescenti e giovani adulti. Queste infezioni sono endemiche nelle città, come specificato da Santé Publique France.

La loro contagiosità è generalmente moderata, ma la loro incidenza è poco nota a causa della benignità e delle difficoltà diagnostiche.

Modalità di Trasmissione e Sintomi Il batterio si trasmette tramite goccioline respiratorie e colpisce principalmente i bambini in età scolare. Il periodo di incubazione è stimato tra le due e le tre settimane, secondo Eurofins. I sintomi includono tosse, febbre alta e affaticamento, portando a bronchite, tracheite e polmonite.

La maggior parte delle infezioni da questo batterio non sono gravi e guariscono in due-quattro settimane senza trattamento.

Trattamento Gli antibiotici possono ridurre la febbre, ma il batterio è naturalmente resistente agli antibiotici comuni.

Come Spiegare Questa Diffusione? Dopo il Covid, la Cina ha abbandonato le misure di prevenzione, rendendo la popolazione più suscettibile alle malattie autunnali e invernali. Inoltre, il recente freddo in Cina non ha aiutato.

Si spera che si tratti di questo batterio noto e non di una nuova malattia emergente. La diagnosi dovrebbe essere confermata entro pochi giorni.

Per maggiori dettagli, consultare l’articolo su Midi Libre.

 

Patrizio Riccihttps://www.vietatoparlare.it
Con esperienza in testate come il Sussidiario, Cultura Cattolica, la Croce, LPLNews e con un passato da militare di carriera, mi dedico alla politica internazionale, concentrandomi sui conflitti globali. Ho contribuito significativamente all'associazione di blogger cristiani Samizdatonline e sono socio fondatore del "Coordinamento per la pace in Siria", un'entità che promuove la pace nella regione attraverso azioni di sensibilizzazione e giudizio ed anche iniziative politiche e aiuti diretti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

More like this
Related

Attenzione ai reati di diffamazione e di cronaca, l’informazione è a rischio

Il Giornalista Pasquale Napolitano condannato per Diffamazione: un segnale...

Ucraina: nuova mobilitazione stride tra ‘alti principi’ e pratiche meschine

La mobilitazione forzata e la riduzione dell'età minima per...

Che senso hanno le Elezioni Europee?

La UE è un sistema oligarchico. Nel corso della...

Sindaco di Tbilisi: I ministri dell’UE che sono venuti da noi meritavano un “calcio nel culo”

Martedì scorso, il Parlamento della Georgia ha adottato una...
Exit mobile version