La UE furiosa con la PMC russa Wagner

MoscowTimes: “In risposta al riconoscimento della Russia come paese sponsor del terrorismo, Yevgeny Prigozhin ha consegnato al Parlamento europeo una mazza “insanguinata” [sangue finto] con un logo inciso di PMC Wagner in una custodia di violino.

I membri del Parlamento europeo hanno chiesto all’UE di includere la Wagner PMC nell’elenco delle organizzazioni terroristiche. Hanno inviato una lettera con una proposta corrispondente al presidente dell’UE Charles Michel e al primo ministro ceco Petr Fiala, il cui paese presiede il Consiglio dell’UE, scrive Politico.

I deputati hanno citato “le continue violazioni del diritto internazionale da parte di Wagner in Ucraina” nonché “precedenti imprese in altri conflitti” come motivi per classificare l’organizzazione mercenaria come terroristica.

L’iniziativa ha ricevuto un ampio sostegno dai deputati europei, dall’estrema destra alla sinistra e dai Verdi. In precedenza, l’UE ha accusato PMC Wagner di torture, esecuzioni extragiudiziali e omicidi in tutte le parti del mondo in cui il gruppo ha preso parte alle ostilità. Alla fine del 2021, sono state imposte sanzioni dell’UE contro un gruppo di mercenari , anche per aver partecipato alla guerra a fianco degli autoproclamati DPR e LPR”. (…)

membri della PMC Wagner
membri della PMC Wagner

Il parlamento UE vuole riconoscere la PMC Wagner come gruppo terroristico

avia.pro/news: “Il PMC russo “Wagner” può essere riconosciuto come un’organizzazione terroristica. Al Parlamento europeo, i deputati sono impegnati a discutere la questione del riconoscimento della compagnia militare privata russa Wagner come organizzazione terroristica. Oltre ad essere elencato come organizzazione terroristica, ciò potrebbe dare ai paesi europei, e molto probabilmente alla NATO, la possibilità di condurre operazioni speciali contro le PMC come una minaccia, il che crea un serio motivo di scontro. Gli eurodeputati interpartitici chiedono all’UE di elencare il gruppo Wagner come organizzazione terroristica. La compagnia militare privata, guidata da Yevgeny Prigozhin, è stata coinvolta in conflitti dall’Ucraina alla Siria, Sudan, Mozambico e Repubblica Centrafricana, tra gli altri .. Per ovvie ragioni, la decisione di riconoscere PMC Wagner come organizzazione terroristica è politicizzata, tuttavia, ciò comporta una minaccia molto seria, poiché con il pretesto di combattere, i paesi europei avranno il diritto di condurre operazioni speciali contro il PMC russo, violando così gli interessi russi”.

2237968 6001
sede della Wagner a S. pietroburgo

La Wagner è stata inizialmente concepita come PMC nel contesto della guerra civile del Donbass nel 2014

In ogni modo, la Wagner è un’ottima unità di combattimento privata che si è distinta nei combattimenti contro l’ISIS e i terroristi in Siria ed anche in Ucraina sul fronte russo del Donbass. Questo non esclude che nel conflitto ucraino, è in una posizione molto anomala: è una compagnia privata e la Russia non è stata invitata in Ucraina, come è accaduto invece in Siria. Sta di fatto che – militarmente parlando – sta facendo un ottimo lavoro, come del resto lo stanno facendo alcuni reparti ucraini. Però, per una migliore comprensione dei fatti, è interessante sapere che la parte Ucraina ha al suo servizio circa 20.000 uomini volontari (secondo l’Mi16 britannico), tra questi, è organizzata la corrispondente PMC americana, denominata casualmente Mozart”.

Detto questo, in Ucraina c’è da dire che non si sta svolgendo una guerra del tutto convenzionale. Questo accade dall’una e dall’altra parte. Lo stesso occidente in Siria ha armato ed addestrato gruppi di terroristi contro uno stato sovrano. Questo è noto, in Siria gli USA hanno persino riutilizzato elementi dell’ISIS all’interno delle cosiddette milizie “Syrian Democratic Force”. Ma non si tratta solo di questo. L’elenco delle illegalità sarebbe molto lungo per essere trattato in questa sede. Inoltre, non esistono fonti indipendenti che possano portare prove di prima mano di ciò che succede nel paese in conflitto, mentre è chiaro che le notizie di abusi vengono accuratamente censurate.
Come spiegare ad esempio che in rete circolano innumerevoli video di civili legati ed umiliati dalle truppe ucraine, mentre sui nostri media non si fa nemmeno menzione di questo?

2 episodi segnalati di uccisioni extragiudiziali di militari

Oggi è stato ampiamente pubblicizzato che elementi della PMC Wagner hanno brutalmente giustiziato due disertori uno in Siria ed uno appartenente alla stessa Wagner in Ucraina. Si tratta di tale Yevgeny Nuzhin, un miliziano della Wagner fatto prigioniero dalle forze ucraine che, quando è tornato libero a seguito di uno scambio prigionieri, è stata ritenuto un traditore dalla PMC stessa e giustiziato a ‘modo loro’.

Si tratta di uccisioni extragiudiziali, inumane. Ma per una giusta informazione, senza sminuire i fatti, è giusto dire che la stessa cosa hanno fatto in svariate occasioni uomini appartenenti a reparti ucraini. Sia nel 2014, quando si chiamavano ‘punitivi’ e poi successivamente, quando sono stati inquadrati nell’ esercito regolare ucraino. Ci sono molti criminali anche nella parte che sosteniamo ed anche le esecuzioni per coloro che hanno violato i “concetti”. Non è un segreto.

Le mosse della UE inquinate dalla partecipazione al conflitto

Ovviamente ogni abuso va punito secondo la legge. Ma è da domandarsi che senso ha giudicare Wagner come una organizzazione terroristica, quanto la Russia stessa è stata già giudicata stato terrorista?

SI direbbe che certe decisioni della UE si ritorcono contro a chi le ha ideate. È certo che i crimini di guerra vadano perseguiti, ma questo viene fatto individualmente. Non ha senso condannare come ‘terrorista’ l’operato della Russia e della Wagner. Se questo viene fatto, andrebbero analizzate le singole responsabilità, da una parte e dall’altra (e non solo della parte antagonista).

La lettura di certe notizie perciò sconcerta. A questo punto viene anche da chiedersi se uccidere civili effettuando bombardamenti random con l’artiglieria su Donetsk è un modo di uccidere più pulito. Oppure se sia lecito tacciare come collaborazionisti centinaia di civili a Kherson e infliggere spietate punizioni a “chi sta dalla parte sbagliata” (vedi qui). Con le condanne della UE si direbbe di sì. Ma chi lo va a dire ora alla popolazione costantemente sotto tiro nel Donbass?

mazza

Mazza al Parlamento europeo che ha condannato la Russia come ‘stato terrorista’,  nozione ignota al diritto internazionale

Infine, ho letto- su Repubblica e la Stampa – la questione della mazza mandata dal fondatore di Wagner Evgeny Prigozhin alle istituzioni europee. Il gesto è stato fatto in risposta alla condanna della Russia come stato terrorista.
Il pacco pervenuto alla UE è costituito una custodia di violino con bandiera tedesca, che contiene una mazza con il logo Wagner inciso sulla massa battente e finte tracce di sangue sul manico (vedi qui). Il significato, dicono, è molto esplicito.

Detto questo, se consideriamo ciò che sta succedendo in Ucraina e che c’è una assoluta mancanza di volontà di trovare una via d’uscita, vi confesso che questa è semplicemente è una ‘non notizia’.  Non nel senso che non debba essere data (ci mancherebbe), ma è molto evidente che è trattata in modo da distrare da ciò che non vediamo. Certe cose renderanno solo più cruenta ed inumana la guerra.  È da tener conto che condannando l’intero paese come terrorista, si otterrà solo la delegittimazione reciproca e quindi anche un rifiuto di collaborazione per indagare su eventuali eccessi.

VPNews

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.