Gli attacchi chimici in Siria utili solo alla propaganda: alcuni dati statistici lo dimostrano

Il 7 aprile non è accaduto niente di più che ciò che accade dal 2013 a Ghouta a cominciare da massacro di Adra in cui furono uccisi a sangue freddo circa 200 civili innocenti. Il 7 aprile è accaduto che i ribelli hanno replicato quello che hanno sempre fatto. Ma la Comunità Internazionale non recepisce.

La posta in gioco è alta: qui non stiamo parlando di un semplice caso criminale. Qui il punto cruciale su cui focalizzare la nostra attenzione è la linea di condotta che i governi occidentali stanno adottano  una ritorsione e che sta diventando sempre più abituale e attuata prima ancora della messa in atto di indagini indipendenti . Ciò può avere e avrà ripercussioni sconvolgenti.

Basterebbe che i nostri amici media mainstream si domandassero: Assad , laRussia, l’Iran hanno commesso questo crimine? Se è così, perché? Hanno quasi vinto questa guerra, riconquistando quasi tutta la Siria dai ribelli e dalle forze terroriste ISIS – e lo hanno fatto con armi convenzionali . Cosa è che li motiverebbe a prendere misure così drastiche ora, soprattutto quando sanno molto bene che l’uso di tali armi creerebbe una risposta impietosa da parte di Stati Uniti, Francia e altri?

E’ logico che ad Assad non conviene.

Ma qualcuno ha commesso questo crimine. La Siria e gli alleati hanno il movente? Se no, chi lo ha fatto ???
Faremo meglio a pensarci a lungo e duramente prima di permettere ai nostri governi di guidarci in un vicolo cieco , come nell’Inferno di Dante .

Le armi chimiche sono state utili in Siria? La risposta è no

La Siria ha usato aggressivi chimici “contro la sua stessa gente” , come è ‘universalmente’ sostenuto? Se è così, perché? Le armi chimiche illegali sono state più efficaci nell’uccidere e mutilare in Siria delle armi convenzionali “legali” che sono state prontamente disponibili ad Assad e ai suoi alleati?

La risposta è : No.

Le armi chimiche rispetto alle armi convenzionali “legali”, sono state assolutamente inutili quando si è preso di mira i combattenti nemici .

In realtà, l’unica cosa per cui le armi chimiche sono state davvero adatte (in questo tipo di teatro di guerra) è la Propaganda: che fa leva sugli orrori della guerra chimica nella prima guerra mondiale , la paura e il terrore di tali armi nell’immaginario pubblico è rimasta tale e attualmente  la mera accusa del loro uso può influenzare i consumatori ‘ignoranti’ e confusi dalla propaganda (che saremmo noi) con la conseguenza di sostenere egregiamente campagne militari offensive che altrimenti tutti rifiuterebbero a titolo definitivo.

Una serie di dati statistici.

Ora, diamo un’occhiata ad alcuni fatti e statistiche riguardanti l’uso (o il presunto uso) delle armi chimiche e la loro efficacia come armi , in Siria dall’inizio della guerra fino a gennaio 2018:

A partire da gennaio 2018, ci sono stati un totale di 69 incidenti di ChimicalWar (CW) in Siria,

  • In 28 incidenti, sono stati riportati morti o feriti Zero
  • In 30 incidenti, sono stati segnalati feriti civili
  • In 17 incidenti, sono stati segnalati decessi civili
  • In 7 incidenti sono stati segnalati infortuni da combattimento
  • In 2 casi, sono stati segnalati casi di decesso per combattenti

Ecco un grafico  che si avvicina al numero di presunte cause di morte con armi chimiche rispetto a tutte le morti in guerra (la fonte di tutti i grafici è Wikipedia):

Ecco un grafico a torta che mostra il numero di morti / feriti di civili e combattenti presumibilmente da armi chimiche

    • Riassumendo:
  • Numero di civili feriti: 1.145
  • Numero di civili uccisi: 1 016
  • Numero di combattenti feriti: 80
  • Numero di combattenti uccisi: 4 (si, avete letto bene: quattro)

Ecco un’altra illustrazione dei dati che può aiutare. Anche in questo caso la fonte non è di parte, è statistica :

Ecco una tabella che mostra l’ affiliazione militare dei combattenti presumibilmente uccisi o feriti da armi chimiche:

anche in questo caso, non si tratta di una fonte pro Assad ma di Wikipedia che riprende dati conosciuti.

  • Infortuni totali 80: Soldati di Assad = 66; Forze curde = 12; Esercito siriano libero (ribelli) = 2; (ISIS e altri “terroristi” = Zero)
  • Total Deaths 4 (four): Assad’s Soldiers = 1; Forze curde = 3; Esercito siriano libero (ribelli) = zero. (ISIS e altri “terroristi” = Zero)

Ora in base a questi dati considerando che le stime recenti dicono che il bilancio complessivo delle vittime della guerra tra  civili e combattenti , è pari a circa 500.000

vediamo che tra tutte le morti documentate pari a 1.016 morti attribuiti alle armi chimiche in uso in Siria, il 92% delle vittime sono state causate in soli due o tre dei 69 attacchi segnalati (i dati non includono l’incidente del 7 aprile 2018).

– 837 morti sono stati causati dal’attacco chimico di Ghouta nell’agosto 2013
– 100 morti risultanti dall’attacco a Khan Shaykhun l’anno scorso (aprile 2017)

Numero di morti per sospetti attacchi chimici

Come notato sopra, il 92% di tutte le presunte morti per CW in Siria si è verificato in 3 incidenti, e Sarin Gas è stato il presunto agente chimico utilizzato in ciascuno di questi 3 incidenti. Il Sarin è anche accusato di aver provocato  586 delle 1.145 morti attribuite a tutti gli o casi di  CW in Siria. Vedere l’immagine sopra per i dettagli.

Una parola sul cloro

Non passa nenache una settimana che non sentiamo nuove accuse alle forze di Assad per uso di cloro come arma chimica – di solito, si dice, siano sganciate da elicotteri governativi “bombe barile”, sui civili innocenti .

Tuttavia , quando vediamo le cifre sull’efficacia del cloro come arma chimica , dovremmo chiederci: perché dovrebbero farlo?

Rivedendo le informazioni compilate sul presunto / sospetto uso di CW, il cloro appare più spesso di qualsiasi altro agente sospetto … ma guardate quali sono le perdite totali per il cloro :

  • Infortuni totali: Civili: 312 Combattenti: Zero
  • Totale morti: civili: 18 combattenti: zero

Sembrerebbe che il cloro non sia molto utile come “un’arma di guerra”, vero?

Questi dati sono liberamente accessibili qui: https://en.wikipedia.org/wiki/Use_of_chemical_weapons_in_the_Syrian_Civil_War#Reported_chemical_weapons_attacks

In definitiva il punto è la reazione internazionale. Se si vuole la verità: identificare i morti se ci sono. E stabilire chi sono, come sono morti, dove e quando. Ma questo ancora non è stato fatto.

 

 

Print Friendly, PDF & Email