Il Qatar e la Fratellanza musulmana

La Germania è una delle principali destinazioni per i soldi del Qatar, dove ha finanziato 140 istituzioni e centri islamici nel continente europeo, con circa 72 milioni di euro.

Non passa un giorno che non vengano rivelati finanziamenti dal #Qatar per rete di organizzazioni vicine alla Fratellanza terroristica in #Europa e in particolare in #Germania al fine di diffondere l’ideologia del gruppo estremista.

Il Qatar nelle moschee d’Europa … estremismo, terrorismo e sostegno alla Fratellanza.

In generale, negli ultimi anni, il Qatar ha finanziato 140 istituzioni e centri islamici nel continente europeo, con circa 72 milioni di euro.

La Germania è una delle principali destinazioni per i soldi del Qatar, poiché l’emirato finanzia 10 organizzazioni e progetti affiliati alla Fratellanza nel territorio tedesco.

Secondo il quotidiano tedesco, il Qatar ha pompato oltre 5 milioni di euro entro la fine del 2016 nelle istituzioni della Fratellanza, di 96 mila euro per l’Islam Forum nella città di Monaco, (sud), 400 mila euro nel centro e nella moschea di Dar es Salaam a Berlino e 300 mila euro per un’istituzione nella città di Dinslaken nello stato Renania Settentrionale-Vestfalia a ovest del paese.
Il Qatar ha anche concesso enormi finanziamenti per 4,4 milioni di euro per una fondazione centrale della Fratellanza a Berlino, ma il quotidiano di Stoccarda Zeitung non ha menzionato il suo nome.

Secondo i documenti, il giornale afferma di averlo visto. Nel 2015 l’Associazione del Circolo Culturale Maghreb nella città di Stoccarda (sud-ovest) ha inviato una lettera alla Fondazione Qatar (Fondazione Qatar) nel 2015, in cui scriveva: “Chiediamo il sostegno del Presidente della Fondazione Qatar, che è a conoscenza delle esigenze dei musulmani nella diaspora”. Nei paesi occidentali “.

Secondo i documenti, la Maghreb Cultural Club Association ha chiesto 110 mila euro per acquistare un quartier generale di cinque piani e 300.000 euro per sviluppare la sua moschea e una scuola per memorizzare il Corano. La risposta dell’establishment del Qatar è stata quella di riconoscere l’associazione come partner e facilitarne l’accesso a questi fondi.
Il quotidiano tedesco ha citato fonti dell’Autorità per la protezione della costituzione, “Intelligenza interna in Germania”, secondo cui l’Associazione del circolo culturale del Maghreb fa parte della rete dei Fratelli in Germania.

Lo stesso vale per la società araba tedesca nella città di Ulm (sud-ovest), che ha anche inviato una lettera con i dettagli dei suoi conti bancari alla Fondazione Qatar per il supporto.
L’associazione ha iniziato il suo discorso con la frase “Chiunque costruisca una moschea, Dio ha costruito per lui una casa in Paradiso”, quindi ha chiesto finanziamenti per acquistare una casa per convertirla nel quartier generale della società e in una moschea a Ulm.

“La Germania è molto importante nella strategia esterna del Qatar”, ha affermato Stuttgart-Zeitung, aggiungendo che “Le organizzazioni legate alla fratellanza in Germania sono un partner importante per Doha e uno dei principali destinatari del sostegno del Qatar”.

Il giornale ha anche affermato che “il sostegno del Qatar ai Fratelli Musulmani sta facendo arrabbiare le autorità di sicurezza in Germania e in Europa”. E ha continuato: “Le autorità di sicurezza in Germania considerano la Fratellanza più pericolosa di ISIS e Al Qaeda, perché mira a controllare la società attraverso il controllo graduale delle istituzioni”.

Commentando il finanziamento del Qatar per la Fratellanza, eminente politico dell’Unione al potere (centro-destra), Bergel Akpinar, ha detto allo stesso giornale: “Tutti i mezzi dello stato di diritto devono essere usati per combattere le correnti estremiste e impedire il loro finanziamento dall’estero”.

Mentre Rodiger Lucker, professore di studi orientali presso l’Università austriaca di Vienna ed esperto di organizzazioni islamiche estremiste, ha affermato che il finanziamento del Qatar alla rete dei Fratelli Musulmani in Germania era noto da anni, notando che il sostegno del Qatar e della Turchia erano la ragione della continua espansione del gruppo nei paesi europei.

“Le autorità tedesche e di tutti i paesi europei sono tenute ad adottare misure forti per fermare i finanziamenti stranieri per le organizzazioni e gli individui sul loro territorio, in particolare il finanziamento del Qatar della Fratellanza”, ha detto Loelker ad Al-Ain News.

La Fratellanza ha una forte presenza in Germania attraverso 1350 leader e dozzine di istituzioni e associazioni sparse nei 16 stati del paese, ma l’intelligence interna classifica il gruppo come “ostile alla costituzione e alla democrazia“, ​​e soggetto a censura.

https://al-ain.com/article/how-qatar-muslim-brotherhood-in-germany

Exit mobile version