” Il governo è ‘la più grande società, con un monopolio sulla violenza, e dove non puoi fare ricorso” – Elon Musk.

Il 7 dicembre 2021, durante un’intervista con Il Wall Street Journal al suo CEO Council Summit, Elon Musk ha condiviso un punto di vista interessante sul governo. Ha paragonato il governo a una società, affermando che essenzialmente il governo è la più grande azienda con il monopolio sulla violenza e senza possibilità di concorrenza ( i governi – specialmente se “tecnici” -, come abbiamo visto, possono abbandonare qualsiasi problema che hanno permesso o causato).

Secondo Musk, il governo agisce come una massima corporazione, essendo anche un monopolio, ed è l’unico ente autorizzato a impiegare la forza legittimamente. Quindi, si è chiesto perché si dovrebbe concedere più fondi a un’entità che non può fallire e che non ha concorrenza.

Questo concetto è stato ripetuto da Musk in più occasioni , precisamente in tre interventi pubblici nel 2021, e ogni volta con una formulazione leggermente diversa. ed ora il giudizio è stato di nuovo riproposto su twitter, direi molto opportunamente, data la deriva e lo strapotere esercitato sia con tecniche di manipolazione delle menti e sia con la forza bruta e l’autoritarismo, messi in campo quando i mezzi persuasivi falliscono:

in questa occasione, a Musk è stato chiesto se i miliardari come lui dovrebbero vedersi confiscare la ricchezza tramite la tassazione e ridistribuirla dal governo federale.

Considerazioni

La libertà umana è intrinsecamente legata alla coscienza e alla responsabilità morale dell’individuo. Quindi la libertà autentica non può essere intesa come anarchia o come la possibilità di agire senza restrizioni, ma come la capacità di scegliere e agire secondo il bene e la verità. In questo contesto, il potere non dovrebbe essere visto come qualcosa di astratto o separato dalla realtà umana, ma come un servizio al bene comune.

Se è vero questo , è vero anche un altro aspetto, forse più importante e profondo. Quando Elon Musk parla del governo come una “società al limite” con monopolio sulla violenza, dice una cosa altrettanto vera, ovvero fa emergere il tema della responsabilità del potere verso la libertà umana, ovvero verso il fine ultimo della vita, verso il destino umano. E secondo una visione retta della vita umana , è estremamente importante un governo che riconosca la dignità intrinseca di ogni persona e agisca per il bene comune, promuovendo una società basata sulla giustizia, sulla solidarietà e sull’apertura al Mistero.

In definitiva, Musk sembra esprimere una certa sfiducia nel concedere al governo più risorse, poiché lo vede come una struttura con poca possibilità di fallire. quindi di rischiare sulla libertà umana, puntando piuttosto sul capitalizzare la possibilità del suo grande potere per la conservazione dello status quo.

Tuttavia, è rilevante che Musk abbia posto l’accento sulla libertà umana e il potere. Non sappiamo quanto coscientemente o meno lo abbia fatto ma in fondo sottolineando uno strapotere, ha messo l’accento sulla centralità della coscienza morale e sulla responsabilità sociale nella costruzione di una società più giusta e umana.

E’ inutile dire che, allo stato attuale, con uno stato che preserva sé stesso per la conservazione del potere con tutti i mezzi disponibili (leciti e non) senza una presa di coscienza dei cittadini, le cose non potranno che precipitare ulteriormente.

***
Note a margine:

In questo recente video in streaming (7 dicembre 2021) (dalle 13:17 alle 13:27), Elon Musk spiega cosa intendeva con la frase “società al limite”, ovvero che il governo è una società nella sua forma massima o più estrema.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.