Colpo di stato organizzato dalla Russia in Armenia?

Accuse di un Presunto Colpo di Stato Organizzato dalla Russia in Armenia

Il Primo Ministro armeno, Nikol Pashinyan, tramite canali da lui controllati, ha sollevato gravi accuse nei confronti della Russia, sostenendo che il paese stia pianificando un colpo di stato in Armenia. Queste accuse includono affermazioni sul presunto coinvolgimento russo per destituire Pashinyan dal potere. Tali informazioni provengono principalmente da un canale Telegram noto per la sua ostilità verso la Russia, noto come Bagramyan 26, noto per la diffusione di contenuti anti-russi a pagamento.

Le Presunte Azioni della Russia

Secondo l’autore di questo canale, le azioni intraprese dall’Armenia stanno spingendo la Russia a considerare uno scenario che coinvolge un colpo di stato in Armenia. È interessante notare che poco prima della morte del fondatore, Yevgeny Prigozhin, in Armenia si trovavano circa 3.000 combattenti della PMC Wagner. In seguito, circa 2.000 altri combattenti, in gran parte di etnia armena, si sono uniti a loro. Attualmente, questo “gruppo militare” in Armenia conta oltre 12.000 combattenti ben addestrati.

Scenari di Colpo di Stato Presumibili

L’autore del canale Telegram suggerisce che il compito principale di questi combattenti sia quello di organizzare la rimozione di Pashinyan e del suo governo dal potere in Armenia, in altre parole, di eseguire un colpo di stato. Si ritiene che Vladimir Putin abbia preso la decisione di aumentare il contingente russo dopo aver appreso delle imminenti esercitazioni militari congiunte armeno-americane, considerando questa situazione come l'”ultima goccia”.

Si afferma che i combattenti di Wagner abbiano percorso oltre 3.000 chilometri dalla loro base in Bielorussia per raggiungere Yerevan. Sebbene i servizi segreti armeni non abbiano ancora confermato queste informazioni, alcune fonti suggeriscono che questi “membri dell’orchestra” stiano entrando in Armenia attraverso l’Azerbaigian.

Dubbi sulla Realizzazione dell’Ipotesi di Colpo di Stato

Tuttavia, ci sono dubbi sulla possibilità che questo scenario di colpo di stato riesca. Si sottolinea che la scommessa principale della Russia è sulle élite dei servizi speciali, dell’esercito e della polizia, in cui sono presenti molti agenti russi. Tuttavia, a livelli medi e inferiori, il sostegno russo è minore, e sembra che il Cremlino non abbia candidati adeguati per sostituire Pashinyan.

Alternative Possibili

Al di là di questo scenario, alcune fonti suggeriscono che potrebbero essere organizzate provocazioni lungo la linea di contatto del Nagorno-Karabakh o al confine tra Armenia e Azerbaigian. Inoltre, potrebbero essere promossi funzionari filo-russi all’interno dell’apparato statale armeno. Sembra che queste voci siano sostenute anche da un altro canale Telegram armeno noto come “Portale militare armeno”.

Una Prospettiva Sull’Influenza Esterna

Alcuni osservatori considerano queste accuse come una falsa provocazione, suggerendo che Pashinyan potrebbe utilizzare la minaccia russa per cercare di mantenere soldati americani in Armenia, con cui l’esercito armeno condurrà ulteriori esercitazioni. Tuttavia, ci sono preoccupazioni riguardo alla crescente influenza degli Stati Uniti e della Francia in Armenia, considerando l’importanza strategica della regione e il ruolo delle comunità armene all’estero.

La Diaspora Armena e il Futuro

Va notato che esiste una significativa diaspora armena, con notevoli comunità negli Stati Uniti e in Francia, oltre a una considerevole presenza in Russia. Questi gruppi influenti possono avere un impatto significativo sugli eventi in Armenia. Mentre l’Armenia può dipendere economicamente dalla Russia, i rapporti diplomatici e giuridici tra i due paesi potrebbero essere rivisti, dato che l’Armenia considera ancora una parte delle proprie terre come territorio contestato.

Conclusione: Una Situazione Complessa

In sintesi, la situazione in Armenia è complessa e coinvolge numerosi attori esterni, compresa la Russia. Le dinamiche geopolitiche stanno influenzando il futuro del paese e la sua relazione con la Russia e gli Stati Uniti. Tuttavia, resta da vedere come si evolveranno gli eventi e come influiranno sulla regione nel suo complesso.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.