Bombardamenti russi su al Qaeda in Siria

Le forze aerospaziali russe hanno distrutto tre campi di addestramento gestiti da terroristi nella regione siriana della cosi detta “grande Idlib” (vedi mappa) , rivela RusVesna dall suo Ufficio di notizie il 29 settembre.

Secondo le informazioni russe, i tre campi sono stati presi di mira come segue :

Il 9 settembre, aerei da guerra russi hanno preso di mira un campo di addestramento di Hay’at Tahrir al-Sham (HTS) affiliato ad al-Qaeda ad Arshani Tahtani con bombe guidate KAB-1500 e bombe OFAB-250. Il campo ospitava circa 150 terroristi. Come risultato degli attacchi aerei, 80 terroristi, compresi i loro comandanti, furono neutralizzati, e sono stati distrutti anche sei veicoli e un rifugio.

Il 15 settembre, aerei da guerra Su-34 e Su-24M hanno preso di mira un altro campo dell’HTS Ma’arrat Misrin, dove i terroristi sono stati addestrati da appaltatori militari stranieri.

Il 20 settembre, quattro Su-24 e un Su-34 hanno effettuato sette attacchi aerei in un campo militare nella periferia della città di Idlib. I terroristi sfollati da Zabadani erano di stanza lì. Negli attacchi furono usate bombe guidate KAB-500 e bombe OFAB-250.

I recenti attacchi aerei russi su “Greater” #Idlib sono stati probabilmente una risposta alle ripetute violazioni da parte dei terroristi dell’accordo di cessate il fuoco firmato tra Russia e Turchia il 5 marzo.
Non solo i terroristi di “Greater” Idlib stanno violando il cessate il fuoco, ma ne stanno anche approfittando per ricostruire le loro forze. La Turchia, che mantiene una grande forza nelle regioni, non sta facendo nulla per fermare queste violazioni.
Exit mobile version