WikiLeaks ha pubblicato file di sorveglianza di Mosca

Di Aaron Kesel

L’organizzazione internazionale WikiLeaks, che ha avuto il suo sguardo sulla CIA, ha focalizzato ora la propria attenzione sulla propria sorveglianza della Russia, offrendo un’occhiata ai dettagli tecnici di come Mosca spia sui dati mobili dei propri cittadini online.

I 35 documenti del deposito di “Spy Files Russia” di WikiLeaks riguardano una società con sede a San Pietroburgo chiamata Peter-Service, un fornitore di software e tecnologia che contraggono progetti di sorveglianza del governo russo datati tra il 2007 e il 2015. Molti documenti descrivono come Peter-Service partecipa all’operazione di sorveglianza digitale di Russia conosciuta come Sistema per le Attività Operative Investigative (SORM).

“Molte persone cercano di scoprire le cose di SORM”, ha dichiarato Andrei Soldatov, un giornalista russo a Wired . “Quindi tutte le nuove tecniche sono buone. C’è una strumentazione di sorveglianza installata nei locali delle telecomunicazioni e delle ISP, che è abbastanza ben descritta perché è prodotta da società commerciali. Sappiamo molto di più su queste cose. Quello che è un grande mistero è quello che sta succedendo alla fine del FSB, non solo a Mosca, ma in ogni città russa, perché ogni ramo locale del FSB ha questa attrezzatura ed è collegata agli ISP locali “.

Questa ultima versione viene dopo innumerevoli  affermazioni basilari fatte da figure pubbliche e dai media principali che WikiLeaks e il suo fondatore Julian Assange sono influenzati o controllati dal governo russo, poiché l’organizzazione ha messo molta attenzione sull’esposizione dei segreti statunitensi.

La presunta perdita dimostra che Peter-Service sta installando infrastrutture software in tutta la Russia, grazie all’approvazione governativa, che consente alle agenzie statali russe di spiare l’attività online e mobile dei propri cittadini.

WikiLeaks ha dichiarato:

PETER-SERVICE è posta in modo univoco come partner di sorveglianza grazie alla notevole visibilità dei propri prodotti nei dati degli abbonati russi degli operatori mobili che espongono ai metadati importanti di PETER-SERVICE, inclusi i record telefonici e di messaggi, gli identificatori di periferiche (IMEI, indirizzi MAC ), identificatori di rete (indirizzi IP), informazioni sulla torre delle cellule e molto altro ancora. Questo metadato arricchito e aggregato è di interesse per le autorità russe, il cui accesso è diventato un elemento centrale dell’architettura del sistema.

L’ex NSA Whistleblower Edward Snowden che vive in Russia e ha precedentemente criticato la Russia per la sua spionaggio sui cittadini chiacchierato in tweeting, “Plot twist: pubblica i dettagli sull’industria di sorveglianza Internet più oppressiva della Russia”.

“PETER-SERVICE sostiene di avere già accesso a una maggioranza di tutti i record delle chiamate telefoniche e del traffico Internet in Russia”, ha scritto WikiLeaks. Un documento ha rivelato che l’azienda ha accesso a informazioni specifiche sul telefono e sui pagamenti online se vivete in Russia.

Secondo gli operatori del diritto russo gli operatori devono mantenere un sistema di conservazione dei dati (DRS) che richiede loro di memorizzare i dati per un massimo di tre anni.

googletag.cmd.push (function () {googletag.display (‘div-gpt-ad-1470694951173-5’);});

(distribuire = window.deployads || []). push ({});

“Il sistema DRS Peter-Service consente alle agenzie statali russe di interrogare il database di tutti i dati memorizzati per cercare informazioni come le chiamate effettuate da un determinato cliente della società telefonica, i sistemi di pagamento utilizzati, la cella che ha servito il cellulare specifico. I manuali pubblicati da WikiLeaks contengono le immagini delle interfacce che consentono agli agenti di ricercare all’interno di questo enorme trotto di dati, per cui l’accesso è semplice e intuitivo “, ha  scritto Stefania Maurizi, alla stampa italiana La Repubblica .

Secondo WikiLeaks, la soluzione DRS di Peter-Service può gestire  500.000.000 connessioni al giorno  in un solo cluster, il sistema ha prestazioni elevate e il tempo di ricerca medio richiesto per i record relativi a un utente da un solo giorno è di dieci secondi.

“Il sistema di ritenzione dei dati è una componente obbligatoria per gli operatori per legge; memorizza tutti i dati di comunicazione (meta-) localmente per tre anni. Le autorità di intelligence dello stato usano il  protocollo 538 adattatore incorporato nel DRS  per accedere alle  informazioni memorizzate “continua Wikileaks.

Uno dei sistemi in atto coperti dalla discarica WikiLeaks è stato definito  Traffic Data Mart , “registra e monitora” il traffico IP per tutti i cellulari registrati presso l’azienda.

Il TDM mantiene un  elenco di nomi di dominio categorizzati  – “che coprono tutte le aree di interesse per lo stato. Queste categorie includono siti in blacklist, siti criminali, blog, webmail, armi, botnet, narcotici, scommesse, aggressioni, razzismo, terrorismo e molti altri “.

“Sulla base delle informazioni raccolte, il sistema consente la creazione di report per  dispositivi di abbonamento  (identificati da IMEI / TAC, marca, modello) per un intervallo di tempo specificato: Top categorie per volume, top siti per volume, top siti per tempo trascorso, protocollo utilizzo (navigazione, posta, telefonia, bittorrent) e distribuzione del traffico / tempo “.

Wikileaks aggiunge che “i fornitori nazionali stanno aggregando il traffico Internet nella loro infrastruttura e stanno reindirizzando / duplicando il flusso pieno alle   unità DPI * GRID . Le unità controllano e analizzano il traffico (la presentazione non descrive questo processo in maniera molto dettagliata); i metadati risultanti e le informazioni estratte vengono raccolte in un database per ulteriori indagini. Una soluzione simile ma più piccola chiamata MDH / DRS è disponibile per i fornitori regionali che inviano il traffico IP aggregato tramite una connessione da 10Gb / s a ​​MDH per l’elaborazione “.

WikiLeaks nota inoltre che la presentazione è stata scritta “pochi mesi dopo che Edward Snowden ha reso noto il programma di sorveglianza di massa di NSA e la sua collaborazione con aziende private IT statunitensi come Google e Facebook”.

“Disegnando specificamente il programma  NSA Prism , la presentazione offre alle forze dell’ordine, all’intelligence e ad altre parti interessate di aderire ad un’alleanza per stabilire operazioni equivalenti di data mining in Russia”, aggiunge il gruppo.

È importante notare che i documenti di WikiLeaks non fanno alcun riferimento all’agenzia spia della Russia, FSB, ma fanno solo l’attribuzione a ” agenzie statali “.

I documenti dettagliati mostrano un simile programma di sorveglianza di massa finanziato da statali a quelli utilizzati dalla NSA degli Stati Uniti e da GCHQ nel Regno Unito

Aaron Kesel scrive per l’ attivista e è direttore del contenuto per il Coinivore . Segui Aaron su Twitter e Steemit .

Questo articolo è Creative Commons e può essere ripubblicato in pieno con l’attribuzione. Come l’attivista su Facebook , iscriviti a YouTube , segui su Twitter e Steemit .

Credito di immagine

collegamento di origine

Related

JOIN THE DISCUSSION