Inizia domani il Forum economico internazionale di San Pietroburgo (SPIEF)

La Russia attrae grandi investitori nonostante le sanzioni dell’occidente che cercano di isolarla

by FRANK SELLERS – Duran

I media occidentali vorrebbero far credere che la Russia sia una nazione sottosviluppata con un misero standard di vita. Promuovendo la percezione che sia un paese che non si è mai ripreso dal crollo dell’Unione Sovietica.

Essi vorranno anche che crediate che la Russia sta soffrendo sotto il pesante fardello delle sanzioni imposte dall’Occidente che hanno messo la Russia in ginocchio a causa dell’isolamento, che non potrebbe essere più lontano dalla realtà.

Il Forum economico internazionale di San Pietroburgo (SPIEF) è proprio dietro l’angolo, in programma per il 24-26 maggio, e il docket per l’evento di quest’anno dovrebbe essere impressionante per chiunque tenga d’occhio l’economia internazionale.

Come riportato da RT

Secondo il capo del Russian Direct Investment Fund, Kirill Dmitriev, circa 40 leader dei maggiori fondi di investimento mondiali di 20 paesi con un patrimonio totale di oltre 13.500 miliardi di dollari parteciperanno al forum. Questo è un record per questi incontri, ha spiegato Dmitriev.

“Gli ospiti stranieri discuteranno con il presidente Putin che la Russia ha una buona posizione macroeconomica e che hanno beneficiato degli investimenti nell’economia russa”, ha detto, aggiungendo che “tutte le ipotesi che l’economia russa sarà isolata non erano giustificate”.

Circa 15.000 partecipanti provenienti da oltre 100 paesi sono attesi per l’evento della durata di tre giorni, che si aprirà ufficialmente il 24 maggio.

“L’interesse è alto e arriveranno delegazioni ufficiali da oltre 100 paesi, che sono circa 15.000 potenziali partecipanti”, ha  detto ai giornalisti il ​​governatore di San Pietroburgo Georgy Poltavchenko. “Tra gli ospiti di alto rango, ci aspettiamo il presidente francese Emmanuel Macron e il primo ministro giapponese Shinzo Abe.”

L’America e i suoi alleati hanno messo in atto una grande spinta per impedire alla Russia di avere accesso ai loro mercati e a quelli in cui esercitano una pesante influenza, attraverso successivi cicli di sanzioni e lanciando molte denunce politiche costruite su accuse inventate, dal sostegno ai governi tirannici all ‘incoscienza ‘fare uso di agenti nervini illegali uccidendo individui in ambiti extraterritoriali. Ma quanto è efficace questo schema?

Gli effetti sono stati alquanto disparati, in quanto alcune società beneficiano delle sanzioni, in cui la loro attività cresce a causa della minore concorrenza estera. Altri, che hanno operato anche nei mercati occidentali, si sentono in difficoltà, avendo perso quell’accesso, che rappresenta una percentuale dei loro guadagni. Eppure molti altri non sono affatto interessati.

E poi ci sono quelli che hanno intenzione di continuare a ignorarli. L’imminente Forum economico internazionale di San Pietroburgo ospiterà molte migliaia di investitori da oltre 100 paesi, tra cui numerosi investitori altamente qualificati e con un portafoglio cospicuo.

Il post Russia attrae grandi investimenti nonostante le sanzioni ei tentativi occidentali di isolare sono apparsi prima su The Duran .

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email