Siria – un blindato russo esplode su una mina: un morto e feriti

Siria un blindato russo è stato fatto esplodere da una mina: tra l’equipaggio un morto e feriti

Nella provincia siriana di Hasaka, un’autoblindo di fabbricazione italiana, IVECO LMV “Lynx” delle forze armate russe, è stato fatto esplodere durante un pattugliamento.

L’incidente è avvenuto il 9 giugno 2021, ma se ne è saputo solo ora. La pattuglia ha guidato in una direzione lungo la strada – non sono stati registrati incidenti. Quando il convoglio stava tornando indietro lungo lo stesso percorso, si è verificata un’esplosione. Di conseguenza, un militare è stato ucciso, mentre gli altri hanno riportato ferite di varia gravità.

Come successivamente è stato stabilito, l’auto blindata è stata fatta esplodere da una mina anticarro TM-62. Il militare deceduto, a differenza dei suoi compagni, non indossava la cintura di sicurezza, né indossava un giubbotto antiproiettile e un casco. Se il resto ha ricevuto commozioni cerebrali e ferite, a causa del fatto che la capsula rinforzata del Lince è rimasta intatta, tutto è finito tragicamente nei suoi confronti.

La comunità russa di Telegram “REVERSE SIDE OF THE MEDAL” ha pubblicato le foto del veicolo corazzato fatto saltare in aria. Su di essi puoi vedere che l’intera parte anteriore, dove si trova il motore, che ha subito lo shock principale dell’onda d’urto, è praticamente accartocciata.

Il “LInce” ha ricevuto danni critici che non possono essere riparati, ma il vicolo corazzato ha affrontato il suo compito: ha salvato la vita del personale. Ora sono in corso indagini per capire chi avviato l’attacco e si sta accertando il coinvolgimento dei gruppi jihadisti.

Free News

Exit mobile version