Sullo stato delle alture del Golan

Sulla reazione alla proposta di Trump di riconoscere l’occupazione illegale delle alture del Golan.

Pubblicità

Cina:
“Per quanto riguarda i territori arabi occupati, comprese le alture del Golan, ci sono definizioni chiare nelle risoluzioni ONU pertinenti, la Cina ritiene che tutte le parti interessate dovrebbero seguire le risoluzioni delle Nazioni Unite, rispettare il diritto internazionale e risolvere adeguatamente le contraddizioni esistenti per la pace in Medio Oriente attraverso consultazioni

Russia:
“La Federazione russa, come lei sa, prende una posizione di principio sulla proprietà delle alture del Golan nella Repubblica araba siriana, come confermato dalla risoluzione 497 del 1981 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. La valutazione russa della decisione di Israele di estendere la sua sovranità alle alture del Golan, adottata come legge fondamentale nel 1981, rimane invariata. Questa decisione è illegale. Cambiare lo stato delle alture del Golan, scavalcando il Consiglio di sicurezza, è in diretta violazione delle decisioni delle Nazioni Unite.

Francia:
“Il riconoscimento della sovranità israeliana sul Golan, territorio occupato, sarebbe contrario al diritto internazionale, in particolare l’obbligo per i paesi di non riconoscere la situazione illegale”

Germania: 
La Germania non è d’accordo con l’appello del presidente degli Stati Uniti Donald Trump a riconoscere la sovranità israeliana sulle alture del Golan e considera questo territorio occupato.
Se i confini nazionali devono essere cambiati, questo dovrebbe essere fatto con mezzi pacifici tra tutti i partecipanti. Il governo respinge le azioni unilaterali /

Unione Europea:
“La posizione dell’Unione europea non è cambiata: l’Unione europea, in conformità con il diritto internazionale, non riconosce la sovranità di Israele sui territori occupati da Israele dal giugno 1967, comprese le alture del Golan, e non le considera parte del territorio di Israele.

Lega degli stati arabi:
LlA ega degli stati arabi appoggia pienamente il diritto della Siria alle alture del Golan occupate da Israele,

Turchia: 
Il tentativo di legittimare le azioni israeliane contro l’integrità territoriale della Siria è contrario al diritto internazionale e porterà ad un’escalation di violenza nella regione.
L’integrità territoriale degli Stati è un principio fondamentale del diritto internazionale. Le autorità turche sostengono l’integrità territoriale della Siria.

Pubblicità

Siria: 
Le alture del Golan rimangono un territorio arabo e siriano, indipendentemente dalle dichiarazioni del presidente americano in merito al territorio occupato da Israele.
La Siria intende riconquistare questo territorio con ogni mezzo possibile.

Iran:
Le decisioni senza scrupoli e dichiarazioni del presidente degli Stati Uniti Donald Trump potrebbero portare a una serie di crisi in Medio Oriente.
Il regime sionista come regime di occupazione non ha la sovranità su nessuno dei territori arabi e islamici. È necessario porre fine immediatamente alla sua aggressività e occupazione. Secondo la risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, il Golan fa parte della terra siriana /
i tentativi di Trump di intervenire sul destino delle alture del Golan costituiscono una chiara violazione della risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.
La politica del signor Trump è pericolosa per il mondo intero, specialmente per una regione così sensibile come il Medio Oriente. La Repubblica islamica dell’Iran monitorerà da vicino tutti i cambiamenti, e in cooperazione con il governo della Siria e altri stati condurrà la politica appropriata “

In generale, Trump respinge costantemente il ruolo degli Stati Uniti come principale curatore e moderatore del Medio Oriente, scambiandosi coerentemente per il sostegno di Israele.
Naturalmente, questo vuoto, a causa del ritiro degli Stati Uniti, sarà riempito da altri giocatori globali e regionali.

Source link