Siria – Relazione operativa del 19.03.2019

La situazione operativa in Siria nel corso dell’ultimo giorno non è cambiata. Nel sud di Aleppo, il confronto tra i ribelli e le forze governative continua. In Idlib iniziarono scontri interni tra i militanti dei gruppi Hyatt Tahrir ash-Sham e Harakat Ahrar ash-Sham . Nel nord di Hama, le parti si scambiavano colpi reciproci. ” Le forze democratiche siriane » ( SDF ) continuano ad assediare l’enclave l’ISIS vicino al villaggio di Baguz Fukani.

  • Provincia di Aleppo:

L’esercito siriano, in risposta a incessanti provocazioni, ha lanciato un attacco di artiglieria sulle posizioni dei jihadisti negli insediamenti di Zammar e Al-Eis nel sud di Aleppo.

I miliziani antigovernativi mirano ad uno scuolabus: uccisi due bambini

L’agenzia Interfax riferisce oggi che il responsabile del Centro russo per la riconciliazione dei partiti in guerra in Siria, maggiore generale Viktor Kupchishin,  in un briefing tenuto nella base aerea russa di Hmeymim ha riferito che martedì  due bambini sono morti a causa dell’attacco da parte di terroristi di uno scuolabus nel nord-ovest della città siriana di Aleppo.

“Il 19 marzo 2019, alle 16:50 ora locale, nella zona di Ezahrah a nord-ovest di Aleppo, dal territorio del distretto di Leramunt sotto il controllo di gruppi terroristici, uno scuolabus che trasportava bambini è stato sottoposto a un fuoco di cecchino. I tiri hanno ucciso un ragazzo di dodici anni, mentre una bambina di otto anni e l”insegnante che accompagnava i bambini sono stati gravemente feriti e la ragazza è morta successivamente  in ospedale”, ha detto Kupchishin.

Il generale ha voluto mettere in evidenza che ” la provocazione dei militanti è finalizzata a destabilizzare la situazione nella zona idlib di de-escalation e interrompere l’accordo sulla creazione di una zona smilitarizzata. “Allo stesso tempo, per dare la massima risonanza ai loro crimini, i militanti sono passati ad atti terroristici disumani, iniziando a uccidere cinicamente e volutamente i bambini”.

Intanto ad Aleppo il ministro della difesa russo, gen. Sergei Shoigu  ha incontrato a Damasco il presidente siriano Assad ed ha discusso della situazione attuale e e temi in prospettiva post-bellica.

In Afrin, c’è stato un incontro bilaterale tra rappresentanti dell’esercito russo e quello  turco. Tutte le strade che portano al luogo dell’incontro sono state bloccate e fortemente sorvegliate. (fonte(@afrinactivists). Ciò è accaduto mentre nella città di Afrin, di fronte all’edificio Hekmeh , dove si trova il quartier generale locale filo turco, è esplosa un’autobomba.

  • Provincia di Idlib:

Le forze governative hanno attaccato le posizioni dei terroristi nelle vicinanze della città di Tell-Osman (al nord di Mahardah ) e l’insediamento di al- Janabrah( fonte Twitter @ MasarPressNet). Inoltre, le forze di sicurezza hanno sparato su gruppi di militanti di Nusra alla periferia dell’insediamento. Kalaat al-Madik, Wadi-Uweir e Khan-Sheikhun. Inoltre, un missile ha colpito le posizioni di fuoco dei ribelli nelle aree di Talmansa e Maar-Shamarin.

Dopo una pausa di due settimane, a sud di Idlib sono ricominciati scontri interni. Ieri mattina nella città di Umm-Sayr c’è stato uno scambio di fuoco con l’uso di armi leggere e medie tra i militanti del gruppo terroristico qaedista “Hayat Tahrir al-Sham” e il gruppo “Ahrar al-Sham”. Secondo alcune fonti dopo il crollo della coalizione jihadista Jaish al-Fateh , Ahrar al-Sham sta cercando di cambiare la sua immagine “ridipingendosi” da gruppo islamico radicale a un gruppo ribelle – alla stregua dell’ Esercito Siriano Libero ( FSA ) considerato un gruppo ‘moderato’ dall’occidente.

Attualmente è dalla parte della coalizione pro-turca “Fronte di Liberazione Nazionale» (NFL), che è in lotta contro al Qaeda (Tharir al Sham)  quasi tutta la provincia di Idlib.

Tuttavia da due settimane gli scontri interni sembravano congelati visto il nemico comune rappresentato dalle forze siriane.

Secondo la fonte @IdlibPlus, i militanti di Hayat Tahrir AL sHAM (HTS) hanno arrestato il corrispondente di Agence France-Presse per aver scritto cose sgradite.In pratica il corrispondente ha coordinato tutte le informazioni pubblicate con i militanti di HTS, ma avrebbe commesso l’ errore di aver scritto sull’arrivo del convoglio militare turco senza un accordo preventivo con HTS.

  • Provincia di Latakia:

Alla vigilia di un possibile aggravamento della situazione e l’inizio dell’operazione militare a Idlib, il comando russo rafforza la sua forza aerea. Ulteriori 4 velivoli di attacco Su-25M (aerei da combattimento a terra), sono stati schierati nella base aerea di Hmeimim.

  • Provincia di Hama:

Nel nord di Hama, l’esercito siriano (SAA) ha colpito con razzi e artiglierie le posizioni dei gruppi jihadisti. Sotto il fuoco di SAA   le roccaforti dei ribelli nella zona dell’insediamento. Attaccate le posizioni di gruppi armati nelle aree degli insediamenti Al-Hawiz, Al-Sahrwiya, Shahranaz e Morek.

A loro volta, i militanti del gruppo “Hayat Tahrir al-Sham” hanno lanciato  un missile guidato a ATGM sulle posizioni delle forze armate siriane . Diversi soldati sono rimasti feriti, non sono stati registrati morti.

  • Provincia di Deir ez-Zor:

La scorsa settimana, un combattente di Hezbollah è stato ucciso nella parte orientale della Siria . La morte del volontario libanese è sopravvenuta durante un’operazione di controterrorismo nell’area della città di Abu Kamal quando terroristi dell’Isis hanno lanciato un colpo di mortaio sulle posizioni SAA in prima linea.

Nel frattempo, sulla riva orientale dell’Eufrate, le forze democratiche siriane (SDF) continuano a prendere d’assalto l’enclave dell’ISIS  nel villaggio di Baguz . La sacca è ormai stata ridotta a soli 300 metri quadrati.

In chiusura del report sembra che la sacca sia stata completamente eliminata ed i superstiti dell’ISIS si siano arresi come testimoniano i video.

  • Provincia di Rakka:

Baladi News riferisce  che militanti sconosciuti, che si muovevano in moto, hanno sparato ad posto di blocco delle “Forze Democratiche Siriane” (SDF) nella provincia di Raqqa . Secondo la fonte. Di onseguenza due soldati del SDF sono stati uccisi  e altri due miliziani curdi sono rimasti feriti.

  • Provincia di Homs:

L’esercito arabo siriano ha condotto esercitazioni militari vicino alla base militare americana At-Tanf, che è occupata illegalmente dalle forze armate statunitensi nella provincia di Homs. Secondo una fonte Twitter (@NadieHarbieh), l’esercitazione è stata il primo passo nella preparazione di una futura operazione militare su vasta scala per liberare la zona dai gruppi terroristici che si nascondono nella zona di At-Tanf.

  • Daara:

Uomini armati non identificati hanno attaccato il checkpoint dell’esercito arabo siriano nella zona  al-Balad della città di Daraa. Gli scontri non hanno causato vittime, dal momento che i militanti sono stati respinti.

source: canali ufficiali, blogger, social, fonti locali, media