Siria – la situazione delle zone di combattimento – 7 marzo 2019

Aleppo. I combattenti HTS hanno sparato numerosi proiettili di artiglieria e razzi dalle loro posizioni nel sud-ovest di Aleppo verso Al-Zahra (Al-Zahraa), New Aleppo e Sabil nel capoluogo di provincia.

Idlib. L’artiglieria CAA e le Forze aeree arabe siriane hanno inflitto colpi di artiglieria e attacchi aerei sulle posizioni e sulle fortificazioni dei militanti nelle aree popolate di Jaish el-Izzh ad Al-Nairab, Jisr al-Shughour, Saraqib, Khal al-Sabil e Khan Sheikhun. È stato riferito che un  aereo della SAR nell’area di Khan Sheikhun (Khan Sheikhun)  è stato distrutto da gruppi ribelli.

Hama.Per la seconda volta negli ultimi cinque giorni, le forze armate turche hanno inviato un grande convoglio, composto da oltre 100 soldati e diversi veicoli, a nord-ovest della provincia di Hama,  vicino al villaggio di Sheikh Maghar. Gruppi di militanti, Jaish al-Izz hanno sparato sul villaggio di Jourin, nella parte settentrionale di Hama, uccide uno e ferisce sei civili. L’artiglieria governativa ha attaccato posizioni jihadiste.

Homs . Nella zona controllata dagli americani di al Tanf , sono stati osservati gruppi militanti ISIS. I militanti dell’ISIS  hanno sparato un ATGM a una macchina appartenente al comandante del gruppo sostenuto dagli Stati Uniti Jaysh Mugavir Al-Tura quando stava attraversando la zona di al Tanf. Di conseguenza, il comandante del gruppo, Mohannad Al-Talaa, e le sue due guardie del corpo sono stati gravemente feriti.

Suwayda.Un gruppo di militanti dell’Isis è stato scoperto dalle forze di difesa nazionali governative (NDF) nell’est della provincia nell’area di Dayat. Durante la battaglia che ne seguì, fu catturato un miliziano dell’ISIS. Viene riferito che che circa 200 militanti si nascondono ancora nella regione desertica di Suweida orientale.

Deir ez-Zor.Mercoledi ‘sono stati catturati 400 militanti dell’Isis che hanno cercato di fuggire dal villaggio di Baghuz; allo stesso tempo,  l’alto comandante delle forze democratiche siriane (SDF) ha detto che centinaia di altri si sono arresi. Fonti dell’ SDF riferiscono che 18.500 persone si sono arrese dall’inizio dell’evacuazione a Baghuz, inclusi circa 6.500 militanti IS e le loro famiglie che si sono arrese negli ultimi 2 giorni. A causa dell’evacuazione in corso, l’operazione è sospesa per 2 giorni. Tra coloro che si sono arresi ci sono cittadini di Germania, Arabia Saudita, Bosnia, Belgio, Finlandia, Francia, Norvegia, Olanda, Indonesia, Filippine, Cecenia, Afghanistan, Turchia, Russia e Iraq. Le cattive condizioni di vita nel campo profughi di Al-Khol  dove vengono trasportate famiglie di militanti dell’Is, sono pessime. Secondo il Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR), molti dei nuovi arrivati ​​- per lo più donne e bambini – sono costretti a vivere all’aperto senza tende in condizioni climatiche avverse. Le YAT (Special Forces YPG) sono schierate a Baghuz per sicurezza. I combattenti della SDF hanno liberato 14 bambini Yezidi. Le forze speciali della francesi sono coinvolte nella battaglia per Baghuz.

Anna News

Facebook Comments