La riforma del numero dei parlamentari è irrilevante per i problemi italiani

Riforma numero parlamentari: le falsità.

Sono state depositate le firme in Corte di Cassazione, il 10 gennaio scorso, per procedere al referendum abrogativo della riforma del numero dei parlamentari, la cui campagna propagandistica e populista si è basata su una fandonia: quella che avremmo il numero più alto di parlamentari in Europa.

In Italia mi sono basata su questo studio che però sul Belgio non la racconta giusta

 

Numero parlamentari Europa
Ora è vero che in termini assoluti, l’Italia ha il secondo maggior numero di parlamentari dietro al Regno Unito. Però se consideriamo il dato del rapporto tra parlamentari e abitanti – che è il dato che conta per la rappresentatività di uno Stato democratico – l’Italia figura tra i paesi con meno parlamentari pro capite (al sesto posto): 1 parlamentare ogni 62815 dietro a Germania (che ne ha più di tutti pro capite), Paesi Bassi, Francia, Spagna e Polonia mentre se prendiamo il Belgio, ad esempio, tutti gli studi ne contano solamente  210, facendo figurare questo paese al settimo posto tra i più virtuosi giusto dietro l’Italia con 1 rappresentante per ogni 54425 abitanti.

Rapporto parlamentari pro capite

Ora il dato è sbagliato visto che il Belgio non conta 210 parlamentari bensì un totale di 542, perché essendo uno Stato federale, non ha solo un parlamento federale, ma ha anche il Parlamento delle Fiandre, quello della Vallonia, quello della Regione di Bruxelles Capitale, quello della Comunità linguistica francofona, quello della Comunità germanofona e infine l’Assemblea comunitaria francofona. Con 542 parlamentari (senza contare i parlamentari europei), significa che ha 1 parlamentare per ogni  21088 abitanti (e non 54425) cioè ha tre volte più parlamentari pro capite dell’Italia.

All’epoca dei Padri costituenti, il numero di parlamentari era di 915 per 46210000 abitanti, cioè nel 1948 avevamo un rappresentante per ogni 50502 abitanti.

Nel 1963 con 51 016 000 abitanti e 945 parlamentari, avevamo un rappresentante ogni 53985 abitanti, e oggi che ne abbiamo 1 per ogni  62815, gli stessi parlamentari sono riusciti a votare una riforma per passare da 1 ogni 50502 cittadini italiani del 1948 a  1 per ogni 100000 cittadini italiani (600 parlamentari), e questo se contiamo circa 60 milioni di abitanti, inclusi gli iscritti all’AIRE!

Per dire, dai Padri costituenti a oggi stiamo per dimezzare il parlamento!

E tutto questo raccontandoci la fandonia che l’Italia sarebbe tra i paesi al mondo con il maggior numero di parlamentari, mentre come abbiamo visto si trova nella media BASSA dei paesi, tra i paesi che hanno meno parlamentari pro capite in Europa (al sesto posto) !

Per dire che la mamma dei diversamente sovrani è sempre incinta.

E mi sono limitata a parlare della forma, perché se entriamo nel merito dell’esercizio di quella sovranità di cui il parlamento dovrebbe essere il depositario a livello del paese, persino il parlamento di un paese martoriato e occupato come l’Iraq, ha dimostrato di sapere essere mille volte  più sovrano del nostro, riuscendo a votare il ritiro delle basi USA dal paese ! Adempiendo alla sua missione e non come il parlamento italiano che sa solo autocastrarsi, e con esso, trascinando nel baratro il paese intero!

Nforcheri 12/01/2020

Riferimenti

http://docs.vlaamsparlement.be/docs/varia/brochures/les-parlements-de-belgique-international-fr.pdf

 

Content retrieved from:https://scenarieconomici.it/riforma-numero-parlamentari-le-falsita/.

JOIN THE DISCUSSION