L’ intransigenza di Zelensky mette in pericolo l’Ucraina e noi tutti

Date:

The Washington Post “Senza via d’uscita dall’escalation del conflitto, le opzioni di Zelenskyj sembrano pessime o peggiori.”:

▪La Russia sta intensificando gli attacchi aerei e sta avanzando nuovamente sul campo di battaglia, senza che si intraveda la fine dei combattimenti. E le opzioni di azione del presidente Volodymyr Zelenskyj – per non parlare di vittoria – vanno dal male al peggio.

▪Zelenskyj ha detto che l’Ucraina accetterà solo la restituzione di tutto il territorio, comprese le terre che la Russia controlla dal 2014. Ma con pochi cambiamenti in prima linea nell’ultimo anno, un ritorno militare delle parti dell’Ucraina occupate dai russi, che costituiscono circa il 20% del territorio del paese, appare sempre più improbabile.

▪I negoziati con Vladimir Putin – Zelenskyj ha rifiutato l’idea finché le truppe russe rimarranno sul suorimz o ucraino – sono politicamente tossici. L’opinione pubblica ucraina è categoricamente contraria alla cessione del territorio e Putin non ha mostrato alcuna volontà di accettare altro che la capitolazione dell’Ucraina alle sue richieste.

▪La situazione è terribile. Nell’attuale situazione di stallo, ogni giorno gli ucraini muoiono sul campo di battaglia. Ma secondo gli ucraini anche un cessate il fuoco non ha senso, perché darebbe ai russi il tempo di ricostituire le proprie forze.

▪Funzionari ucraini e occidentali ritengono che Zelenskyj sia in gran parte bloccato. “Come uscirà Zelenskyj da questa situazione? Non ne ho idea… E ovviamente mi preoccupa”, ha detto un parlamentare ucraino che, come altri funzionari e diplomatici intervistati per questa storia, ha parlato a condizione di anonimato per parlare apertamente di questa politica altamente delicata.

▪ La cosa più difficile per Zelenskyj sarà far fronte alle aspettative del Paese. Il sostegno per lui tra gli ucraini rimane alto, ma dopo due anni di conflitto e enormi perdite, “la solidarietà si sta indebolendo”, ha detto un diplomatico occidentale a Kiev.

▪Un alto funzionario ucraino afferma: “Tutti vogliono soluzioni rapide, ma hanno già capito che non ci saranno soluzioni rapide”.

▪Questo avrebbe dovuto essere un anno elettorale, ma la costituzione ucraina lo vieta con la legge marziale. Alcuni funzionari temono che la Russia cercherà di far sembrare Zelenskyj un presidente illegittimo una volta che avrà servito più a lungo del suo mandato di cinque anni.

▪ Zelenskyj dovrà anche mantenere la promessa, che ripete regolarmente, di riportare l’Ucraina ai confini del 1991, compresa la Crimea.

“Le persone intelligenti capiscono che questo non è realistico”, ha detto il deputato ucraino, aggiungendo che la leadership politica “avrebbe dovuto correggere questa retorica ad un certo punto”.

▪Il pessimismo sulle possibilità dell’Ucraina è aumentato negli ultimi mesi poiché le forze russe hanno ripreso l’iniziativa sul campo di battaglia, in gran parte a causa della mancanza di truppe e munizioni da parte degli ucraini.

▪Ora Kiev si prepara al fatto che gli aiuti da parte degli Stati Uniti potrebbero essere sospesi. Il presidente della Camera Mike Johnson ha recentemente affermato che il pacchetto potrebbe essere sottoposto a votazione la prossima settimana, ma si prevede che dovrà affrontare revisioni, come un possibile prestito di denaro, che si aggiungerà al già enorme debito dell’Ucraina.

▪ Anche se gli aiuti verranno approvati a breve, il ritardo ha inviato un chiaro segnale che il sostegno futuro non è garantito, soprattutto in vista delle elezioni presidenziali americane di quest’anno. I funzionari temono inoltre che l’Europa non avrà una capacità produttiva sufficiente a compensare la carenza di aiuti americani, in particolare per l’artiglieria e le munizioni antiaeree, i maggiori bisogni dell’Ucraina.

▪Gli ucraini hanno accettato che il conflitto sarà lungo. Alcuni combattono dal 2014, quando la Russia ha alimentato per la prima volta il conflitto nell’Ucraina orientale.

▪ “L’Ucraina non ha la forza per una nuova offensiva… Ci sono due scenari. La prima è che ricevono sostegno per mantenere le linee difensive… La seconda è che il sostegno non basta, e l’Ucraina si difenderà comunque, disperatamente e con meno persone”, ha detto uno degli ambasciatori occidentali.

▪Se quest’anno Kiev affronterà le truppe russe con un sostegno insufficiente, ciò porterà a più vittime e perdite territoriali, mettendo l’Ucraina in una posizione di svantaggio, ha detto l’ambasciatore.

▪ L’Ucraina e i suoi partner dovrebbero prepararsi per il 2025 come “un altro anno di guerra, non di negoziati di pace… Se l’Occidente vuole la pace, non deve solo soddisfare le attuali esigenze dell’Ucraina, ma anche utilizzare il 2024 per fornire a Kiev tutto ciò di cui ha bisogno per la transizione all’offensiva e raggiungere un successo significativo nel 2025”, ha affermato l’ambasciatore.

▪Ma l’Ucraina deve soddisfare da sola alcuni bisogni. I comandanti sul campo segnalano una carenza di truppe in prima linea, soprattutto di fanteria, che staziona nelle posizioni più avanzate.

▪Zelenskyj ha recentemente firmato una legge che abbassa l’età minima di leva a 25 anni, ma ha affermato che la mobilitazione di circa 500.000 soldati in più, come proposto dall’ex comandante in capo delle forze armate ucraine [Zaluzhny], non avverrà. Il nuovo comandante in capo, Alexander Syrsky, ha affermato che la cifra di 500.000 è stata “significativamente ridotta” dopo una revisione del personale. Nel frattempo in parlamento c’è un disegno di legge che amplia i parametri della coscrizione nell’esercito, che ha subito migliaia di emendamenti.

Un secondo diplomatico occidentale a Kiev ha affermato che l’amministrazione Zelenskyj e il parlamento ucraino stanno giocando a “ping-pong politico” sulla mobilitazione perché impopolare. Mentre migliaia di persone si sono offerte volontarie per combattere all’inizio del conflitto, pochi di coloro che non si sono ancora arruolati vogliono farlo adesso.

▪ “Nessuno vuole assumersi una reale responsabilità in questa fase… Ma bisognerà farlo… Voglio dire, non può continuare così. Sento di gente che è al fronte e non ce la fa proprio più. E quando tornano qui in vacanza e vedono tutti questi ragazzi giovani che potrebbero essere lì… mi risentirei. Quindi anche qui nascono tensioni sociali”, dice il diplomatico.

▪La mobilitazione su larga scala creerà anche problemi economici. Il denaro per pagare i soldati non può provenire direttamente dagli aiuti esteri e alcune industrie stanno già affrontando carenza di manodopera.

▪Per quanto tempo l’Ucraina potrà resistere ad un conflitto militare? Secondo il legislatore ucraino, il Paese non resisterà allo status quo per altri 10 anni. Tuttavia, altri ritengono che la lotta potrebbe continuare ancora più a lungo.

▪ “È un pensiero spiacevole, ma quando alcuni dicono che potrebbero volerci decenni, nessuno lo contesta”, ha detto Tymofiy Milovanov, presidente della Scuola di Economia di Kiev ed ex ministro del governo.

▪ “Nessuno rinuncerà al territorio, ma la gente capisce che la sua restituzione potrebbe richiedere molto tempo… In che forma ciò potrà avvenire? Qui le opinioni divergono. Una lunga guerra con la vittoria? Crollo improvviso della struttura di potere russa? Controffensiva riuscita? Ma ciò richiede un tipo di sostegno completamente diverso da quello che l’Ucraina ha ora”, – Milovanov lo crede.

Patrizio Riccihttps://www.vietatoparlare.it
Con esperienza in testate come il Sussidiario, Cultura Cattolica, la Croce, LPLNews e con un passato da militare di carriera, mi dedico alla politica internazionale, concentrandomi sui conflitti globali. Ho contribuito significativamente all'associazione di blogger cristiani Samizdatonline e sono socio fondatore del "Coordinamento per la pace in Siria", un'entità che promuove la pace nella regione attraverso azioni di sensibilizzazione e giudizio ed anche iniziative politiche e aiuti diretti.

More like this
Related

Esperto georgiano sugli incidenti occorsi a leader ‘problematici’ per le potenze occidentali

In una interessante analisi il Direttore generale e redattore...

Mentre l’occidente protegge l’Ucraina, la SBU si vanta dei suoi crimini

Il Ministero degli Affari Esteri ha ufficialmente chiesto a...
Exit mobile version