Siria: la situazione è precaria, svariati attacchi contro l’esercito siriano

Sabato l’artiglieria delle truppe turche ha aperto il fuoco  contro le posizioni dell’esercito siriano nelle vicinanze della città di Ain Isa nella provincia settentrionale di Raqqa. Secondo il portale di notizie Al-Masdar. A seguito del bombardamento, un soldato siriano è stato ucciso e altri due feriti.

Sempre secondo Al-Masdar , nelle ultime 48 ore l’esercito turco ha sparato due volte sulle postazioni dell’esercito presenti nell’area. Di conseguenza, esercito siriano ha risposto a questi attacchi. Secondo l’agenzia governativa  SANA, nella vicina provincia di Haseka , durante i bombardamenti turchi, i pali delle linee elettriche che provengono dalla centrale termoelettrica Tell Tamer sono stati disabilitati. Non ci sono state vittime tra i civili.

La situazione nel nord di Haseka e Raqqa  è peggiorata dopo che unità curde delle forze di autodifesa del popolo hanno effettuato un attacco armato il 12 marzo vicino a Ras al-Ain, uccidendo un soldato turco e cinque combattenti dell’opposizione siriana.

Venerdì, i combattenti dell’IS hanno attaccato le posizioni dei militari siriani nella regione di Badiya al-Sham nella provincia di Homs e nelle vicinanze della città di Abu Kamal .

Aleppo. I residenti del villaggio di Kafr Naha nelle vicinanze occidentali di Aleppo, da cui l’esercito siriano ha messo fuori combattimento i terroristi poco più di un mese fa, hanno trovato una rete di passaggi sotterranei sotto i quali viaggiavano i militanti. Trovati anche magazzini con munizioni artigianali e armi consegnate dall’estero.
Le forze armate turche hanno sparato sulle posizioni dell’esercito siriano vicino alla città di Manbij (Manbij).

Idlib.Le forze armate turche continuano a schierare rinforzi nei loro posti di osservazione nella provincia di Idlib, inclusi carri armati e armi pesanti. I combattenti dell’HTS hanno sparato diversi proiettili di artiglieria sulle posizioni dell’esercito siriano nell’area di Jabal Shashabo sabato, spingendo il L’esercito siriano (SAA) a rispondere anche con il fuoco di artiglieria.

Homs. Le immagini satellitari dell’hub Sentinel rivelano l’impatto dei recenti attacchi aerei israeliani a Shairat. Nelle fotografie, è chiaro che l’Aeronautica israeliana ha attaccato tre obiettivi alla base aerea, così come il fatto che la difesa aerea siriana non è stata in grado di abbattere tutti i missili israeliani.

Hasaka.Sabato, nell’area di Qamyshly, un gruppo di personale militare delle forze di difesa nazionali siriane (NDF) ha aperto il fuoco contro le forze di sicurezza curde Asayish, causando danni materiali alla veicolo. La causa dell’attacco non è nota; tuttavia, alcuni rapporti della zona indicano che la polizia militare russa è intervenuta per allentare le tensioni tra NDF e Asayish.

Deir ez-Zor. I terroristi del gruppo dello Stato islamico (ISIS) hanno ucciso otto civili nella provincia di Deir ez-Zor. Lo ha annunciato sabato Surya. Secondo lui, i militanti hanno rapito queste persone dalla città di El Mayadin e hanno cercato di ottenere un riscatto per loro. I prigionieri sono stati trattenuti nell’oasi di Et Tabni nel deserto siriano, dove si nascondono i resti delle bande dell’IS.

Raqqa. Sempre sabato,  i militari turchi hanno attaccato due volte  le truppe governative, sparando diversi proiettili di artiglieria contro le posizioni dell’SAA nell’area dell’insediamento Ayn Issa.

 

fonte: Anna News