SIRIA – Cessate il fuoco in provincia di Idlib: questa volta reggerà?

1 agosto – Le autorità siriane hanno concordato un cessate il fuoco nella provincia siriana di Idlib se verranno soddisfatte diverse condizioni, riferisce l’agenzia siriana SANA giovedì, citando una propria fonte.
Secondo questa fonte, le autorità siriane hanno approvato “un cessate il fuoco nella zona di de-escalation di Idlib, a partire dalla notte”. I media siriani spiegano che si intende la notte del 2 agosto.
L’agenzia SANA osserva che Damasco accetta un cessate il fuoco a condizione che le parti rispettino le condizioni dell’accordo di Sochi, che prevede, in particolare, il ritiro di armi pesanti. Damasco, insistete sul ritiro dei militanti a 20 km dalla linea della zona di declassamento.
La Russia ha appoggiato la decisione del governo siriano di cessare il fuoco, ha dichiarato Alexander Lavrentiev, rappresentante speciale del presidente russo per la Siria.

INTERFAX.RU – https://www.interfax.ru/world/671273

Situazione attuale 1 agosto 2019 nella zona di Idlib/HAMA:

L’aviazione russa ha colpito le fortificazioni e le comunicazioni dei militanti nell’area della città di Lathamn.I lanciarazzi MLRS dell’esercito siriano (SAA) hanno sparato contro posizioni dei jihadisti vicino al villaggio di Sunset. Dopo gli attacchi dell’aviazione e dell’artiglieria, l’esercito siriano, lanciando un’offensiva, ha liberato diverse fattorie dai militanti del Fronte FNL turco, nonché le aree di Wadi Hasmin e Al-Aziziya (Al-Aziziyah), L’esercito siriano ha avanzato da Wadi Hasmin (Wadi Hasmin), catturando diverse fattorie a sud del villaggio di Zak (Zakah). A ovest di Zakah, SAA ha conquistato la cittadina di Abu Raidah. Attualmente, SAA ha raggiunto la periferia del villaggio di Khasro (Hasraya). Nella zona della città di Jibin, le forze aeree siriane e le forze aeree russe hanno attaccato i militanti che si erano concentrati per contrattaccare. Questi attacchi dell’aviazione russa e siriana si sono rivelati decisivi. Vedremo cosa succederà, per ora le battaglie continuano e non accennano a diminuire.

Difficile uscire dalla situazione in Idlib se non cessa l’ambiguità turca

Considerando che “i turchi hanno promesso di rispettare l’integrità territoriale della Siria e di lasciare la Siria”. Finché i jihadisti controlleranno i territori, i turchi saranno in questi territori.
Quindi ogni tregua, ogni cessate il fuoco, ogni congelamento della situazione è un’estensione della permanenza dei turchi sul territorio siriano.
Questo è evidente per chiunque. Quindi se volessero aiutare a mantenere l’integrità del territorio siriano come dicono, aiuterebbero a sconfiggere i jihadisti.
Ma invece aiutano i jihadisti a mantenere il territorio, aiutano a rimanere per prolungare ulteriormente l’occupazione della Siria.

Pubblicità