Madre britannica arrestata per essersi riferita a trans secondo il suo sesso biologico

Può una mamma di due bambini essere arrestata perché in uno scambio di battute con una persona trans le si è riferita secondo il sesso biologico e non secondo il sesso da percepito (quello di donna)? Può una mamma essere arrestata perché discutendo con una persona trans ha espresso la convinzione che nessuno “può praticamente cambiare sesso”? A quanto pare sì. Almeno in alcune nazioni come il Canada. Ma ora anche nel Regno Unito, anche se non si è ancora dotata di una legge ad hoc.

Ecco l’articolo di Tyler Durden, nella  traduzione del Blog di Sabino Paciolla:

I tempi in cui i liberali potevano credibilmente affermare che “nessuno andrà in prigione” per aver violato le leggi che hanno reso un crimine chiamare un/una trans con il pronome che non riflette quello sentito come propria identità sono oramai saldamente nel passato. E anche se il Regno Unito non ha approvato una legge del genere – come ha fatto il Canada nel 2017 – a quanto pare, la polizia britannica sta ora acconsentendo alle richieste che gli individui che si riferiscono in modo errato a una persona trans su Internet possano essere indagati e accusati per aver intrapreso una “precisa campagna di molestie”.

Secondo un rapporto del Daily Mail, una madre 38enne dell’Hertfordshire è stata arrestata davanti ai suoi due figli piccoli e poi portata in una vicina stazione di polizia per essere interrogata, dove è stata rinchiusa in una cella senza l’uso di prodotti per l’igiene (che ha detto di aver richiesto espressamente) mentre la polizia la interrogava sull’incidente.

Scrivendo sul forum online Mumsnet, la signora Scottow – a cui è stata notificata anche un’ordinanza del tribunale che le vieta di riferirsi al suo accusatore come uomo – ha affermato: “Sono stata arrestata a casa mia da tre ufficiali, in presenza di mia figlia autistica di dieci anni e di un figlio di 20 mesi allattato al seno”.

“Sono stata poi detenuta per sette ore in una cella senza prodotti sanitari (di cui avevo bisogno) prima di essere interrogata e poi rilasciata sotto inchiesta….sono stata arrestata per molestie e comunicazioni maliziose perché ho chiamato ad alta voce e mi sono riferita a loro suTwitter secondo l’identità biologica piuttosto che quella della identità percepita”.

La donna in questione, Kate Scottow, è stata arrestata dopo che si era riferita più volte all’attivista transgender Stephanie Hayden sulla base del sesso biologico maschile durante un dibattito sul forum online Mumsnet, con sede nel Regno Unito. Dopo essere stata arrestata, la polizia le ha confiscato il telefono e il laptop, e finora si è rifiutata di restituirli più di due mesi dopo. La polizia dell’Hertfordshire ha confermato l’arresto, dicendo: “Prendiamo sul serio tutte le segnalazioni di comunicazioni offensive”.

Il Mail riporta:

I documenti dell’Alta Corte ottenuti da The Mail domenica dettagliano come la signora Scottow è accusata di una “campagna di molestie mirata” contro la signorina Hayden, presumibilmente motivata dal suo “status di donna transgender”.

I giornali sostengono che, mentre un dibattito “tossico” infuriava online sui piani per permettere alle persone di “identificarsi” secondo un altro sesso, la signora Scottow ha twittato messaggi “diffamatori” sulla signorina Hayden.

È anche accusata di aver usato accounts di due nomi per “molestare, diffamare e pubblicare tweet dispregiativi e diffamatori” sulla signorina Hayden, anche riferendosi a lei come maschio, affermando che era “razzista, xenofoba e imbrogliona” e prendendo in giro la signorina come un “falso avvocato”.

La signora Scottow ha negato di aver molestato o diffamato la signorina Hayden e ha detto di avere una “genuina e ragionevole convinzione” che un essere umano “non può praticamente cambiare sesso”, ma il vice giudice Jason Coppel QC ha emesso un’ingiunzione provvisoria che le vieta di pubblicare qualsiasi informazione personale sulla signorina Hayden sui social media, “facendo riferimento a lei come un uomo” o collegandola alla sua “ex identità maschile”.

E Scottow non è l’unica persona che ha avuto ripercussioni legali per essersi coinvolta in questo tipo di dibattiti con Hayden.

Lo scrittore di Sitcom Graham Linehan ha ricevuto un avvertimento verbale per molestie dalla polizia dello Yorkshire occidentale dopo che l’attivista transgender Stephanie Hayden lo ha denunciato per essersi riferito a lei con i suoi nomi e pronomi precedenti su Twitter.

Fonte: ZeroHedge

L’articolo Madre britannica arrestata per essersi riferita a trans secondo il suo sesso biologico proviene da Il blog di Sabino Paciolla.

Source link