La svedese Izabella Nilsson Jarvandi come Greta Thunberg ma per lei l’oblio dei media

Pubblicità

Ci sono attualmente due minori che dalla Svezia fanno un’opera di sensibilizzazione su temi civili di particolare gravità. Ma tutti conoscono Greta Thunberg che si è fatta portavoce della causa dei cambiamenti climatici mentre non si può dire la stessa cosa di un’altra ragazzina che ha un anno in meno di Greta: la quindicenne  Izabella Nilsson Jarvandi .

Il motivo è che Izabella fa opera di sensibilizzazione contro la teoria gender e contro l’immigrazione selvaggia, quindi argomenti non politically correct..

Si potrebbe dire che le due ragazze sono portavoce  dalla Svezia dei due principali  movimenti politici in Europa. Da qui si spiega la differenza di attenzione  da parte dei media e delle istituzioni: solo una di loro infatti – Greta Thunberg- può contare sul pieno supporto dei media, della politica, della eco-lobby e persino del Papa, per Izabella esiste solo il silenzio.

Greta Thunberg ha guadagnato fama internazionale quando ha iniziato uno “sciopero scolastico per il clima” di fronte al quartier generale del governo svedese lo scorso agosto. La foto di una ragazza pallida con due treccine seduta sul pavimento accanto a un cartello scritto a mano ha fatto il giro del mondo in pochissimo tempo. Ma al contrario, la maggior parte di noi ha mai sentito parlare di Izabella Nilsson Jarvandi.

Questo non è strano, fa parte dello stato di cose: Izabella è attivista dei gilet gialli svedesi, il movimento di protesta su scala europea contro l’abuso di potere, le migrazioni di massa e la globalizzazione.

I tweet di Izabella espongono in maniera chiara le sue idee. L’immagine dell’establishment “liberale” è pessima:

“Nei confronti del resto del mondo, l’UE, il governo e altri governanti sono gli estremisti. Chi altro vuole sterminare la propria gente? “Oppure:” La sinistra è divertente … Da un lato, vuole la varietà – allo stesso tempo, la diversità non c’è, perché vuole tutti uguali “.

Ed ancora più di recente, dice:

Voi che avete l’audacia di molestarmi per le mie opinioni mi state solo dimostrando che ho ragione. È a causa di persone come te e azioni come le tue che sto combattendo e non mi inchino né abbandono 🌺 siamo nati liberi e intendo che lo siano anche le 👊🏻 generazioni future

I media di propaganda, lei lo sa, “sono traditori che aiutano a dividere le persone ancora di più”.

Pubblicità

Purtroppo sebbene in Svezia Izabella è molto nota, qui da noi è sconosciuta per l’intenso fuoco di sbarramento dei nostri media e perché non ha alle spalle una agenzia PR e tutto l’establishiment al gran completo. Speriamo che piano faccia breccia sui social, ‘chapeau’ al suo coraggio.

Eccola in questo video mentre parla , del tutto inascoltata (ma non per questo ,tace):