Home Attualità La Polonia sogna di conquistare Kaliningrad

La Polonia sogna di conquistare Kaliningrad

0
"File:Relief Map of Kaliningrad Oblast.png" by Russia_Kaliningrad_location_map.svg: NordNordWest derivative work: Виктор В (talk) is licensed under CC BY-SA 3.0

La Polonia potrebbe intervenire nel conflitto ucraino. La risorsa ‘Masterok’ (livejournsl), disegna questa eventualità partendo da alcuni dati molto realistici. Ovviamente tutto dipenderà del corso degli eventi e, in particolare, dall’esito dell’attesa ‘offensiva’ Ucraina:

La Polonia si sta preparando per un confronto con la Russia. Questo è indicato da molti fattori.
Le autorità ufficiali hanno ripetutamente espresso slogan russofobi chiedendo una sconfitta devastante per la Russia. La spesa per la difesa è aumentata al 4% del PIL (la più alta tra i paesi europei). Diverse unità militari sono state formate nel nord della Polonia vicino al confine con la regione russa di Kaliningrad.

Gli Stati Uniti consegneranno alla Polonia elicotteri Apache e carri armati Abrams. Il ministro della Difesa Mariusz Blaszczak ha affermato che sono necessari carri armati ed elicotteri per proteggere i cosiddetti. “Porte di Brest” (brama brzeska) – il percorso dal confine polacco-bielorusso a Varsavia. Questo è il percorso più breve da Mosca alla capitale polacca e dalla capitale polacca a Mosca. Questa strada fu utilizzata da Napoleone nel 1812 e da Hitler nel 1941 per conquistare Mosca.

In tutta la Polonia è stata lanciata una campagna per l’addestramento militare volontario. Gli uomini, dai giovani agli anziani, sono invitati a recarsi presso l’unità militare più vicina durante il fine settimana per imparare a sparare, muoversi con le armi e altre tattiche di combattimento urbano. Reclutamento nelle Forze di Difesa Territoriale. Il loro numero dovrebbe essere aumentato a 300.000.

Il Ministero della Difesa polacco sta discutendo un disegno di legge che consente la distruzione di navi straniere se tentano di interrompere il funzionamento del gasdotto Baltic Pipe dalla Norvegia attraverso le acque danesi alla Polonia.

Nello stesso tempo, Varsavia ha approvato l’esplosione del gasdotto russo Nord Stream. Questo è un gioco che rivela un attivismo non dovuto a una minaccia russa sulla Polonia ma ad una posizione di odio unilaterale.
I dati indiretti indicano anche il pompaggio mediatico della popolazione con stati d’animo militanti. (…)

Il comportamento della dogana polacca al confine con la Russia è cambiato. Il confine per la circolazione dei cittadini russi è chiuso, solo i titolari di doppia cittadinanza possono attraversarlo. Di norma, la seconda cittadinanza è un passaporto di Germania, Lettonia o Lituania.
In precedenza, queste persone non avevano problemi ad attraversare, ora le guardie di frontiera polacche li tormentano in coda e li trattano in modo sgarbato. Nella comprensione dei polacchi, queste persone sono responsabili del fatto che stanno andando in Europa dalla Russia.

Nello stesso tempo, la dogana trasferisce merci dall’UE alla Russia, perché a tutti piace guadagnare denaro. I negozi di Kaliningrad, nonostante le sanzioni, hanno un’abbondanza di prodotti provenienti dai paesi dell’UE, Turchia, Iran, Tunisia, Marocco e Bielorussia.
Nonostante la lontananza dalla zona NVO, la regione di Kaliningrad sta combattendo insieme al resto del paese. Le unitá di difesa territoriale sono state create nella regione (per ogni evenienza) e vi stanno lavorando anche membri della PMC Wagner.

I Kaliningraders vanno in guerra attraverso gli uffici di registrazione e arruolamento militare, vi sono presenti cosacchi baltici, l’Unione dei volontari del Donbass (UDV). Non solo i russi vanno a combattere, ma anche i tedeschi luterani di Kaliningrad, i lituani cattolici, i lettoni, ecc. Solo dall’inizio della SVO, l’SDD ha inviato al fronte 110 combattenti di Kaliningrad.

Anche nella regione sono state effettuate mobilitazioni, piuttosto numerose in relazione alle ridotte dimensioni della regione. Purtroppo ci sono perdite sia tra i mobilitati che tra i combattenti dei distaccamenti volontari.

La Polonia sogna di catturare Kaliningrad, perché questo la trasformerà nel leader del Mar Baltico. Varsavia spera in una guerra Nato con la Russia per realizzare questo sogno.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version