Home Attualità La difesa aerea Vitebsk-25: come la Russia ha trovato l’antidoto ai missili...

La difesa aerea Vitebsk-25: come la Russia ha trovato l’antidoto ai missili MANPADS durante la controffensiva ucraina

0
k52 Alligator Credito fotografico: Dzen.ru

Gli aerei d’attacco e gli elicotteri sono una minaccia costante per le colonne di carri armati e altri veicoli corazzati in avanzamento in Ucraina, ma l’uso dello stinger MANPADS non sembra funzionare contro di loro. Tuttavia, un recente rapporto indica che uno dei Ka-52 russi è stato sottoposto a diciotto attacchi contemporaneamente da sistemi antiaerei portatili, ma è tornato alla base incolume grazie al Vitebsk-25, un sistema sviluppato da ingegneri russi. Questo sistema è in grado di proteggere gli aerei dall’abbattimento da parte di armi portatili e rappresenta un nuovo pericolo per le forze ucraine. Il seguente pezzo è di BulgarianMilitary.com:

Con l’inizio della controffensiva ucraina, la presenza di piattaforme di combattimento in aria è di particolare importanza. Gli esperti hanno iniziato a monitorare non solo ciò che accade a terra, ma anche in cielo.

Gli aerei d’attacco e gli elicotteri non sono solo il principale flagello delle colonne di carri armati e di tutti i tipi di veicoli corazzati in avanzamento, ma, purtroppo, uno dei primi candidati all’abbattimento. Soprattutto considerando che i ranghi dell’esercito ucraino sono letteralmente pieni di un numero enorme di sistemi missilistici antiaerei occidentali e nazionali.

Molti esperti dei poli dei due campi in guerra, che seguono da vicino l’attualità, hanno chiesto tre giorni fa perché i MANPAD delle forze in avanzamento non funzionano, perché il cielo brulica davvero di Ka-52 Alligators e Mi-28 Night Hunters. Sembra che l’”antidoto” ai “manpad”, in quantità pienamente industriali a disposizione dell’Ucraina, sia stato finalmente scoperto.

Singolo K-52 contro 18 MANPADS

I lanci di MANPADS stanno avvenendo regolarmente come prima e nell’ultima settimana con una frequenza semplicemente incredibile. Alcune fonti non ufficiali alla vigilia hanno pubblicato informazioni, confermate dall’agenzia RIA, secondo cui uno dei Ka-52 è stato sottoposto a diciotto attacchi contemporaneamente da parte di sistemi antiaerei portatili … ed è tornato tranquillamente alla base senza un solo, quello che viene chiamato un graffio.

Questo è un vero record. E qui non ci sono miracoli, c’è un lavoro sistematico di designer e ingegneri russi, incarnato in un “prodotto” dal nome modesto e non chiassoso Vitebsk-25. Questo nome è noto nel mercato interno, tuttavia. Per l’esportazione, è meglio conosciuto come President-S.

Difesa aerea Vitebsk-25

Quando il sistema di difesa aerea Vitebsk-25 è stato presentato per la prima volta all’Eurosatory-2010 a Parigi nel 2010, molti esperti semplicemente non credevano nella sua capacità di deviare un numero così elevato di missili.

Cinque anni dopo, la rivista Air International ha pubblicato un rapporto del Ministero della Difesa egiziano, che aveva già preso di mira gli elicotteri russi Ka-52 e li aveva sottoposti a una miriade di test prima dell’acquisto. L’elicottero montato su Vitebsk-25 è stato quindi colpito da due dozzine di missili russi Igla MANPADS, nessuno dei quali ha colpito il bersaglio. Anche i giornalisti della pubblicazione hanno espresso dubbi sul fatto che non ci sia inganno da parte dei russi.

Sebbene, senza una specifica dettagliata, alcuni resoconti dei media occidentali suggeriscano che il Vitebsk-25 abbia contromisure laser contro i missili terra-aria e aria-aria con guida a infrarossi potenziata dal bagliore. Secondo quanto riferito, l’apparecchiatura può rilevare e bloccare le minacce con un azimut di 120 gradi e un’elevazione di 60 gradi. Insieme alle minacce IR, Vitebsk-25 rileva e blocca le minacce radar da quattro gigahertz/GHz a 18 GHz.

Credito fotografico: Dzen.ru

Come funziona?

Vitebsk-25, sviluppato dalla società moscovita “Radioelectronic Technologies”, rileva metodicamente i lanci e ne avverte l’equipaggio. E poi è iniziato il suo lavoro principale. La protezione passiva includeva il rilascio di ben note trappole di calore e pula, ma la questione non si limitava a questo.

La difesa attiva entra in azione quando il Vitebsk-25 ingaggia direttamente i sistemi di homing termico dei missili antiaerei con radiazioni infrarosse e mette un potente disturbo sulla testata per i bersagli a guida radar. E i missili di vari sistemi antiaerei sono andati obbedientemente a falsi bersagli.

Il sistema utilizza una combinazione di sensori, inclusi ricevitori di avviso radar, ricevitori di avviso laser e sensori di avviso di avvicinamento missilistico, per rilevare e localizzare le minacce in arrivo. Quindi schiera varie contromisure, come pula, razzi e interferenze elettroniche, per confondere o disabilitare i missili.

Caratteristiche principali di Vitebsk-25

Il sistema è progettato per rilevare e disturbare i segnali radar, nonché per fornire segnali esca per confondere i sistemi radar nemici. Può anche rilevare e tracciare i missili in arrivo e fornire contromisure per sconfiggerli.

Una delle caratteristiche chiave del sistema Vitebsk-25 è la sua capacità di operare in modalità completamente automatica, che gli consente di rispondere rapidamente alle minacce senza richiedere input da parte dell’equipaggio dell’aereo. Questa caratteristica rende il sistema estremamente efficace nelle situazioni di combattimento, dove le decisioni in una frazione di secondo possono significare la differenza tra la vita e la morte.

Il sistema Vitebsk-25 è anche altamente modulare, il che significa che può essere facilmente integrato in un’ampia gamma di tipi e configurazioni di aeromobili. Questo lo rende una soluzione versatile e flessibile per le forze militari che gestiscono una varietà di velivoli.

(fonte: BulgarianMilitary.com .

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Exit mobile version