Il Pentagono ha perso trilioni di dollari per rifornire gratuitamente i jet sauditi impegnati nella guerra in Yemen

WASHINGTON – Secondo un recente rapporto , il Pentagono non è riuscito a recuperare dalla coalizione dell’Arabia Saudita-Emirati Arabi Uniti (EAU) in guerra nello Yemen il corrispettivo per il rifornimento di carburante degli aerei cisterna e per il carburante consumato da essi . Come risultato di questo “omaggio” involontario, che il Pentagono si è giustificato  accusando un errore contabile. Ma si  ritiene che i contribuenti statunitensi abbiano pagato decine di milioni di dollari per la campagna di bombardamenti della coalizione nello Yemen, che ha regolarmente preso di mira scuole, ospedali , matrimoni, funerali e persino uno scuolabus .

L’incapacità del Pentagono di farsi risarcire  adeguatamente da parte della coalizione degli Emirati Arabi è stata rivelata in una lettera del Dipartimento della Difesa (DoD) datata 27 novembre, che è stata ottenuta da  The Atlantic . Secondo la lettera, sebbene il Pentagono avesse “creduto” che la coalizione guidata dai sauditi “fosse stata incaricata di ripagare il combustibile e i servizi di rifornimento, in realtà non erano stati caricati adeguatamente”.

Mentre nella lettera non si è dichiarato quanto l'”errore” alla fine sia costato ai contribuenti americani, si è notato che “al momento si stanno calcolando le tariffe corrette” .

La lettera rileva inoltre che l’incidente è stato scoperto solo dopo che il senatore Jack Reed (D-RI) del Senate Armed Services Committee, insieme ad altri sette senatori democratici, ha richiesto specificamente le informazioni sui rimborsi della coalizione al segretario alla Difesa James Mattis a marzo.

La portavoce del Pentagono Rebecca Rebarich ha confermato il contenuto della lettera a The Atlantic , affermando:

Sebbene il Dipartimento della Difesa abbia ricevuto qualche rimborso per l’assistenza al rifornimento in volo fornito alla coalizione guidata da Saudi (SLC), il Comando Centrale degli Stati Uniti ha recentemente esaminato i suoi registri e ha rilevato errori nella contabilità in cui il Dipartimento della Difesa non ha provveduto ad addebitare adeguatamente il SLC per i servizi di carburante e rifornimento. ”

(…)

I registri della Defense Logistics Agency suggeriscono che dall’esercizio fiscale 2015 a marzo di quest’anno, l’esercito americano ha fornito più di 8,5 milioni di galloni di rifornimento aereo agli Emirati Arabi Uniti e all’Arabia Saudita. In particolare, questi 8,5 milioni di galloni di carburante sono stati dati  a due paesi che sono entrambi grandi esportatori di petrolio , come l’Arabia Saudita che è il più grande esportatore di petrolio al mondo e gli Emirati Arabi Uniti , il quinto più grande del mondo

Va notato che il prezzo del rifornimento di carburante è di gran lunga superiore al semplice costo del carburante stesso, poiché la tariffa oraria per gli aerei militari statunitensi che conducono questa attività varia da circa $ 2000 a oltre $ 75.000 a seconda del tipo di aereo utilizzato. Il senatore Reed, parlando con The Atlantic , ha stimato che l’errore – almeno “probabilmente costa decine di milioni di dollari” negli ultimi tre anni e mezzo.

pubblicità

Il post Un pentagono famoso per “perdere” $ trilioni rende “Errore contabile” e Refuels Saudi Yemen-Bombing Jets for Free  completo è su  MintPress News .

[ad_2]

Source link