Home Attualità Il leader di destra Geert Wilders che ha vinto le elezioni in...

Il leader di destra Geert Wilders che ha vinto le elezioni in Olanda, annuncia l’intenzione di porre fine agli aiuti militari all’Ucraina

0

Il leader di destra Geert Wilders che ha vinto le elezioni in Olanda, annuncia l’intenzione di porre fine agli aiuti militari all’Ucraina. L’analisi della pubblicazione francese “Le Salon Beige” a firma di Philippe Carhon:  

Recentemente, Geert Wilders, che non ha ancora assunto il ruolo di Primo Ministro dei Paesi Bassi, ha rilasciato una dichiarazione significativa in un’intervista che non è stata riportata dai media francesi. Ha espresso l’intenzione di interrompere l’aiuto militare dei Paesi Bassi all’Ucraina. Questa dichiarazione è particolarmente degna di nota considerando l’impegno precedente dei Paesi Bassi a fornire jet da combattimento F-16 all’Ucraina.

La posizione di Wilders sulla sospensione dell’aiuto militare all’Ucraina ha origine che  queste armi, in particolare i jet da combattimento F-16, siano essenziali per le forze armate olandesi e non dovrebbero essere dirottate verso un altro paese. Le sue argomentazioni suggeriscono che lui giudichi prioritarie le esigenze di difesa nazionale rispetto agli impegni internazionali presi in modo opaco. Questa posizione riflette un cambiamento nella politica, considerando che in precedenza i Paesi Bassi avevano accettato di sostenere l’Ucraina con attrezzature militari.

L’intervista può essere ascoltata a partire dalle 13’20”:

Tuttavia, il sostegno incondizionato all’Ucraina sta perdendo consenso. Le figure influenti in Francia non dovrebbero ignorare questa tendenza emergente, che sta guadagnando sempre più sostegno tra i cittadini francesi. Due nuovi oppositori si sono aggiunti a questa corrente: il primo ministro slovacco Robert Fitzo e il leader olandese di estrema destra Geert Wilders, entrambi fermamente contrari alla continuazione degli aiuti all’Ucraina. Viktor Orban, il leader ungherese pro-Putin, ha trovato degli alleati. Le imminenti discussioni sul bilancio europeo saranno complesse, con i fondi destinati a Kiev che potrebbero essere ridotti.

Anche negli Stati Uniti la situazione non è migliore, con i fondi di Washington bloccati al Congresso dai repubblicani, che si rifiutano di contribuire ulteriormente allo sforzo bellico, almeno fino a quando non saranno valutate le esigenze di Israele.

A differenza della Francia, negli Stati Uniti si sta sviluppando un vero dibattito all’interno del Partito Repubblicano. Il 4 dicembre, la Casa Bianca ha lanciato un appello urgente ai legislatori americani, sottolineando la mancanza di fondi e tempo per sostenere l’Ucraina. Il direttore dell’Ufficio di gestione e bilancio ha avvertito che senza un’azione del Congresso, gli Stati Uniti esauriranno le risorse per fornire armi e attrezzature all’Ucraina. All’interno del Partito Repubblicano, una fazione isolazionista guidata da Donald Trump critica la gestione dei fondi, mentre un movimento più conservatore, guidato da Mitch McConnell, sostiene il finanziamento degli aiuti all’Ucraina.

https://lesalonbeige.fr/geert-wilders-annonce-son-intention-de-mettre-fin-a-laide-militaire-pour-lukraine/

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version