Drastiche e severe misure in Cina per impedire la diffusione del #coronavirus 2019-nCoV

Secondo dati recenti, il bilancio delle vittime del coronavirus cinese 2019-nCoV ha già raggiunto 41 persone. La maggior parte delle infezioni da virus fatali sono state riportate a Wuhan. Diversi casi si trovano al di fuori della Cina: in Giappone, Corea del Sud, Tailandia e Stati Uniti. È noto che il virus viene trasmesso da persona a persona. I principali sintomi di infezione includono febbre, affaticamento e tosse con un leggero espettorato.

Nella città di Wuhan ormai non si può più entrare o uscire. La pubblicazione South China Morning Post, informa che :

  • L’aeroporto e la stazione ferroviaria della città sono affollati mentre i viaggiatori cercano disperatamente di uscire dalla città nell’epicentro dell’epidemia
  • A partire dalle 10 di giovedì, tutti gli autobus urbani, le metropolitane, i traghetti e il trasporto di passeggeri a lunga distanza sono sospesi a Wuhan

I funzionari di Wuhan hanno annunciato un completo divieto di viaggio ai suoi residenti a casua del focolaio di coronavirus che ha ucciso 17 persone e infettato più di 550 altre in tutta la Cina, secondo quanto riferito da CCTV.
Il divieto, che è stato emesso dall’autorità di comando dell’epidemia di Wuhan, epicentro del virus, ha affermato che dalle 10 di giovedì, autobus urbani, metropolitane, traghetti e trasporto di passeggeri a lunga distanza sarebbero stati sospesi in città.
Anche i voli e i treni in partenza da Wuhan saranno temporaneamente sospesi. L’avviso non indicava quando i servizi sarebbero ripresi. Wuhan è uno dei quattro principali snodi ferroviari della Cina.
L’avviso non menzionava le auto private ma diceva “i cittadini non dovrebbero lasciare la città a meno che non vi siano condizioni speciali”.
Con una popolazione di 11 milioni, Wuhan è più grande di Londra o New York. Il virus si è ora diffuso negli Stati Uniti, in Thailandia, Giappone e Corea del Sud.
Il divieto della città è di “prevenire e controllare meglio l’epidemia del nuovo tipo di infezione da coronavirus, tagliare efficacemente la trasmissione del virus e frenare la diffusione dell’epidemia” per “garantire la sicurezza e la salute delle persone”.

Le merci cinesi e gli imballaggi non rappresentano una minaccia per i consumatori.

Il numero di casi di polmonite dovuti al nuovo tipo di coronavirus 2019-nCoV in Cina è cresciuto a 830 persone, 25 sono morte, come riportato dalle autorità della RPC. La mortalità totale è del 3%.

In Cina, il trasporto pubblico è stato sospeso in dieci città dell’Hubei a causa della minaccia della diffusione di un nuovo coronavirus, riferisce The Guardian citando le autorità locali.

Le autorità hanno sospeso i collegamenti di trasporto con Wuhan, la capitale della provincia di Hubei, inclusa la chiusura dell’aeroporto e delle stazioni ferroviarie per l’uscita. Misure simili sono state prese nelle città di Ezhou, Chibi e Zhijiang. A Huanggan, oltre a ciò, i cinema, gli Internet café e le altre strutture di intrattenimento hanno smesso di funzionare. Le restrizioni di viaggio si applicano a Huangshi, Xiangtao, Enshi, Qianjiang e Xianning.

Nei social network cinesi viene descritto uno scenario frequente: le persone cadono improvvisamente in mezzo alla strada, al pronto soccorso dell’ospedale (compresi i medici), alle stazioni di servizio, ai posti di blocco e nei negozi, perdendo conoscenza.

Gli viene chiesto di non avvicinarsi ai caduti, tutti vengono informati dei pericoli di tali tentativi di aiuto. “Dimmi, è normale quando la casa di un paziente con polmonite viene bruciata nel villaggio?”, chiede un residente della provincia di Hubei.

Scrivono che il virus colpisce il sistema respiratorio, il sistema nervoso e il tratto digestivo. Non puoi mangiare, respirare normalmente e non controllare il corpo, la temperatura, il corpo perde rapidamente energia, cadi, perdi conoscenza.

Per ora non esiste una cura per i virus, quindi esiste solo un trattamento sintomatico. Al primo segno di una persona colpita, la persona viene ricoverata in ospedale e messa immediatamente sotto flebo di soluzione salina in modo che non ci sia disidratazione a causa della temperatura e dei problemi con il tratto gastrointestinale.

In parallelo vengono somministrati  antidolorifici, anticonvulsivanti, antipiretici e altri farmaci secondo le indicazioni. E si aspetta che finisca. Se all’improvviso il paziente peggiora, viene ventilato artificialmente.
Pertanto, la crisi può essere superata e il corpo inizierà a combattere. Il problema è se ci dovessero essere molti casi, perchè allora non ci sarà abbastanza reparti e strumenti per tutti.
@vietatoparlare