Home Attualità A Greta Thunberg la laurea in teologia per honoris causa

A Greta Thunberg la laurea in teologia per honoris causa

0
Greta Thunberg wikipedia common

Greta Thunberg,  leader svedese del culto del clima che ha abbandonato le scuole superiori, riceverà un dottorato honoris causa dall’Università di Helsinki, secondo il sito web dell’istituto. L’attivista ventenne il 9 giugno riceverà ufficialmente un dottorato honoris causa in TEOLOGIA per il suo lavoro di attivista. Questo è ciò che significano gli ascensori sociali nelle democrazie libere.

La cosa potrebbe destare stupore, ma cos’è il “riscaldamento globale” se non una nuova religione mondiale? In realtà quella del clima è una vera e propria religione qui in Europa. Ed ogni religione ha bisogno delle sue sacerdotesse.

Contro le pale eoliche in Norvegia

A febbraio Greta Thunberg ha guidato una manifestazione di attivisti per il clima davanti alla lobby del Ministero del Petrolio e energia. Stanno protestando contro la costruzione di turbine eoliche nella regione di Fosen, nella Norvegia occidentale, violando il diritto delle famiglie Sami di praticare la loro cultura dell’allevamento delle renne. Greta ha detto :

“Una transizione climatica che viola i diritti umani non è una transizione climatica degna di questo nome, e quindi dobbiamo affrontare le violazioni dei diritti umani che stanno avvenendo qui”.

In realtà la problematica del clima è reale, come tante altre problematiche. A patto che di fondo ci siano le creature che vivono sulla terra e una maggiore attenzione dovrebbe avere l’uomo che è stato inserito da Dio Padre nella storia di redenzione del genere umano.

Speriamo che forte della laurea in teologia Greta possa mettere un maggior accento su questo. L’uomo non è un depositario di diritti, ma lui stesso vale in quando uomo, ovvero inserito nel Mistero di Redenzione di Dio “Tutto in tutti”.

Excursus storico

L’attivista per il clima frequenterà il liceo nella sua nativa Stoccolma, in Svezia, fino all’estate del 2023, quindi non ha ancora un diploma di scuola superiore valido. Nell’estate del 2018, la Thunberg ha iniziato a manifestare davanti al parlamento svedese a Stoccolma e ha attirato l’attenzione internazionale con una mirata campagna mediatica di accompagnamento. Nello stesso anno ha iniziato il cosiddetto “sciopero per il clima scolastico”, per poi incontrare per puro caso nel dicembre 2018 alla conferenza mondiale sul clima di Katowice la rappresentante dei giovani della Società tedesca delle Nazioni Unite, Luisa Neubauer. Polonia .

Nel 2019, Thunberg ha ricevuto il premio Nobel alternativo e il premio tedesco per la sostenibilità. Inoltre, il premio onorario “About You Awards 2019” nella categoria “Empowerment” per il suo impegno come iniziatore del movimento “Fridays for the Future”. Nell’ottobre dello stesso anno gli viene conferito un dottorato honoris causa dall’Università belga di Mons. A dicembre è seguito il titolo onorifico di “Ambasciatrice della coscienza” di Amnesty , la “Fotocamera d’oro” tedesca e il premio “Donna dell’anno” in Svezia.

Per un breve periodo, la giovane e impegnata  è stata anche considerata una calda candidata per il Premio Nobel per la pace , che è stata spinta dai media, ma con grande sgomento della sua base di fan globale, ciò non è accaduto.

La Thunberg ha invece rifiutato il premio ambientale offerto dal Nordic Council per il 2019 perché, secondo la Thunberg, il movimento per il clima “non ha bisogno di più premi e belle parole”, ma che la politica dovrebbe iniziare ad “ascoltare la scienza e agendo di conseguenza”. E al German Documentary Award 2021, il regista svedese Nathan Grossman ha ricevuto il premio principale per il suo film “I am Greta” .

NO COMMENTS

Exit mobile version