La Russia ha guadagnato un “tesoro” di informazioni sui caccia statunitensi F 22, in Siria

La Russia ha guadagnato un “tesoro” di intelligence sui migliori caccia F-22 degli Stati Uniti in Siria.

Nella lotta contro il gruppo terroristico ISIS in Iraq e Siria, gli aerei della coalizione USA e U-S hanno volato migliaia di sortite e hanno sganciato tonnellate di munizioni – ma in tal modo hanno dato la mano ai caccia russi che hanno avidamente li ha pedinati.
“I cieli sull’Iraq e in particolare sulla Siria sono stati davvero un tesoro per loro per vedere come operiamo”, ha osservato il tenente generale VeraLinn Jamieson durante un briefing della Air Force Association ospitato dall’Istituto Mitchell per gli studi aerospaziali.
“I nostri avversari ci stanno osservando – stanno imparando da noi”, ha detto Jamieson, aggiungendo che l’aviazione russa ha pedinato più forze attraverso la Siria per dare loro l’esperienza di combattimento nel mondo reale.
Durante la campagna aerea in Siria, la Russia ha dato un’occhiata alle tattiche, ai comportamenti, al radar e alle firme termiche del combattente di punta del predominio aereo statunitense, l’F-22.
Nei cieli sopra la Siria, i migliori caccia russi si sono trovati faccia a faccia con l’F-22 e sembravano mostrare poca riverenza.
L’aeronautica russa ha gongolato del suo dominio in tali incontri, anche se dovrebbe essere presa con un pizzico di sale.

“Quando incontriamo i nostri partner della coalizione occidentale in aria, ci siamo sempre trovati ‘sulle loro code’ come dicono i piloti, il che significa vittoria in un duello”, ha detto Maksim Makolin, il maggiore delle forze aerospaziali russe. In particolare, Makolin ha fatto riferimento al vantaggio tattico di perseguire gli aerei dell’opposizione dalla favorevole posizione di ritardo, nell’angolo cieco dell’opposizione.
Gli F-22 americani e i Su-35 russi hanno avuto alcuni incontri ravvicinati sullo spazio aereo siriano, ma hanno utilizzato una linea di comunicazione de conflitto per evitare errori di calcolo. “Continueremo a essere in conflitto con i russi, ma non abbiamo intenzione di operare in aree attualmente detenute dal regime siriano”, Felix Gedney, generale maggiore dell’esercito britannico e alto funzionario della coalizione guidata dagli Stati Uniti contro Dayesh.
Oltre ad osservare le tattiche di volo classificate dall’aria, la Russia potrebbe anche “dipingere” i combattenti occidentali e altre risorse aeree con i radar di ricerca e di controllo aereo e di terra, “Justin Bronk, un analista di combattimento aereo al Royal United Services Institute ha detto.
L’F-22 si basa sulla furtività per il suo maggiore vantaggio contro i jet russi, che si comportano allo stesso modo, se non meglio, in scontri tradizionali come i duelli aerei. Se la Russia avesse acquisito esperienza nell’individuare l’F-22 con radar a ricerca e traccia a infrarossi, come avrebbe suggerito Bronk, sarebbe “roba molto utile”.
La Russia, che operava vicino agli Stati Uniti, ha probabilmente permesso di sintonizzare i suoi sensori aerei e terrestri per rilevare tutte le varietà di velivoli statunitensi e di coalizione che operavano in Siria.
Di conseguenza, i vantaggi offerti agli aerei come l’F-22 che utilizzano la furtività – e tutti gli aerei da combattimento statunitensi che utilizzano tattiche classificate in scenari di combattimento – potrebbero essere stati erosi.
“La Russia ha acquisito intuizioni e informazioni inestimabili con l’operare in uno spazio aereo contestato al nostro fianco in Siria, e stanno incorporando le lezioni apprese sul fatto di fare effettivamente una prima battaglia” assente “, ha detto Jamieson.
Ma, come sottolinea Bronk, l’osservazione era molto probabilmente reciproca e molto probabilmente tagliata in entrambe le direzioni.
“Mentre la Russia sta certamente facendo ogni uso che può sull’opportunità di conoscere le operazioni e le capacità aeree occidentali nei cieli condivisi sulla Siria, quel processo va in entrambe le direzioni poiché qualsiasi aereo militare russo viene fatto all’interno di uno spazio aereo pesantemente sorvegliato da risorse occidentali,
Tuttavia, mentre gli avversari progrediscono, il futuro della supremazia aerea statunitense diventa meno chiara.
“L’aeronautica degli Stati Uniti può e continuerà a mantenere la supremazia aerea”, ha detto il tenente gen. Chris Nowland al briefing. “La domanda è per il futuro.”

iscriviti: https://www.youtube.com/channel/UC9IFRHTtYJFjhI5fBrLIJiQ Facebook: https://www.facebook.com/DNA997

JOIN THE DISCUSSION