La deputata USA Tulsi Gabbard in visita ad Aleppo | Gennaio 2017

Pubblicità

“War Diary” project | Aleppo, Syria | January 2017

Una delegazione statunitense di membri del partito democratico, insieme ad un certo un “numero di funzionari” hanno visitato martedì Aleppo (in una visita di 4 gg).

Fonti ben informate a Damasco riferiscono tramite il quotidiano Al-Watan  che la visita ha avuto luogo sotto stretta sorveglianza e lontana dai media. La delegazione sarebbe arrivata martedì mattina all’aeroporto internazionale di Damasco e da lì è proseguita alla volta di Aleppo.

Tulsi Gabbard, congressista favorevole una soluzione politica della crisi siriana, e Dennis Kucinich John, un ex deputato democratico, hanno fanno parte di questa delegazione. Gabbard ha già incontrato Trump in merito Siria, dopo la vittoria delle elezioni presidenziali. I membri della delegazione hanno visitato l’antica cittadella di Aleppo e le due principali chiese della città e visitato i distretti di Aleppo, tra cui la zona di al-Jabariya.

Pubblicità

La delegazione , prima di recarsi presso l’ospedale di Aleppo, ha anche visitato un campo profughi che ospita i residenti Fouaa e Kafraya, le due città sciite circondate dal 2015 dai terroristi takfiri Nessun funzionario siriano accompagnava la delegazione che contava della scorta di un leader delle associazioni cristiane nella città di Aleppo. Martedì sera, la delegazione è tornata nella città di Damasco dove ha alloggiato presso lo Sheraton Hotel .

Questa è la prima visita di una delegazione statunitense in Siria dal 2012, l’anno in cui il senatore repubblicano Richard Black è andato per una visita di tre giorni a Damasco, dove ha incontrato il presidente Assad.  (PressTv)

Tulsi Gabbard  tornata in patria, in una intervista con Jake Tapper alla CNN,  ha detto che  qualsiasi accordo di pace o qualsiasi possibilità di un accordo di pace praticabile comporta una conversazione con Assad, quindi non è possibile ignorarlo o evitare l’incontro con lui.

Nell’intervista ha anche dichiarato:

Cercherò di spingere per la fine  di questa guerra, che ha causato tanta sofferenza tra i siriani persone, bambini, famiglie. Ho incontrato molti di loro in questo viaggio.

Tutto ciò che si deve pensare è che il presidente Assad è quello  è il presidente della Siria, e questo è un dato di fatto.

 Al fine di raggiungere qualsiasi accordo di pace con qualche possibilità di raggiungere un accordo di pace sostenibile, è necessario parlare con lui.

I siriani mi hanno chiesto:” Perché gli Stati Uniti e i suoi alleati,  sostengono i gruppi terroristici che distruggono la Siria?  Al-Qaeda, ha effettuato un attacco terroristico negli Stati Uniti  il  9/11, non l’esercito siriano. Non ho avuto una risposta per loro…

Lasciate che il popolo siriano stesso sia a determinare il proprio futuro, non gli Stati Uniti, oppure qualcun altro.

La Gabbard, membro della Commissione Forze Armate, ha recentemente avviato una iniziativa legislativa per vietare l’invio di fondi federali  destinati a stati che sostengono i gruppi terroristici.

Pubblicità

Nel novembre 2015 in una intervista la Gabbard ha dichiarato che i tentativi fatti da Washington per rimuovere dal potere il Assad hanno contribuito solo a rafforzare lo “stato islamico” (ISIS) e altri gruppi terroristici. Ha sottolineato che Washington ripete  gli errori del passato. Tra questi errori c’è  “il rovesciamento del dittatore iracheno Saddam Hussein e il dittatore libico Muammar Gheddafi.”

nota: Tulsi Gabbard
è nata il 12 aprile 1981 (35 anni), a Leloaloa, è una politica americana , membro della Camera dei Rappresentanti dal 2 ° distretto congressuale delle Hawaii, è ex vice-presidente del Comitato Nazionale Democratico.  E’ stata Maggiore della Guardia Nazionale degli Stati Uniti e veterana della guerra in Iraq.

Related Videos

SIRIA: Sitrep con Stefano Orsi Nr.017

Anche ieri sera abbiamo contattato Stefano per aggiornarci sulla situazione in Siria e sulle ultime novità. Argomenti del giorno: Sitrep Siria, fronti di Idlib, Kanasser, Golan. Parleremo brevemente dei curdi e dell'ISIS. Esaminiamo le ultime dichiarazioni del presidente francese Macron…

Ricostruiamo l’asilo di Aleppo

La guerra in Siria si è portata via tutto. Anche l'innocenza. Questo Natale Gli Occhi della Guerra e Aiuto alla Chiesa che Soffre sono al fianco dei Cristiani perseguitati in Siria, per restituire ai piccoli di Aleppo l'infanzia e l'istruzione…

Una goccia di latte per Aleppo

I vostri figli bevono il latte al mattino? I bambini di Aleppo, sopravvisuti a una terribile guerra, non possono farlo. Questo Natale Gli Occhi della Guerra e Aiuto alla Chiesa che Soffre sono al fianco dei Cristiani perseguitati in Siria,…

JOIN THE DISCUSSION