USA: class action contro Pfizer e AstraZeneca per “finanziamento terroristico” in Iraq

USA: class action contro Pfizer e AstraZeneca per "finanziamento terroristico" in Iraq 1

Iraq disordini - foto Unione Sarda

La corte d’appello di Washington ha ordinato la ripresa del procedimento di un caso di corruzione intentato da aziende farmaceutiche statunitensi ed europee in Iraq. Esse avrebbero dovuto impossessarsi del mercato iracheno attraverso la corruzione dopo l’invasione statunitense e nello stesso tempo finanziare il movimento di resistenza al fine di assicurarsi contratti allettanti. Questo è ciò che dice la class action chiamata “finanziamento del terrorismo” (vedi qui: https://terrorismcase.com/wp-content/uploads/2017/10/2017-10-17-001-COMPLAINT.pdf).

Oltre a Pfizer, la magistratura sta esaminando altre quattro accuse contro le cosiddette Big Pharma – AstraZeneca, Johnson & Johnson., GR Healthcare e Hoffmann La Roche. Sono state processate come indirettamente colpevoli della morte e del ferimento di ex soldati statunitensi delle forze di occupazione attaccati dall’Esercito del Mahdi (AM), una formazione politica armata di sciiti iracheni. I rappresentanti civili di AM entrarono nell’allora governo fantoccio iracheno con il permesso di Washington, dove assunsero il ministero della Salute, che fu un’opportunità per loro di trarre vantaggio dal modello di business di Big Pharma.

Il modello adottato in Iraq dalle Big Pharma non è stato altro che una generosa corruzione dei politici per ottenere contratti governativi a tempo indeterminato. Le compagnie avrebbero adottato questo sistema nel 2005-2009, mentre la guerriglia contro gli americani e i alleati era ancora in corso. Grazie alle regolari tangenti elargite da parte di Big Pharma, l’AM filo-iraniano è cresciuto in forza e armamenti, ma le autorità di occupazione hanno chiuso un occhio su di esso, poiché avevano più problemi politici con i sunniti che con gli sciiti.

In una dichiarazione a Reuters, le cinque società hanno assicurato congiuntamente che “l’ulteriore procedura dimostrerà che le società non sono responsabili della situazione che si è verificata”. Tuttavia, le famiglie dei soldati caduti e feriti chiedono un risarcimento.

Il caso non è particolarmente pericoloso per le aziende farmaceutiche quando si tratta del lato finanziario, o anche dell’immagine. Due mesi fa, Pfizer è stata multata per la 73a volta negli ultimi 20 anni negli Stati Uniti, questa volta per 345 milioni di dollari per frode e corruzione nella vendita del super costoso medicinale per le allergie EpiPan. Pfizer viene punito così spesso che i media, spesso anche pagati, non ne vogliono parlare. Molto spesso, la preoccupazione è punita per ciarlataneria medica, corruzione di medici e politici e pubblicità ingannevole. Sebbene abbia pagato più di 4,5 miliardi di dollari di multe, ciò non pregiudica la sua salute economica, poiché le multe sono incluse nel modo in cui conduce gli affari e i profitti sono molte volte più alti.

fonte: Strajk-eu.

 

Exit mobile version