Un’altra simulazione di pandemia: “Catastrofico contagio 2025”

Non tutti sanno che prima della pandemia covid 19 nell’ottobre 2019, il Johns Hopkins Health Security Center, insieme al World Economic Forum e alla Bill and Melinda Gates Foundation, ha condotto una sorta di formazione chiamata “Event 201″. Così gli stessi organizzatori hanno descritto il corso di formazione: “L’evento 201 riproduce la situazione dello scoppio di un nuovo coronavirus zoonotico trasmesso dai pipistrelli ai maiali, e da questi alle persone, che, alla fine, inizia a trasmettersi efficacemente da persona a persona e porta a una pandemia catastrofica.

L’agente patogeno e la malattia che provoca sono modellati principalmente sulla SARS…” Le principali risposte nella formazione sono state restrizioni di movimento, chiusure di attività commerciali e censura di Internet.

Il 23 ottobre 2022 , gli stessi organizzatori hanno tenuto una formazione simile denominata “Catastrofico contagio 2025”. L’esercitazione si è svolta a Bruxelles, in Belgio, in occasione dell’annuale Big Challenges meeting Johns Hopkins Health Security Center, in collaborazione con l’OMS E il Bill Foundation e Melinda Gates hanno condotto una esercitazione chiamata “Catastrofico contagio” (fonte).

Il gruppo di partecipanti comprendeva 10 attuali ed ex ministri della salute, nonché alti funzionari della sanità pubblica provenienti da Senegal, Ruanda, Nigeria, Angola, Liberia, Singapore, India , Germania. Inoltre, Bill Gates era presente alla riunione.

L’esercitazione ha simulato le riunioni dell’Health Advisory Board dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. L’esercitazione scelta era la fittizia pandemia di sindrome respiratoria da enterovirus grave epidemia (SEERS) che si immagina inizi in America Latina, abbia un tasso di mortalità molto più alto rispetto al Covid 19, e interesserà principalmente bambini e giovani. La formazione prevede l’utilizzo di misure ancora più stringenti (lockdown, censura, ecc.) per combattere una futura epidemia. L’inizio della pandemia ipotizzata è il 2025.

La simulazione della pandemia includeva anche notiziari preregistrati e briefing dal vivo di funzionari sanitari, simili alla simulazione della pandemia di coronavirus, nota come Evento 201.

Un’esperta di nome Jeanne Meserve dell’agenzia di stampa fittizia GNN viene mostrata in un filmato durante una simulazione di una pandemia che riporta un gran numero di morti, soprattutto tra i bambini, a causa di una pandemia che avrebbe potuto essere prevenuta se i paesi avessero adottato esercitazioni operative per combattere la pandemia e ha seguito le raccomandazioni dell’OMS.

“Ad oggi, circa 1 miliardo di casi di malattia sono stati segnalati in tutto il mondo, più di 20 milioni di persone sono morte, tra cui quasi 15 milioni di bambini. Innumerevoli milioni sono vivi ma sono rimasti con paralisi o danni cerebrali “, afferma Meserve.

Gli enterovirus, uno dei quali è stato discusso nell’esercizione, includono virus che causano l’epatite A, la miocardite e la poliomielite, oltre a malattie meno pericolose. Questi sono virus a RNA, loro, come i coronavirus, sono costituiti da RNA, ma entrano nel corpo attraverso il tratto gastrointestinale e colpiscono il sistema nervoso.

Secondofonti di divulgazionedi  consultazione, gli enterovirus hanno una catena di RNA corta. Ciò causa l’altissima variabilità di questi virus e le rapide mutazioni, il che rende priva di significato la creazione di un vaccino contro di loro.

Un’analisi di questi corsi di formazione e la loro connessione con la situazione reale della pandemia k19 nel video di Ivor Cummins (inglese): https://www.youtube.com/watch?v=d_41PQ9_Y9Q
Link all’evento 201: https://www .centerforhealthsecurity.org /our-work/exercises/event201/
link “Infezione catastrofica 2025”: https://www.centerforhealthsecurity.org/our-work/exercises/2022-catastrophic-contagion/index.html

Cosa porta a pensare che si dovrebbero verificare a breve scadenza altre pandemie, cose se questo ormai fosse entrato in un circuito a ciclo chiuso?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.