Ucraina: il comandante delle forze armate ordina di usare qualsiasi arma contro il Donbass

Il comandante in capo delle forze armate dell’Ucraina, Valery Zaluzhny, ha revocato tutte le restrizioni all’apertura del fuoco contro il Donbass e i droni Bayraktar [turchi] in servizio con l’esercito ucraino stanno già effettuando missioni di combattimento sul fronte del Donbass.

Il giornalista ucraino Aleksey Godzenko, ‘embedded’ al 503 ° battaglione di separata del Corpo dei Marines, ha parlato su questo sulla sua pagina Facebook in seguito alla sua comunicazione con Zaluzhny:

Godzenko ha scritto che gli ordini che vietano alle forze armate ucraine di aprire il fuoco sono stati annullati.

“Una nuova introduzione: è possibile e necessario infliggere la morte ai nemici, la decisione sull’apertura è presa dal comandante per tutte le armi a sua disposizione”, ha scritto Godzenko.

Il comandante in capo, secondo il giornalista, ha ordinato la rimozione di tutte le riviste e la documentazione non necessarie che si duplicavano, lasciando l’estremamente necessario per non distrarre i militari per risolvere questioni burocratiche, ma per occuparsi esclusivamente della guerra.

Secondo le informazioni espresse da Godzenko, i droni d’attacco Bayraktar sono stati spostati dai magazzini e sono già impegnati nello svolgimento di missioni al fronte.

“Tutti i complessi operativi” Bayraktar “sono stati spostati da” magazzini “a aeroporti e stanno già partecipando all’esecuzione di compiti, compresi quelli di combattimento”,ha scritto Godzenko.

Come riportato in precedenza da EADaily , i colloqui regolari del gruppo di contatto di Minsk hanno raggiunto un’impasse: la parte ucraina ha respinto ancora una volta una discussione costruttiva sulla tabella di marcia proposta dalla LPNR, che aiuterebbe ad andare avanti sulla pista politica.

fonte: https://eadaily.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.