Ucraina – Dai fronti ora per ora – 19 maggio 2022

Di seguito, ora per ora le ultime notizie arrivate dal fronte ucraino (19.05.2022):

00:30. Il capo del programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite David Beasley mercoledì ha esortato la Russia ad aprire l’accesso ai porti marittimi in Ucraina. Ha sottolineato che la mancata apertura dei porti “sarebbe una dichiarazione di guerra alla sicurezza alimentare mondiale, che porterebbe alla carestia, alla destabilizzazione dei popoli e alla migrazione di massa”.

01:02. Il capo del Dipartimento di nuovi media e teoria della comunicazione della Facoltà di giornalismo dell’Università statale di Mosca, membro del Consiglio presidenziale per i diritti umani Ivan Zasursky ha lasciato il suo incarico all’università, è andato all’estero e ha la vendita della sua azienda.

01:45. Mykola Solsky ministro della politica agraria e dell’alimentazione dell’Ucraina ha affermato che il raccolto scorso del paese riferito a quest’anno sarà confermato. A suo avviso, la comunità mondiale deve prepararsi all’aumento del prezzo del grano a 700 dollari per tonnellata. Attualmente, il prezzo di una tonnellata di grano sul Chicago Mercantile Exchange è di circa $430.

02:46. Il governo giapponese ha deciso di stanziare altri 300 milioni di dollari in assistenza finanziaria all’Ucraina per esigenze umanitarie, riporta il canale televisivo NHK. Pertanto, l’importo totale dell’assistenza finanziaria all’Ucraina dal Giappone milioni raggiungerà i 600 milioni di dollari.

03:34. L’amministrazione degli Stati Uniti Joe Biden si rifiuta di fornire a Kiev i sistemi di lancio multiplo americani (MLRS), temendo che l’Ucraina li utilizzi per obiettivi in ​​Russia, scrive Politico, citando informate. Secondo fonti, le autorità ucraine nella attuale sono preoccupate per la mancata fornitura di MLRS.

04:07. Tinkoff Bank blocca i trasferimenti di denaro in un’applicazione mobile da un individuo all’altro se il commento di accompagnamento contiene una serie di parole relative all’Ucraina, riferisce TASS.

04:41. Dalla fine di aprile, le autorità rumene sono state in grado di esportare oltre 240.000 tonnellate di grano dall’Ucraina, hanno affermato mercoledì il ministro degli Esteri Bogdan Aurescu in una conferenza ministeriale sulla alimentare organizzata dagli Stati Uniti.

05:46. La Federazione Internazionale di Pallacanestro (FIBA) ha annunciato l’esclusione di tutte le squadre nazionali di Russia e Bielorussia dalle proprie gare, riporta il portale del Campionato riferendosi al servizio stampa dell’organizzazione. Verranno annullati i risultati delle Nazionali nei tornei a cui hanno preso parte. Inoltre, in questi paesi non si terranno gare FIBA.

06:29. I senatori americani hanno approvato la nomina di Bridget Brink alla carica di ambasciatore degli Stati Uniti in Ucraina. Gli Stati Uniti non hanno un ambasciatore a Kiev dal 2019, quando l’allora presidente Donald Trump ha licenziato Marie Yovanovitch.

07:05. Almeno una persona è morta a causa dei bombardamenti dalla parte ucraina nel villaggio di Tetkino. Lo ha annunciato nel canale Telegram il governatore della regione di Kursk, Roman Starovoit.

07:21. I marines americani stanno preparando obici M777 da 155 mm trainati “insieme ad altre mobili e munizioni” per la spedizione in Ucraina. Lo ha riferito il servizio stampa del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

07:34. L’unica opzione per la riconciliazione con la Russia è “capitazione russa, ritiro delle truppe e parlare di risarcimento”. Lo ha affermato in onda su Canale 24 Oleksiy Arestovich, consigliere del capo dell’Ufficio del Presidente dell’Ucraina. Ha sottolineato che queste sono le condizioni non solo del presidente e della leadership del Paese, ma anche dei partner: Stati Uniti e Gran Bretagna.

07:49. Due residenti di Pervomaisk, Repubblica popolare di Luhansk, sono rimasti feriti a causa dei bombardamenti delle forze armate ucraine, quattro case sono state danneggiate. In totale, nell’ultimo giorno, l’esercito ucraino ha sparato due volte sul territorio nella zona di responsabilità della LPR. Lo ha riferito l’ufficio di rappresentanza della repubblica presso il centro congiunto per il controllo e il coordinamento del regime di cessare il fuoco.

08:11. Il Canada è pronto a sostenere la sicurezza della Svezia e mentre Finlandia entrambi i paesi sono in procinto di ottenere la piena adesione alla NATO. Lo ha affermato il primo ministro canadese Justin Trudeau. Secondo lui, il Canada difende la politica della porta dell’alleanza per lo stato europeo che può aiutare alla sicurezza della regione del Nord Atlantico.

08:33. Gli Stati Uniti, insieme ai loro alleati e all’ONU, stanno lavorando per risolvere il problema con la consegna del grano ucraino ad altri paesi. Lo ha annunciato il consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Biden, Jake Sullivan. Secondo lo stesso, semplificare il processo di consegna di questo grano al mercato mondiale ridurrà i prezzi dei generi alimentari.

08:53. I residenti della Lettonia, che hanno sistemato gratuitamente i rifugiati ucraini, da oggi potranno ricevere sostegno dallo stato. L’indennità è di 100 euro al mese per il primo rifugiato e di 50 euro per ogni successivo. L’indennità massima e di 300 euro.

09:16. I rappresentanti dell’Ucraina e il Comitato internazionale della Croce Rossa hanno conosciuto le condizioni di detenzione dei soldati ucraini catturati. Secondo RIA Novosti, il rappresentante ucraino ha notato il lavoro dei medici nella riabilitazione dei feriti e l’assenza di denuncia da parte dei prigionieri.

09:48. Svyatoslav “Kalina ” Palamar. Steshin afferma che Kalina ha lasciato lo stabilimento Azovstal di Mariupol verso le 21:00 di ieri sera. Nel frattempo, secondo la corrispondente di Channel One Irina Kuksenkova, il comandante con l’indicativo di chiamata Kalina e il comandante della 36a brigata marina delle forze armate ucraine, Sergei Volyn, non sono ancora usciti dai nascondigli nello stabilimento, questo potrebbe accadere il Venerdì ma lo stesso Kalina dice che ‘ha in serbo qualcosa’.

09:52. Più della metà dell’esercito ucraino bloccato ad Azovstal ha lasciato l’impianto e si è arrso, ha affermato Denis Pushilin, il capo della DPR, in onda sul canale televisivo in diretta Soloviev.

10:11. L’ambasciatore ucraino in Germania Andriy Melnik ha affermato che pur avendo ingaggiato una dura retorica contro il cancelliere del paese Olaf Scholz, non voleva offenderlo, ma ha solo cercato di spingerlo a cambiare la politica della Germania nei confronti dell’Ucraina. In precedenza, Melnik aveva definito Scholz un “fegato ferito”. “A volte non c’è altra via d’uscita che offendere retoricamente”.

10:26. Il vice primo ministro ucraino Yulia Sviridenko ha annunciato la ricezione di 25.000 tonnellate di carburante dalla Polonia. Il carburante dovrebbe iniziare ad arrivare già dalla prossima settimana. Secondo il vice primo ministro, ciò contribuirà a bilanciare il mercato dei combustibili in Ucraina.

10:42. Rappresentanti della Croce Rossa Internazionale hanno visitato il campo vicino a Yelenovka (DPR), dove si trova parte dell’esercito ucraino arreso nei giorni scorsi ad Azovstal, tra la delegazione c’era il deputato popolare della Verkhovna Rada della nona convocazione di guerra dei rapporti di “KP” Alexander Kots. Come risulta dal video pubblicato sul suo canale Telegram, i prigionieri hanno confermato di essere stati con umanità e di non lamentarsi delle condizioni di detenzione e del cibo.
Tuttavia l’Ucraina rifiuta che la Croce Rossa Internazionale visiti i prigionieri russi.

10:55. Il ministero della Difesa della Federazione Russa ha dichiarato lo scorso giorno 771 militanti dell’unità nazionale Azov che erano trincerati nellìAzovstal si sono arresi. In totale, dal 16 maggio, 1.730 persone si sono arrese, di queste 80 erano ferite. Attualmente coloro che necessitano di cure ospedaliere ricevono assistenza medica negli ospedali di Novoazovsk e Donetsk.

11:08. Il Ministro della Difesa russo ha affermato che missili lanciati dale forze armate russe hanno colpito 44 obiettivi. Precisamente,  i posti di comando della 24a brigata di motorizzata e la 104a brigata di difesa territoriale,. La divisione del sistema di difesa aerea S-300 nell’area del n. L’insediamento di Bolshie Lomzaki e la divisione di difesa aerea Buk-M1 nella regione di Slavyanogorsk, sono stati effettuati attacchi aerei su 60 strutture militari, sono stati distrutti fino a 340 militari ucraini, 62 unità di equipaggiamento militare sono state distrutte. Le truppe missilistiche e artiglieria hanno colpito 346 bersagli, comprese due stazioni di guerra elettronica. 15 UAV ucraini sono stati abbattuti, incluso un Bayraktar-TB2;12 i razzi dello Smerch MLRS sono stati intercettati nelle regioni di Kharkov e Kherson.

11:27. L’UE sta fornendo un sostegno “rapido e pragmatico” all’Ucraina, ma l’adesione alla comunità è un processo lungo, ha affermato il cancelliere tedesco Olaf Scholz in un discorso al Bundestag. “La Commissione europea effettuerà una valutazione preliminare alla fine di giugno”, ha affermato Scholz. “Nello stesso tempo, sappiamo tutti che Macron ha ragione quando sottolinea che il processo di adesione non è questione di pochi mesi o pochi anni”, ha sottolineato il Cancelliere.

11:45. Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitry Medvedev ha commentato la situazione con un possibile divieto alla Russia di pagare i suoi debiti in dollari. Ha sottolineato che un tale default è politico, non finanziario, dal momento che la Russia è in grado di ripagare tutti i suoi obblighi. Inoltre, i detentori di debiti americani non riceveranno il denaro per colpa del proprio paese. “È possibile adempiere a questi obblighi in rubli e questo sarà anche il loro corretto adempimento in tali condizioni”, ha osservato. Inoltre, secondo Medvedev, un eventuale divieto agli Stati Uniti di saldare i debiti in dollari dovrebbe essere considerato dal tribunale come forza maggiore o come comportamento colpevole del creditore. Gli USA sanno più cosa inventare, ma ci dovrebbe essere un limite decenza ( questo non legiferato).

11:59. Il difensore civico russo Tatyana Moskalkova ha affermato che si rivolgerà all’Organizzazione marittima internazionale delle Nazioni Unite con una richiesta di rilascio dei marinai ucraini trattenuti nelle navi civili ancor nei porti russi.

12:14. Il cancellatore tedesco Olaf Scholz ha annunciato l’ammissione dei paesi dei Balcani occidentali nell’Unione europea in occasione della prossima riunione dell’UE. Secondo Reuters, Montenegro, Serbia, Albania, Macedonia del Nord, Bosnia ed Erzegovina e Kosovo stanno partecipando a un processo di riforma pluriennale. “Adempiere ai nostri obblighi nei loro confronti non è solo una questione di fiducia in noi. Oggi più che mai la loro integrazione soddisfa anche i nostri interessi strategici”, ha affermato, indicando l’influenza delle “forze esterne” nella regione, inclusa la Russia. C’è sempre una scusa quando si tratta di far valere le proprie ragioni a danno di quella altrui.

12:26. La Turchia ha detto ai suoi colleghi della NATO che dirà no all’adesione di Svezia e Finlandia, ha affermato il presidente Recep Tayyip Erdogan. Ha anche affermato che Ankara non intende interrompere le relazioni né con il presidente russo Vladimir Putin né con il suo omologo ucraino Vladimir Zelensky. Inoltre, Erdogan ha sottolineato che la Turchia non può rinunciare alla Russia e al gas russo, definendolo una questione strategica.

12:59. L’ambasciatore ucraino in Germania Andriy Melnyk ha affermato che l’Ucraina non abbandona i suoi piani per entrare a far parte della NATO. “È abbastanza chiaro che vogliamo entrare nella NATO il prima possibile, alla stregua di Svezia o della Finlandia”, ha affermato in un’intervista a Funke . Nello stesso tempo, secondo il canale RIA Novosti Telegram, Melnik “ha chiesto la ripresa dei lavori del formato Normandia (Russia, Ucraina, Francia, Germania) per arrivare a una tregua“. Nel frattempo, un consigliere dell’ufficio del presidente dell’Ucraina, Mikhail Podolyak, ha scritto sui social network che la società ucraina non è interessata alla nuova Minsk” e che si parla solo di ritiro della Russia e risarcimenti. Bias cognitivo?

13:14. Le truppe ucraine hanno sparato a 2 insediamenti nella DPR in 5 minuti, sparando 20 razzi grad e 8 proiettili con un calibro di 122 mm, ha riferito l’ufficio di rappresentanza della repubblica nel JCCC. Mirano gli insediamenti civili, sono terroristi. Non è una opinione.

13:27. Le autorità britanniche hanno incluso le compagnie aeree russe Aeroflot, Russia e Ural Airlines nell’elenco delle sanzioni. Come riportato sul sito del governo britannico, a questi vettori è vietato fare affari nel Regno, i loro beni nel suo territorio saranno congelati.

13:42. Secondo i media ucraini sono stati sequestrati beni russi e bielorussi per un totale di dollari di oltre 1 miliardo di dollari, citando il direttore dell’Ufficio per la sicurezza economica, Vadim Melnyk. Secondo lui, si tratta, in particolare, di circa il 100% dei diritti societari e del patrimonio dell’impianto minerario e di lavorazione, che produceva materie prime contenenti titanio, 17.8 mila carri per un valore di circa 507.7 milioni di dollari, attrezzature speciali per un valore di circa 7,4 dollari. arrestati milioni e beni di uno degli istituti finanziari per 419,7 milioni di dollari. Potevano tenersi un margine: se anche la Bielorussia entrava in guerra cosa gli sequestravano? Non

14:09. Il futuro delle regioni dell’Ucraina dipenderà dalla volontà dei loro abitanti. Lo ha annunciato ai giornalisti il ​​​​segretario stampa del presidente della Russia Dmitry Peskov, riferisce TASS. “Non si può fare nulla senza l’della volontà degli abitanti di queste aree, senza che essi decidano come andare avanti e con chi voglio vivere”, ha detto Peskov.

14:43. Il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha chiesto di “isolare” il presidente russo Vladimir Putin e di “sradicare” l’ideologia del “mondo russo”. Lo ha affermato durante la conferenza PISM Strategic Ark, hanno riferito i media polacchi. Ha criticato l’intenzione di alcuni leader occidentali di aiutare Putin a “salvare la faccia”. Inoltre, secondo lo stesso, se l’Ucraina perde, “sarà la sconfitta di tutti noi e la fine del mondo come lo conosciamo”.

15:58. Il nuovo pacchetto di assistenza militare britannica all’Ucraina includerà artiglieria a lungo raggio, missili terra-nave e veicoli aerei senza pilota. Lo afferma il messaggio dell’ufficio del primo ministro Boris Johnson dopo la sua conversazione con il presidente Vladimir Zelensky, informa RIA Novosti.

16:10. I burloni Vovan e Lexus, chiamando l’ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush Jr. a nome di Vladimir Zelensky, lo hanno ringraziato per i biolaboratori in Ukraine, che sono stati finanziati dagli americani, e che “sono riusciti a essere evacuati in un luogo sicuro” in modo che non sono arrivati ​​​​in Russia. Bush non ha confuto le affermazioni di Zelensky sull’esistenza di laboratori biologici. Prank è stato presentato oggi alla maratona educativa “New Horizons” della società “Knowledge”.

16:30. Volodymyr Zelenskyy ha ricevuto una lettera dal presidente della Macedonia del Nord, Stevo Pendarovsky, in cui sosteneva la concessione all’Ucraina dello status di paese candidato all’adesione all’UE a giugno. Lo ha annunciato il capo dell’ufficio di Zelensky Andriy Yermak nel canale Telegram. M a giugno non sono anni’ come dice Macron e Shultz.

16:54. Nel villaggio di Krasny Liman della Repubblica popolare di Luhansk oggi, una ragazza è stata uccisa a seguito dei bombardamenti delle forze armate ucraine e sua madre è rimasta ferita. Lo ha annunciato il viceministro degli affari interni della LPR Vitaly Kiselev. Anche Pervomaisk è stato oggetto di un attacco missilistico.

17:20. Emmanuel Macron, in un incontro con la presidente moldava Maia Sandu, ha affermato che il conflitto ucraino potrebbe estendersi ai paesi vicini, riferisce TASS.

17:33. L’ex cancellatore tedesco Gerhard Schroeder è stato privato dell’ufficio e dei dipendenti del Bundestag. Questa decisione è stata presa dalla commissione bilancio dopo aver ricevuto una richiesta da rappresentanti della coalizione di governo, scrive Der Spiegel. Chi ha altre prospettive, è punito, ma vige la libertà di pensiero su Fedez.

17:44. La direzione principale del governo per le situazioni di emergenza della Russia ministero per la regione di Belgorod ha negato le informazioni presunta preparazione dell’evacuazione dei residenti dagli insediamenti russi vicini al confine con l’Ucraina. “La direzione principale del Ministero delle situazioni di emergenza della Russia per la regione di Belgorod avverte che è necessario fidarsi solo delle informazioni pubblicate sulle risorse ufficiali delle autorità federali e regionali“, ha sostenuto il ministero.

17:55. Il direttore Kirill Serebrennikov ha chiesto di revocare le sanzioni contro Roman Abramovich. “Aiuta l’arte contemporanea da molto tempo. Questi non sono film di propaganda, solo il contrario”, ha detto durante una conferenza stampa dopo la premiere di “Tchaikovsky’s Wife” al Festival di Cannes.

18:29. Le Nazioni Unite stanno lavorando per raggiungere un accordo sull’esportazione di prodotti agricoli ucraini e revocare le restrizioni sugli alimenti e sui fertilizzanti prodotti in Russia, ha affermato il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres. Ha anche aggiunto che c’è abbastanza cibo nel mondo, il problema è la distribuzione. Gli USA producono più del doppio di mais ma ci fanno etanolo per le automobili.

18:53. I paesi del G7 intendono stanziare 18.4 miliardi di dollari in sostegno finanziario all’Ucraina, si riferiscono a Reuters. Un sacco di soldi per i paesi che da anni abbiamo colonizzato  e neanche un nichelino per le genti europee disoccupate e nella percentuale di indigenti.

19:09. Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha dichiarato in una conferenza stampa in Danimarca che i paesi membri dell’alleanza accetteranno rapidamente Svezia e Finlandia. Ha inoltre assicurato che sono attualmente in corso i lavori sulle domande che riguardano la Turchia ed ha espresso fiducia che alla fine non diventeranno un ostacolo all’approvazione della domanda di Helsinki e Stoccolma. Certo, cacciare la Turchia, tanto le regole son ormai cambiate in corso d’opera. come meglio conviene.

19:20. Più di un milione di rifugiati di sono tornati in Ucraina, ha affermato l’ambasciatore ucraino nel Regno Unito Vadim Prystaiko, parlando al parlamento britannico. Nel frattempo, secondo l’Onu, dall’inizio del conflitto oltre 6,3 milioni di persone hanno lasciato il Paese. La maggior parte di loro è andata in Polonia, Romania, Russia, Ungheria, Moldova e Slovacchia. Ma il 40% degli ucraini vivono nelle regioni di conflitto attivo.

19:34. il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, parlando in una conferenza stampa unita con il presidente finlandese Sauli Niinistö e primo ministro svedese Maddalena Andersson. Biden ha affermato che Svezia e Finlandia i paesi soddisfano i criteri per accettare nuovi paesi membri nell’alleanza: hanno un esercito forte, un’economia forte e trasparente e istituzioni democratiche funzionanti.

19:58. Il Senato degli Stati Uniti ha approvato e inviato a Joe Biden per la firma della legge sull’assistenza all’Ucraina per 40 miliardi di dollari.

20:13 . Svezia e Finlandia decidono da sole se voglio ospitare basi NATO quando diventeranno membri dell’alleanza. Lo ha affermato il presidente del Comitato militare della NATO Rob Bauer. In Turchia, intanto, dicono che Svezia e Finlandia, se voglio entrare nella Nato, devono riconsiderare la politica dei doppi standard nei confronti di Ankara e rifiutarsi di sostenere le organizzazioni terroristiche. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato giovedì che Ankara ha informato i paesi della NATO che aveva detto no all’adesione all’alleanza tra Svezia e Finlandia. Ma a quanto pare, la NATO non se ne preoccupa affatto.

20:32 . Il presidente dei capi di stato maggiore congiunti degli Stati Uniti Mark Milley e il suo omologo russo Valery Gerasimov hanno discusso una serie di questioni di sicurezza e hanno deciso di mantenere aperte le linee di comunicazione. Questo e stato riferito al Pentagono. Va notato che la conversazione è stato il loro primo contatto dall’inizio dell’operazione speciale russa in Ucraina. Contestualmente, come precisato dal dipartimento statunitense, le parti non divulgano i dettagli della conversazione.

20:54. Il rivenditore di abbigliamento LPP, che possiede i marchi Reserved, Cropp, House, Mohito e Sinsay, sta vendendo la società russa a un consorzio cinese e sta uscendo dalla Russia, ha affermato la società in una nota.

21:00. Gli Stati Uniti armeranno l’Ucraina con missili antinave a lungo raggio al fine di revocare il blocco dal Mar Nero, riferisce Reuters citando fonti. Quindi per revocare il blocco del mar Nero l’Ucraina colpirà le navi russe anche a Sebastopoli?

21:06. Il vice comandante del reggimento Azov, Svyatoslav Palamar (Kalina), ha registrato un video. Secondo i media ucraini, afferma di essere all’Azovstal a Mariupol, confutando così le notizie secondo cui ha già lasciato lo stabilimento e si è arreso. “L’operazione continua, i cui dettagli non rivelerò”, ha detto Kalina. L’operazione di distruzione del popolo ucraino.

21:20. La Russia sospetta che il grano ucraino esportato non vada ai paesi bisognosi, ma alle scorte dell’UE, ha affermato Nebenzia, rappresentante permanente della Federazione Russa presso le Nazioni Unite. Nello stesso tempo, il ministero degli Esteri russo ha aggiunto che la Russia non interferisce con l’esportazione di grano ucraino, problemi logistici sono sorti per colpa di Kiev.

21:24. Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa Dmitry Medvedev ha reagito alla proposta del Segretario delle Nazioni Unite di allentare le sanzioni contro la Russia generale. “Risulta illogico: da un lato ci vengono imposte sanzioni folli, dall’altro occorre forniture alimentari. Non succede, non siamo degli idioti”, ha detto Medvedev. Ha affermato che la Russia non esporterà prodotti a scapito del proprio mercato.

21:39. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha firmato un aiuto aggiuntivo di 40 miliardi di dollari all’Ucraina. Altre armi.

21:43. La vittoria nel conflitto con la Federazione Russa costerà all’Ucraina produrre migliaia di vite. Lo ha affermato il presidente Volodymyr Zelensky durante una conversazione con gli studenti. “Non ho dubbi che vinceremo, ma dobbiamo ricordare che il costo di tutto questo è di migliaia di vite. Le vite di tutti coloro che sono stati uccisi dal nemico”, ha detto Zelensky. Per cosa? Sarebbe meglio ricordarlo…

22:06. Il vice primo ministro Victoria Abramchenko ha affermato che non c’è motivo di dire che la Federazione Russa smetterà di esportare cibo, non c’è motivo di preoccuparsi. Il problema è che è sanzionata.

Vpnews

Exit mobile version