Trump si è ammalato di sars cov 2: le conseguenze per le elezioni saranno disastrose

Trump ha detto di essere malato di coronavirus. Non è chiaro come il presidente abbia contratto il virus, e non è chiaro esattamente quando lo abbia fatto.

Una lettera del medico di Trump comunica che sia Trump che la first Lady intendono rimanere alla Casa Bianca “durante la convalescenza”. Il dottor Sean Conley che medico del presidente e anche comandante della marina statunitense nella sua lettera dice anche che Trump continuerà a svolgere i compiti dell’ufficio del presidente durante questo periodo “senza interruzioni”.

Ma cosa succederà se Trump non potrà svolgere la campagna elettorale in quando è inabile? E in che modo la malattia influenzerà le elezioni? Un articolo del quotidiano britannico The Guardian – che riporto di seguito – , chiarisce questi aspetti.

@vietatoparlare

 

Donald Trump è risultato positivo al covid-19. Ma cosa succede se non adempie ai suoi doveri presidenziali?

Peter Beaumont , Joanna Walters – The Guardian

Cosa succede se Trump è inabile?

In base al 25 ° emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti, il presidente stesso (o un vicepresidente con il consenso di otto membri del gabinetto con il sostegno del Congresso) può chiedere a un vicepresidente – in questo caso, il repubblicano Mike Pence – di assumere la carica di presidente in qualità di presidente in carica.

Il 25 ° emendamento, approvato dal Congresso degli Stati Uniti nel 1967 dopo l’assassinio di John F. Kennedy, ha chiarito l’incertezza che esisteva nella Costituzione sulla continuità in caso di dimissioni, morte o accuse di impeachment di un presidente.

La parte meno difficile dell’emendamento è la Sezione 4, che prevede una procedura per le azioni nel caso in cui la salute fisica di Donald Trump sia chiaramente indebolita a causa di lesioni o malattie a tal punto che non sarà in grado di comunicare, ma sarà ancora vivo.

In questo caso, le sue funzioni saranno svolte dal vice presidente fino al ripristino dello stato di salute del presidente.

Se anche Pence non è in grado di assumere la guida del paese, in conformità con la Costituzione, i poteri sono delegati al presidente della Camera dei rappresentanti, in questo caso: Nancy Pelosi, un membro del Congresso, un democratico della California. Attualmente, la Camera dei Rappresentanti è controllata dai Democratici al Congresso degli Stati Uniti e i Repubblicani hanno la maggioranza al Senato.

In che modo questo influenzerà le elezioni e la situazione successiva?

Le prospettive qui sono un po ‘più dubbie e cupe. Alcuni americani hanno già iniziato a votare prima del giorno delle elezioni ufficiali (3 novembre), compresi quelli che vivono all’estero e quelli che vivono in stati che consentono il voto anticipato.

Cosa succede se il presidente eletto muore dopo le elezioni negli ultimi giorni del mandato del presidente uscente e quando il mandato presidenziale del presidente in carica non è ancora terminato e il prossimo presidente entrerebbe ufficialmente in carica il 20 gennaio? Secondo il 20 ° emendamento alla Costituzione, il vicepresidente deve diventare presidente. La questione di chi sarà annunciato come presidente eletto per entrare in carica il 20 gennaio significherebbe dibattito e, con ogni probabilità, lotta a livello di stato, partito, collegio elettorale e tribunale.

Nel peggiore dei casi di morte o disabilità prima delle elezioni, gli Stati Uniti dovrebbero affrontare una crisi elettorale senza precedenti.

A differenza di altri paesi, come la Gran Bretagna, gli americani non votano per un partito alle elezioni presidenziali, ma per la persona al ballottaggio. Ad esempio, in questo caso, potrebbero esserci elettori repubblicani ed elettori indipendenti che non vorrebbero votare per Trump, ma sarebbero felici di votare per Pence se fosse un candidato.

Pertanto, se Trump fosse rimosso dalle elezioni, il voto diventerebbe estremamente antidemocratico, poiché durante le primarie che si sono svolte in primavera, Pence non è stato affatto votato come candidato alla presidenza.

Va ribadito che ormai siamo lontani da questa fase, stiamo parlando di una procedura teorica nella politica americana, e sebbene il test del coronavirus di Trump sia stato positivo, ci sono poche informazioni sul suo stato attuale e non ci sono previsioni.

E se anche Joe Biden si ammalasse?

In ogni caso, il comitato nazionale del partito – repubblicano o democratico – dovrebbe riunirsi e nominare ufficialmente un nuovo candidato. Una soluzione semplice e ovvia sarebbe quella di elevare lo status di candidato alla vicepresidenza, ma in teoria, altri candidati che hanno partecipato alle primarie potrebbero affermare che i membri del loro partito ascoltano i loro programmi.

Tanto per complicare ulteriormente le cose, i membri del collegio statale elettorale (un gruppo controverso di 538 rappresentanti di tutti gli Stati Uniti che votano per il presidente in base al voto popolare nel loro stato) quando il collegio elettorale si riunisce dopo le elezioni di dicembre  dovranno decidere se i voti già espressi per i defunti o per i candidati incapaci , dovranno andare a qualsiasi candidato nominato in sostituzione dei candidati originali .

Una soluzione potrebbe essere quella di posticipare la data delle elezioni a una data successiva?

Negli Stati Uniti la data per le elezioni è fissata per legge (dal 1845) e le elezioni si sono svolte anche durante gli anni della guerra e durante le crisi. Lo stesso Trump è stato criticato dai repubblicani anche per il fatto di aver proposto di rinviare le elezioni a causa della pandemia di coronavirus.

Per legge, gli elettori statunitensi devono presentarsi alle urne ogni quattro anni il martedì successivo al primo lunedì di novembre. Il giorno delle elezioni quest’anno cade il 3 novembre.

Per cambiare questo ordine, il Congresso dovrà approvare una legge, cioè un documento approvato sia dalla Camera dei Rappresentanti che dal Senato.

Qual è lo scenario peggiore?

In linea di principio, ce ne sono molti. Biden ultimamente è stato molto vicino a Trump e potrebbe aver contratto l’infezione, anche se Pence ha detto che il suo test è stato negativo.

Entrambi sono candidati e possono sorgere problemi se si ammalano o si rendono invalidi. Il rinvio delle elezioni, la nomina di nuovi candidati e la ristampa delle schede potrebbero richiedere non solo l’adozione di una nuova legge e, eventualmente, l’intervento della Corte Suprema degli Stati Uniti, ma anche il coordinamento dei meccanismi da parte delle parti stesse.

source:https://www.theguardian.com/us-news/2020/oct/02/trump-coronavirus-what-happens-election-impact-changes-pence-biden

tweet inseriti da VP News blog site

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.