Trump: la Cina conterrà lo scoppio

Il bilancio delle vittime in Cina sale a 636, con 3.143 nuovi casi giovedì. Trump manifesta fiducia e incoraggiamento per il cammino intrapreso di contenimento dell’epidemia.

La foto di apertura mostra un centro di ricovero per coronavirus. Ovviamente non sono tutti così gremiti. Sono divisi a secondo della gravità e secondo lo stadio e la gravità si affronta la malattia. Per quanto possibile.  Anche i nostri ospedali in una emergenza del genere scoppierebbero. Anzi, lo sono già adesso spesso dalle mie parti la gente sta in corridoio anche in oncologia. Non voglio immaginare cosa succederebbe in una eventualità del genere. Per quando riguarda la densità la foto corrisponde alla verità: si è in emergenza. I malati ovviamente vanno curati in loco e non si possono spostare in giro per la Cina. Anche Trump – come vedete nello stralcio che segue del South China Mornin Post – si è complimentato con la Cina per la gestione della crisi.
Un conto è questo: la solidarietà in un momento di sofferenza e difficoltà ed un conto è il regime comunista di cui conosciamo gli effetti sulle libertà delle persone di espressione e di pluralismo politico, anche sul piano religioso.
@vietatoparlare

dal South China Mornin Post:

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha espresso fiducia negli sforzi della Cina per contenere l’epidemia, affermando che l’impulso sarebbe una “operazione riuscita”.

Venerdì, in un tweet, Trump ha dichiarato di avere avuto una lunga e “ottima conversazione” con il presidente cinese Xi Jinping.