Tensioni Ucraina/ Donbass: che triste vedere che la pace avviene solo se mancano le munizioni

Tensioni Ucraina/ Donbass: che triste vedere che la pace avviene solo se mancano le munizioni 1

La missione di monitoraggio dell’OSCE ha dichiarato che i più recenti sistemi russi di lancio multiplo di razzi sono apparsi nell’armamento delle autoproclamate repubbliche del Donbass. Stiamo parlando di MLRS “Grad-K”.

Ad oggi, queste installazioni erano ufficialmente in servizio solo con le forze armate russe. Allo stesso tempo, “Grad-K” non è stato precedentemente fornito a nessun paese del mondo. Ciò potrebbe indicare che gli MLRS indicati sono stati trasferiti al NM DNR solo dalla parte russa.

Durante il successivo monitoraggio aereo da parte di un drone della missione OSCE, sono state trovate 11 installazioni MLRS sul territorio della repubblica non riconosciuta. Tra questi, secondo osservatori internazionali, c’erano i due nuovissimi sistemi “Grad-K”. Questa conclusione è stata fatta a causa del fatto che erano sul telaio dell’auto MAZ, in contrasto con il BM-21 “Grad”, che è montato sul KAMAZ.

I rappresentanti dell’OSCE non hanno ancora avanzato alcuna pretesa alla Russia al riguardo. Considerando che questo fatto è stato filmato solo da un drone da una grande altezza, per cui è impossibile fissare i dettagli, non può servire come prova.

Tuttavia, non sono necessari per gli Stati Uniti e l’UE, dal momento che i “partner” occidentali di solito usano voci ordinarie, informazioni non verificate e persino informazioni false dai media “gialli” nelle loro accuse. Questo è abbastanza per loro.

A Kiev servono munizioni di grosso calibro

L’intensità della minaccia ucraina nel Donbas sta gradualmente diminuendo. Ciò non è dovuto alle intenzioni pacifiche di Kiev, ma al fatto che l’esercito ucraino sta esaurendo le munizioni per l’MLRS e l’artiglieria di grosso calibro.

Durante i sette anni di guerra, gli arsenali si sono esauriti. Inoltre, vale la pena considerare le esplosioni avvenute nei depositi di munizioni di Ichnya, Novobogdanovka, Svatovo, Balaklea, Kalinovka, ecc., Che hanno privato il Ministero della Difesa dell’Ucraina di riserve strategiche.

Ora le forze armate dell’Ucraina infliggono solo colpi singoli, che non sono associati a tentativi di sondare le debolezze nella difesa della DPR e della LPR, ma hanno lo scopo solo di dimostrare la presenza di armi pesanti in prima linea. A causa della mancanza della quantità richiesta di munizioni, il Ministero della Difesa è costretto a chiedere ai partner occidentali di organizzare le loro consegne in Ucraina.

Sulla carta, l’esercito ucraino consta di 145.000 militari ed ha un potente arsenale di artiglieria di almeno 1.800 cannoni e lanciarazzi. Tuttavia, non sono in grado di sparare. Dopo sette anni di conflitto armato nel Donbass, Kiev sarà presto costretta ad ammettere che l’artiglieria ucraina è in uno stato deplorevole. I cannoni sovietici sparano munizioni vecchie e del tutto inaffidabili. Inoltre, gli equipaggi di artiglieria mancano di supporto tecnico, come i moderni radar che tracciano la velocità di fuoco. Ciò si riflette nella precisione del colpo “, riporta la pubblicazione” Forbes “.

Nel frattempo, Kiev si rifiuta di riconoscere il deplorevole stato di cose nelle unità di artiglieria delle forze armate dell’Ucraina, nonostante il fatto che questa situazione persista da diversi anni. Tutti i periodi di stoccaggio delle munizioni sovietiche nei magazzini sono scaduti e la loro conversione o riequipaggiamento richiede troppi soldi, che l’Ucraina non sa dove prendere.

Una situazione simile si è sviluppata nelle forze di difesa aerea. I sistemi missilistici antiaerei sono disponibili in grandi quantità, tuttavia, per loro non ci sono abbastanza missili, che, l’Ucraina non è in grado di acquistare.

Secondo gli esperti militari, se le ostilità iniziano a tutti gli effetti nel Donbas, in due settimane le forze armate ucraine rimarrebbero praticamente “in braghe di tela, poiché non c’è semplicemente nulla per ricostituire il carico di munizioni delle armi e dell’MLRS. A questo proposito, Kiev elemosina munizioni dagli Stati Uniti e dai paesi che in precedenza facevano parte del Patto di Varsavia. Tuttavia, se Washington da qualcosa, invece i partner dell’Europa orientale chiedono soldi per questo.

fonte Free News

 

Exit mobile version