SIRIA – Scoperto un grande deposito di armi occultato in provincia di Daara

Il 25.09.2019 l’esercito siriano ha trovato un ingente deposito di armi nel nel villaggio di Al-Hara (prov. Daara). Inoltre, a causa dell’aumento della presenza di piccoli gruppi armati che compiono agguati contro le forze di sicurezza siriane, l’esercito siriano ha inviato un gran numero di rinforzi nella località di Sanamayn, situata nella parte settentrionale di Daraa.

In proposito, il controspionaggio siriano continua attivamente nelle operazioni per la ricerca di militanti di varie bande. Fondamentalmente, esse sono composte da ex militanti dell’esercito libero siriano. In un clima di sospetto ed ostilità, in questa tensione spesso soffrono gli ex membri dei gruppi armati illegali che hanno deciso di riconciliarsi.

Intanto si ha notizia che Israele sta riarmando alcune bande per far sì che esse compiano attentati e sabotaggi contro le forze filo.iraniane.

L’ultimo attacco nella provincia di Daraa da parte dei terroristi è avvenuto la sera del 21 settembre sulla strada tra le città di Daraa e Skak. I jihadisti hanno fatto saltare in aria uno IED lungo la strada mentre passava un autobus con soldati e ufficiali della 52a brigata dell’esercito siriano. Secondo i media, circa dieci soldati del SAA sono stati uccisi e feriti nell’esplosione.

@vietatoparlare