SIRIA – Nuovi rifornimenti russi giunti a Latakia

Un altro convoglio marittimo russo chiamato “siriano Express” ha iniziato le operazioni di scarico nel porto di Tartus. Comprende una grande nave anfibia “Alexander Obrakovsky” e una nave da carico secco del tipo  “Altai”.

Una delle navi ha consegnato i 133 camion Ural che erano sul ponte superiore. Le informazioni sul resto del carico nella stiva non sono disponibili.

A sua volta, sono arrivati in Siria altri sistemi missilistici di difesa aerea Triumph a medio raggio e a lungo raggio S-400. Si intuisce  che siano destinati alla difesa di nuove basi e campi di aviazione militari, dove sarà dispiegata l’aviazione russa. Inoltre sistemi VOP “Alexander Otrakovskogo” hanno scaricato i mezzi, le munizioni e i radar appartenenti alle unità missilistiche corrispondenti.

Prima di questi nuovi rifornimenti, in Siria c’erano due serie di S-400, schierati per proteggere La base aerea Kmeymim e due impianti per la difesa della base navale Tartus. Questo rafforzamento del gruppo russo è ovviamente collegato alla ratifica da parte di Mosca dei piani per espandere le sue strutture militari a Latakia.

Nave da carico a secco di tipo RoRo “Altai”

“Alexander Otrakovsky” nel porto di Tartus