SIRIA – La Siria chiede alle Nazioni Unite di porre fine all’occupazione americana

Date:

Agenzia siriana Sana

Il ministero degli Affari esteri e degli emigranti della Repubblica siriana ha chiesto al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di adempiere alle proprie responsabilità e adottare misure immediate per fermare l’aggressione americana sul territorio siriano e prevenirne il suo ripetersi.

Il ministero ha inviato una lettera al Segretario generale e al Presidente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, in cui ha confermato che Washington ha violato le disposizioni del diritto internazionale e la Carta delle Nazioni Unite, e che l’altro ieri aerei da guerra americani hanno sparato contro obiettivi a Deir ez-Zor vicino al confine siriano- iracheno . Questa aggressione è l’ultima di una serie di ripetuti attacchi da parte delle truppe statunitensi con pretesti artificiosi o scuse vergognose che i funzionari dell’amministrazione statunitense si vantano dalle loro piattaforme a Washington.

Il ministero ha sottolineato che questa aggressione va contro il ruolo degli Stati Uniti d’America come membri permanenti del Consiglio di sicurezza nel mantenimento della pace e della sicurezza internazionale.

Il Ministero degli Esteri ha indicato che questa aggressione porterà a un’escalation di tensione nella regione, poiché è un indicatore della politica negativa della nuova amministrazione americana, che deve rispettare le norme di legalità internazionale, il diritto internazionale e le decisioni pertinenti del Consiglio di Sicurezza nel preservare l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza della Repubblica araba siriana.


una vittima della milizia sciita

Il Ministero ha ribadito la sua richiesta al Consiglio di sicurezza di adempiere alla sua responsabilità di preservare la pace e la sicurezza internazionale e di adottare misure immediate per impedire al suo membro permanente americano di continuare l’aggressione e i crimini contro uno stato sovrano e un membro fondatore delle Nazioni Unite, nonché a impedire il ripetersi di azioni così aggressive che portano al caos, alla distruzione delle infrastrutture siriane e all’aumento della tensione nella regione e in tutto il mondo, che incontra direttamente gli interessi delle organizzazioni terroristiche armate.

O.N./S.F.

Conseguenze del attacco USA in SIRIA del 26 febbraio:

Content retrieved from: https://colonelcassad.livejournal.com/6587557.html.

Patrizio Riccihttps://www.vietatoparlare.it
Con esperienza in testate come il Sussidiario, Cultura Cattolica, la Croce, LPLNews e con un passato da militare di carriera, mi dedico alla politica internazionale, concentrandomi sui conflitti globali. Ho contribuito significativamente all'associazione di blogger cristiani Samizdatonline e sono socio fondatore del "Coordinamento per la pace in Siria", un'entità che promuove la pace nella regione attraverso azioni di sensibilizzazione e giudizio ed anche iniziative politiche e aiuti diretti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

More like this
Related

La UE è in Guerra ma avvia procedure d’infrazione del deficit per gli stati membri

L'articolo di Lorenzo Torrisi sul Sussidiario del 20 giugno...

Allo studio nuovi metodi per fare il guerriero perfetto, un uomo finalizzato al combattimento

L'esercito degli Stati Uniti sta pianificando lo sviluppo di...

La Casa Bianca etichetta i video che mostrano Biden smarrito ed estraniato, come ‘fake’

La vicepresidente Kamala Harris ha accolto alla Casa Bianca...
Exit mobile version