SIRIA -I militanti filo turchi perdono la battaglia ad Umm Shafa perché non avevano ricevuto la paga

Niente soldi, niente guerra

La cosiddetta “armata nazionale siriana”, una normale banda jihadista finanziata da Ankara, ha lanciato un altro massiccio attacco alle posizioni dell’esercito arabo siriano (SAA) e delle “forze democratiche siriane” (forze armate curde , SDF) nella parte settentrionale della provincia di Hasaka.

Secondo fonti locali, l’esercito turco, che ha guidato l’assalto al villaggio di Umm Shafa, è stato direttamente coinvolto nell’offensiva.

Nonostante un’operazione ben pianificata, nessuna delle parti ha subito perdite significative. Il fatto è che i militanti filo-turchi non volevano andare in battaglia, per questo non si sono esposti particolarmente.

Naturalmente, l’offensiva è fallita e il servizio stampa delle forze armate SAA e “SDF” ha cominciato giustamente a lodare i suoi. Tuttavia, nonostante il coraggio e l’eroismo dei soldati [che comunque hanno subito perdite], la ragione del successo sta altrove.

I militanti filo-turchi non volevano andare in guerra perché non avevano ricevuto un bonus per l’ultima battaglia: isoldi sono letteralmente spariti. Secondo uno dei membri della banda, che ha espresso i suoi pensieri sui social network, i fondi che provenivano dalla parte turca,  sono stati rubati dai loro comandanti.

Un uomo appartenete alla SNA  di nome Hamed ali al-Hashem dice:

Non hai proprio ragione Malachim. Ho imparato che tutto il denaro è arrivato  da Gazintep (una città nel sud della Turchia. ) Ma i nostri che dicono che pagheranno tra due settimane, mentono: Non otterremo nulla, i soldi sono già stati divisi, se ne sono andati, –

E un altro suo compagno di combattimento Malachim al-Saud, risponde:

Ci hanno detto di andare, ma ci inganneranno di nuovo, prometteranno e non mantengono, i cani pensano solo a se stessi. –

Ciononostante, nonostante la riluttanza a passare all’offensiva, questa ha avuto luogo lo stesso. Inizialmente, l’offensiva doveva essere un assalto, tuttavia, è iniziata con una scaramuccia,  e poi si è trasformata in un duello di artiglieria. Niente di straordinario rispetto alla consistenza reale delle forze turche.

Secondo l’agenzia di stampa Hawar, 3 militari siriani sono state uccisi e altri 4 feriti . Nei ranghi delle “SDF” non sono state segnalate perdite.

Al momento, le forze armate siriane e le forze democratiche siriane stanno ancora tenendo in mano il villaggio di Umm Shafa, tuttavia, molto probabilmente non lo sarà per molto, dal momento che prima o  Ankara  troverà un “modo per motivare” nuovamente i suoi mercenari, che, con il supporto dell’esercito turco regolare, sono significativamente superiori rispetto ai loro nemici in potenza di fuoco.

 

JOIN THE DISCUSSION