Siria – feroci scontri intorno a Kabani

L’esercito siriano (SAA) ha preso il versante settentrionale del monte Zuweikat e ha lanciato un assalto al villaggio di Kabani nella provincia di Latakia.

Negli ultimi tre giorni, aerei russi e siriani hanno costantemente attaccato le posizioni dei gruppi islamici radicali nel villaggio di Kabani (Kabana) nel nord-est della provincia di Latakia, che è stata trasformato in un’area fortificata.

Dopo la soppressione di parte delle posizioni di tiro del nemico la mattina del 19 agosto, le truppe governative hanno tentato di affrontare i gruppi jihadisti sul versante settentrionale del Monte Zuweikat e l’ultima montagna sotto il loro controllo nelle vicinanze del Monte Ruweissat Kabani.

All’assalto hanno partecipato unità della Guardia Repubblicana e della 42a Brigata (“Giat”) nonchè della 4a  divisione dell’esercito siriano. Questo dispositivo ha effettuato l’assalto alle posizioni difensive islamiste con azioni congiunte di carri armati, mitragliatrici mobili e bulldozer corazzati con piastre di armatura.

Grazie a quest’ultimo, espediente, il Monte Zuweikat era conquistato l’11 agosto. Tuttavia, ora i militanti hanno iniziato a sparare soprattutto sui bulldozer per interrompere l’offensiva.

Durante i combattimenti del 19 agosto, grazie al supporto aereo, SAA ha preso il versante settentrionale del monte Zuweikat e ha ottenuto un punto d’appoggio sul versante meridionale del Ruweisat. Fonti islamiche riportano la distruzione di almeno un bulldozer tramite ATGM, che l’esercito turco ha iniziato a trasferire attivamente nel distretto di Kabani. Un ATGM è stato distrutto da un attacco effettuato da un elicottero Mi-24 russo.

Secondo indiscrezioni la notte del 20 agosto, le truppe governative sarebbero  entrate nella periferia sud del villaggio di Kabani, ma la notizia non è ancora stata confermata. Tuttavia, ciò che è certo è che sono in corso  feroci battaglie nella periferia meridionale del villaggio.