SIRIA – Esercito siriano vicino alla spallata decisiva per Khan Shaykun: avanti!

Aggiornamento dai fronti siriani del 11-8-2019 – di Stefano Orsi

Scrivevo nella sitrep di venerdì pomeriggio pubblicata su Ilsudest.it sabato mattina:”Con l’avvicinamento del fronte alle due roccaforti il giorno 7 e ieri un ulteriore passo avanti poco più a nord con la conquista della collina strategica di Tell Saker, uno dei baluardi difensivi degli jihadisti dal primo giorno di questa offensiva qualche mese fa, innumerevoli sono stati gli assalti siriani per cercare di riprendere questa collina strategica che domina a 360 gradi i fronti e che aveva bloccato le truppe siriane su Kafr Naboudeh per mesi. Ora ripresa questa altura, il fronte opposto alle roccaforti di Kafr Zhyta e al Lataminah è molto più debole, in quanto la via verso Al Habit è libera e da essa si arriva a Khan Shaykun.

Perché è importante parlare di Khan Shaikun, lo è in quanto la località è strategica per la posizione, le linee di comunicazione stradale e perchè obbligherebbe l’immediata smobilitazione di tutto il fronte a sud della sua posizione.

Ora questo obbiettivo è alla portata e va giocato come carta per obbligare al ritiro tutte le milizie attorno ai tre centri, i due già nominati ed anche Murak che è in posizione più arretrata ma diverrebbe del tutto indifendibile di fronte ad un attacco siriano.

Il momento è davvero molto delicato e può segnare una delle più grandi vittorie siriane in questa guerra.

Non possono permettersi di lasciarsi sfuggire l’occasione.

Il ritiro stesso da Tell Saker ci dice che le truppe qaediste siano stremate ed indebolite.”

http://www.ilsudest.it/…/13913-situazione-operativa-sui-fro…

8 ore fa le forze siriane, guidate dalle gloriose ed eroiche Unità Tigre, hanno preso il pieno controllo di tutta la strategica cittadina di Al Habit.
La via verso Khan Shaikun ora è quasi del tutto libera, il prossimo punto di resistenza da superare è la collina fortificata di Tell As, dopo il quale si troveranno direttamente a contatto con la periferia della grande roccaforte qaedista, divenuta anche famigerata per via del finto attacco chimico inscenato da Al Qaeda e White Helmets per incolpare le truppe siriane.
La spallata procede bene e i terroristi cedono.
AVANTI!!

Stefano Orsi

nota a margine:

L’esercito arabo siriano (SAA), durante le recenti battaglie nel nord di Hama e nel sud di Idlib, ha eliminato i tre alti comandanti del gruppo jihadista Jaysh al-Ahrar , sostenuto dalla Turchia.

I comandanti sono il cittadino tunisino Abu Misab al-Tunisi, il generale di Jaysh al-Ahrar , Abu Sutif al-Binishi che copriva il ruolo di comandante delle forze speciali del gruppo,e  Abu Kutada al-Homsi – il coordinatore del gruppo. operativo.


Video: crollo delle difese terroristiche a Lataminah.

pubblicità

@vietatoparlare