Siria – Erdogan rimanda a casa Bolton senza incontrarlo (portava le condizioni USA per il ritiro)

Pubblicità

Il presidente turco Erdogan non ha voluto incontrare il consigliere per la sicurezza John Bolton, a capo della delegazione statunitense , la delegazione sta lasciando la Turchia.

Bolton è stato respinto perchè Erdogan è rimasto molto infastidito che Bolton ha rilasciato molte interviste in cui ha rivelato il contenuto delle richieste statunitensi come se fossero non sindacabili. 

Bolton non non è riuscito a tacere ed ora si è arrivati a questa situazione, è come dire che Bolton non sa come condurre negoziati. In tutti i modi ha fatto un disastro, e ciò vuol dire che gli Stati Uniti non otterranno proprio nulla.

Questo il commento di Radio Liberty:

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha accusato il consigliere di sicurezza nazionale statunitense di “un grave errore” quando ha chiesto alla Turchia di non attaccare i combattenti curdi in Siria mentre il presidente Donald Trump ha intenzione di ritirare le truppe americane dal paese devastato dalla guerra.

“John Bolton ha commesso un errore molto grave: non possiamo fare nessuna concessione in tal senso”, ha detto Erdogan l’8 gennaio, poco prima che Bolton lasciasse la Turchia con tensioni tra Washington e Ankara a nuovi massimi.

Bolton ha visitato Ankara per chiedere assicurazioni che la Turchia non attaccherà le milizie kurde alleate degli Stati Uniti nella Siria nord-orientale che Ankara considera terroristi.

(…)

Erdogan ha detto ai giornalisti che non avrebbe avuto bisogno di incontrare Bolton.

Poche ore dopo la visita di Bolton al complesso presidenziale ad Ankara, Erdogan ha affermato nel suo discorso che i preparativi della Turchia per una nuova offensiva militare contro i gruppi terroristici in Siria sono “in larga misura” completi.

Ha criticato Bolton per i commenti che suggeriscono che gli Stati Uniti avrebbero impedito gli attacchi ai combattenti curdi siriani.

Erdogan ha affermato che “coloro che sono coinvolti in un corridoio del terrore” in Siria “riceveranno la punizione necessaria”.

(…)

fonte Radio Liberty

video: trtworld.com

Pubblicità