SIRIA – Croce Rossa Internazionale: “Il campo di Al Hol è al collasso, oltre 12.000 donne e bambini sono arrivati in sole 48 ore”

Il seguente è il report della Croce Rossa Internazionale sulla condizione del campo di Al Hol in Siria, dove sono portati gli ultimi combattenti dell’ISIS e delle loro famiglie

 Da Mercoledì mattina un incredibibile numero di persone, 12.000 donne e bambini sono arrivati da Baghuz , dalla zona controllata dall’ISIS  (nella Siria orientale)  al campo di Al Hol, portando la popolazione totale del campo ad oltre 65.000. Circa 4.000 sono arrivati ​​ieri sera aggiungendo ai 2.000 che sono arrivati ​​ieri. Più di 55.000 persone sono arrivate ad Al Hol dall’inizio di dicembre.

Al campo di Al Hol c’è un’enorme carenza di tende per le famiglie, su circa 5.000 necessari per riparare adeguatamente tutti i nuovi arrivati. Il campo di Al Hol vede regolarmente piogge abbondanti e temperature molto basse durante la notte, e per prevenire ulteriori morti è vitale che gli ultimi arrivi siano dotati di riparo. L’IRC sta distribuendo 800 riscaldatori alle famiglie che sono arrivate da poco.

Misty Buswell, Direttore per la tutela del Medio Oriente del Comitato di soccorso internazionale, ha dichiarato: “L’IRC e altre agenzie stanno facendo tutto il possibile per aiutare i nuovi arrivati, ma il campo di Al Hol è ora al un punto di rottura. Nessuno avrebbe potuto immaginare che un numero così elevato di donne e bambini vivesse ancora a Baghuz. Ora c’è un urgente bisogno che altre migliaia di tende per famiglie arrivino ad Al Hol per aiutare a riparare gli ultimi arrivati, oltre a maggiori finanziamenti per sostenere la crisi sanitaria che si sta verificando nel campo “.

Almeno 100 persone,  sono morte durante il viaggio verso il campo di Al Hol o subito dopo il loro arrivo. Due terzi delle morti sono neonati e bambini sotto i 5 anni. Tuttavia, non si sa quanti bambini potrebbero essere morti prima durante il viaggio.

Misty Buswell ha dichiarato: “Abbiamo visto un numero incredibile di bambini morire durante il viaggio al campo di Al Hol a causa di una combinazione di malnutrizione e ipotermia. Sfortunatamente, questa cifra potrebbe essere la punta dell’iceberg, come ci è stato riferito che alcuni bambini sono morti mentre la gente attraversava il deserto per fuggire da Baghuz e sono stati seppelliti prima ancora che iniziassero il viaggio verso Al Hol. ”

Molti di quelli che arrivano al campo di Al Hol sul retro dei camion sono estremamente poveri. Ci sono stati centinaia di casi di malnutrizione acuta grave, tra cui 220 bambini che hanno dovuto essere trasferiti in un ospedale locale per il trattamento. Ci sono stati anche più di 600 casi di diarrea acuta, tra cui 364 bambini di età inferiore ai cinque anni, che possono essere pericolosi per la vita. Più di 500 persone, la maggior parte di loro bambini, con la leishmaniosi della malattia della pelle sono arrivate al campo di Al Hol da dicembre. La malattia si diffonde attraverso le mosche della sabbia e può essere permanentemente deturpante.

Molte delle donne che arrivano al campo sono gravide o hanno appena partorito. Ci sono stati casi di donne che partorivano nel retro dei camion diretti ad Al Hol, e negli ultimi giorni l’IRC ha aiutato a far nascere bambini in viaggio durante il travaglio. La clinica IRC di Al Hol supporta molti di questi casi, ma c’è urgente bisogno di cure di ostetricia più complete nel campo, specialmente per affrontare casi complicati.

pubblicità

Stiamo anche assistendo a un gran numero di persone che arrivano con lesioni da schegge che necessitano di un intervento chirurgico immediato. Gli ospedali locali sono stati sopraffatti e attualmente stanno supportando 100 casi di trauma e non hanno altra scelta che scaricare i pazienti prima che si siano completamente ripresi.

Misty Buswell ha dichiarato: “I team IRC stanno facendo tutto il possibile per identificare i casi più urgenti per prevenire ulteriori morti nel campo di Al Hol, assicurandosi che i neonati ricevano supplementi nutrizionali di emergenza e organizzando le ambulanze per trasferire donne e bambini feriti negli ospedali locali. L’IRC sta attualmente sostenendo un bambino di dieci anni nella nostra clinica di salute in un disperato bisogno di un innesto di pelle dopo essere stato gravemente bruciato da un attacco missilistico a Baghuz. ”

Più di 240 minori non accompagnati sono arrivati ​​al campo di Al Hol dall’inizio di dicembre. Alla reception del campo, i team di protezione IRC si prendono cura di eventuali bambini che potrebbero essere stati separati dalle loro famiglie durante il viaggio o che sono soli perché la loro famiglia è stata uccisa a Baghuz. Ove possibile, l’IRC e altre agenzie stanno aiutando a garantire che i bambini possano ricongiungersi con le loro famiglie.